Deauville weekend dedicato alle prime classiche della stagione

Deauville weekend dedicato alle prime classiche della stagione

Deauville weekend dedicato alle prime classiche della stagione

196
0

Non c’è Costa Azzurra che tenga, per noi il richiamo del mare francese è solo quello normanno, quello freddo, umido, atlantico, oceanico, battuto dal vento che scende dalla Manica. Deauville è il suo centro che non perde il fascino accumulato dagli anni venti, quando la “sciccosa”, trendy setter si direbbe adesso,  Coco Chanel scelse la Normandia come buen ritiro.

L’ippodromo della Touques ospita in questo weekend aste per cavalli di due anni breeze-up, al venerdì, Poule d’Essai des Pouliches, al sabato, e tanto per far spendere un 400 in più a notte presso l’hotel Normandy, si arriva alla domenica per la Poule maschile. Chapeau.

Brasserie consigliata : Le Drakkar, li troverete le specialità della Normandia (ostriche, plateau de mer…)ma anche allenatori e  fantini impegnati nel week end.  Chiedere informazioni non costa nulla.

Iniziamo dalle femmine che scenderanno in pista al sabato come detto nella sesta corsa del programma italiano, ore 16,15, Poule d’Essai des Pouliches.

Qua siamo un filo tanto combattuti tra due puledre francesi di gran lignaggio: Senga, colori della famiglia Niarchos quelli già vittoriosi nella Poule con la regale Miesque (1987), East of the Moon (1994) e Divine Proportions (2005). Il training di Pascal Bary è una garanzia, la forma di scuderia è a freccia in su, e il team tiene veramente tanto a questa prova. L’altra è Via Ravenna ed è anche una sorta di selezione del cuore. Ha vinto la prep-race con autorità il Prix Imprudence in pista dritta a Maison-Laffitte, è allevata in Normandia presso l’Haras de Saint-Pir del tedesco Andreas Putsch, e soprattutto, sottolineerei, porta a linea italiane di grande sangue: quelle dormelliane di Ribot. Vista e presa.

Aiden O’Brien, reduce da un meeting stratosferico di Newmarket (vittoria nelle Ghinee maschili e femminili), da uno superlativo a Chester, sposta dalla natia Irlanda Roly Poly, la più titolata a due anni ma rientratata con un “ni” a Newbury, e l’ex David Wachman Rain Goddess, quarta a Newbury, ma non lontana da una certa Winter (vincintrice a Newmarket), nel precedente ingaggio.

Tra i maschi impegnati 24 ore più tardi, sempre ore 16,15 saranno in tredici a scendere in pista sui 1600 metri in pista dritta. La novità e forse un piccolo shock è stata la scelta delle monte in casa O’Brien, con la seconda monta di scuderia Seamie Hefferman che salirà in sella ad un soggetto che a noi aveva impressionato già al suo rientro di marzo, Orderofthegarter, che ha confermato quell’impressione siglando con autorità il Trial classico per le ghinee Irlandesi lo scorso 8 Aprile. Per me è un treno, e gradisce il terreno morbido / pesante che dovrebbe trovare. La quota sarà intorno al 4 ½ , ma un check sul sito www.snai.it andrà fatto. Non se la porta da casa il Galileo, con National Defense atteso in progresso, Brametot, con in sella il nostro Cristian Demuro, l’altro di scuderia Peace Envoy con Ryan “SuperAir” Moore, e Rivet l’inglese di William Haggas griffato Frankie Dettori.

Un week-end di altissimo livello, che potete seguire sia dal nostro sito www.snai.it, dalla nostra App…(sempre migliore….) o se siete in casa, sul canale Sky 220, che alternerà le immagini con i campi di corse italiani.

 

(Credits: LaPresse)

(196)

Andrea Zanoboni Andrea Zanoboni, Zanna per tutti, nasce nella affascinante e selvaggia Maremma, terra di cavalli e cavallari che lo porta a sviluppare interesse natur... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI