Ippica, tante conferme e una sola sorpresa 

Ippica, tante conferme e una sola sorpresa 

Ippica, tante conferme e una sola sorpresa 

185
0

B&B. Si chiude con gli annunciati trionfi di Alduino e Stefano Botti, nella classifica degli allenatori del galoppo, e di Enrico Bellei, fra i guidatori, il 2016 dell’ ippica. La novità invece viene dai fantini del Galoppo, dove il duello tra Germano Marcelli e Carletto Fiocchi viene vinto dal primo con merito, per l’alto rendimento tenuto nei  dodici mesi. Per Germano, non più giovanissimo è nato infatti nel 1979, questo suo primo Scudetto è il perfetto coronamento di una carriera dura e appassionata. Enrico “The Cannibal” Bellei invece festeggia il titolo numero ventidue, ma ancor più straordinario il fatto che esaltiamo, per la diciottesima volta consecutiva, il suo primo posto in classifica. Mi piacerebbe approfondire le statistiche di tutti gli sport di tutti i tempi, ma credo che, se non sia un record mondiale, poco ci manca. Bellei cercherà di onorarlo vincendo il suo primo centrale dell’anno, nella sua Toscana, con Tundra dei Venti, allenato da un altro Campione d’Italia, quel Gennaro Casillo, fresco vincitore dello Scudetto degli Allenatori.

Nella corsa principale di Pisa, non vincerà un Botti, perché non ha dichiarato nessun partente nel Premio Hippoweb, riservato alle femmine. Corsa intricata dove emerge la chance di Monfesta, che deve riscattare però la non brillante priva nel recente “Andred”. L’allieva di Silvia Casati deve battere A Fari Spenti, in un sottile gioco dei pesi che vede le due cavalle molto vicine nel pronostico. Attenzione a una sorpresa in fondo alla scala, Matrimandir, seconda a Napoli. Alduino e Stefano Botti potrebbero però vincere la prima corsa del 2017, con Voice Loose della Blueberry nel Premio Grassini. Iniziare con i… Botti del Primo dell’Anno sarà il modo migliore per augurare un Happy New Year agli appassionati di ippica e agli innamorati del nostro più grande amico da sempre, il cavallo.

(Credits: La Presse)

(185)

Carlo Pellegatti Nato a Milano. Dopo gli studi classici, si laurea in Scienze Politiche. Parla Inglese, francese e tedesco. All’alba delle radio e delle televisioni private, agli inizi degli anni ’80, diventa radiocronista delle partite del Milan, per cominciare poi una collaborazione con l’emittente “Telelombardia “. Giornalista professionista dal 1992, viene assunto nella redazione sportiva di Mediaset, telecronista delle partite del Milan e dove cura i servizi delle rubriche giornalistiche. Sposato con due figli, Andrea e Emma, due sono le altre sue grandi passioni. Il tennis, che pratica da sempre e che gli ha regalato, nelle categorie dilettanti e veterani, cinque titoli italiani e l’ippica. Dal 1979 è proprietario della Scuderia "Passante Corto” , ma da qualche anno ha spostato la giubba in Francia, a Chantilly, presso l’allenatore Alessandro Botti.

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI