Del Mar, California, Stati Uniti, 2017 Breeders’ Cup, Venerdì 03 & Sabato 04 Novembre

Del Mar, California, Stati Uniti, 2017 Breeders’ Cup, Venerdì 03 & Sabato 04 Novembre

Del Mar, California, Stati Uniti, 2017 Breeders’ Cup, Venerdì 03 & Sabato 04 Novembre

168
0

Carlo Zuccoli da Como, Sabato 04 Novembre 2017

Per i ritardatari un reminder per le prime cinque corse di questa sera: tutti Gruppi 1, of course.

A Del Mar, come in tutti gli ippodromi Americani, si corre a mano sinistra e il run in, la dirittura è di soli m. 350.
La pista è ovale ed è lunga m. 1.600, con due racchette per le corse a m. 1.400 e a m. 2.000 e ci sono boxes per oltre 2.000 cavalli.
Si corre sul Dirt (ovviamente anche sul Turf) e non su di una superficie artificiale, a suo tempo installata, e poi prontamente sostituita.

Lo stato del terreno è il seguente: Fast per la pista in Dirt e Firm per la pista in Turf.

2017 Breeders’ Cup 1:

2017 Breeder’s Cup 1

Aidan O’Brien ha aggiunto un altro Gruppo 1 ai 26 già vinti quest’anno e si avvia verso la mostruosa cifra di 30, che può raggiungere anche perché si correranno altri Gruppi 1 in Giappone e a Hong Kong.
Mendelssohn (USA) (Scat Daddy), 2, nato il 17 Maggio 2015, mezzo fratello di Beholder (Henny Hughes), 2010, vincitrice di tre corse in vari Meetings della Breeders’ Cup e di Into Mischief (USA) (Harlan’s Holiday), 2005, stallone che funziona alla Spendthrift Farm, Lexington, Kentucky, al tasso di USD $ 100.000 Live Foal, è stato pagato yearling, alle Aste di Settembre di Keeneland, USD $ 3.000.000 (top price dell’anno scorso), ha vinto la Breeders’ Cup Juvenile Turf, m. 1.600, con una dotazione di USD $ 1.000.000.

La madre Leslie’s Lady (Tricky Creek) fu acquistata alle Aste Miste di Novembre di Keeneland, nel 2006, per USD $ 100.000, da Clarkland Farm, che ha sede nella Contea Fayette, Kentucky, di proprietà dei  Signori Nancy & Fred Mitchell e del Signor Marty Buckner.
La vittoria di Mendelssohn è stata straordinaria e ottenuta con il minimo sforzo, grazie anche ad una meravigliosa monta di Ryan Moore.
A mio avviso questo è un cavallo per il Kentucky Derby del prossimo anno.

Il movimento delle scommesse globale per la giornata di ieri è stato di USD $ 52.273.883 e sull’ippodromo sono stati scommessi USD $ 9.280.504 e la presenza degli spettatori paganti è stata di 32.278 (biglietti venduti 37.500 per ciascuna delle due giornate).
Un vero disastro non aver trasmesso quelle corse in Italia che, soprattutto dal punto di vista educativo, sono fondamentali.

Detto ciò entriamo nel rosso dell’uovo delle quattro corse rimaste ieri nei tasti del mio laptop e tutti davanti alla TV (Canale 220 del Bouquet di Sky) con la fresca in bocca, o meglio sulla tastiera del vostro pc.

Attenzione: quando parlo di quote, mi riferisco a quelle dei maggiori bookmakers Inglesi e Irlandesi.

Si confronteranno molto spesso i figli di tre stalloni: Galileo (IRE) (Sadler’s Wells), 1998, tasso di monta € 500.000 no guarantee, TAPIT (USA) (Pulpit), 2001, tasso di monta USD $ 300.000 Live Foal e DUBAWI (IRE) (Dubai Millennium), 2002, tasso di monta £ 250.000 Live Foal.

Fate molta attenzione al fantino Flavien Prat, il capolista di Del Mar per vittorie ottenute quest’anno, con un successo in un Gruppo 1 ieri e due successi in corse dell’under card; naturalmente sotto stretta osservazione Aidan O’Brien che dovrebbe incrementare il suo bottino di 27 Gruppi 1 vinti fino ad ora quest’anno.

Alle H. 23.19 Italiane, Breeders Cup Mile, Gr-1, m. 1.600, Turf, per cavalli di 3 anni e oltre, con una dotazione di USD $ 2.000.000.

I vari numeri dicono WORLD OF APPROVAL (USA) (Northern Afleet), 5, allenato da Mark Casse e montato da John Velasquez, con un Rating del Timeform, aggiustato per la corsa, di 144 (massimo), un Racing Post Rating di 137 e una quota che veleggia intorno al 3/1 – 4.0.
In Canada, sul terreno duro, ha già battuto facile LANCASTER BOMBER (USA) (War Front), 3, allenato da Aidan O’Brien e montato da Seamie Heffernan, praticamente andando in testa, e rendendogli 12 Libbre (Kg. 5,5).
L’avversario, ipotetico, ha un Rating di 135, un Top Speed di 121 e un RPR di 134, con una quota di 9/1 – 10.0.
Corre anche RIBCHESTER (IRE) (Iffraaj), 4, allenato da Richard Fahey e montato da William Buick, con un Rating di 143, un TP di 125, un RPR di 140 e una quota di 7/2 – 4.5: il cavallo è troppo quirky, troppo bizzarro, per i miei gusti.
Qui, con il numero 10, prendere posizione non sarà facilissimo.
Nel Regno Unito fiumi di denaro su ZELZAL (FR) (Sea The Stars), 4, allenato da Jean – Claude Rouget e montato da Gregory Benoist, con un Rating di 133, un TP di 99, un RPR di 127 e una quota di 8/1 – 9.0, ma scesa da 20/1 – 21/1.
Nonostante la “punteria” Inglese non sono per nulla eccitato per questo cavallo.
C’è un’incognita molto, molto affascinante: ROLY POLY (USA) (War Front), 3, allenata da Aidan O’Brien e montata da Ryan Moore, con un Rating di 138, un TS di 120, un RPR di 134, una quota di 13/2 – 7.5 da 8/1 – 9.0.
La cavalla è di taglia piuttosto ridotta e potrebbe essere intimidita dal quel gruppo di maschioni Americani.
Twirl (IRE) (Galileo), Hip 366A, presentata da Hill ‘n’ Dale Sales Agency, del Signor John Sikura, passerà alle Aste Miste di Keeneland, Lexington, Kentucky, Mercoledì 07 Novembre, gravida di Curlin (USA) (Smart Strike), 2004, con un tasso di monta di USD $ 150.000 Live Foa, che funziona presso l’allevamento del Consignorl: si tratta di una sorella piena di Misty For Me (IRE) (Galileo), che è la madre di ROLY POLY (USA) e di US NAVY FLAG (USA), per il quale leggete qui sotto.
Bisogna fare attenzione a HOME OF THE BRAVE (IRE) (Starspanglebanner), 5, allenato da Hugo Palmer e montato da Mike Smith (attenzione), con un Rating di 133, un TS 116, un RPR di 131, e una quota di 33/1 – 34.0.
È un cavallo di testa e non so se riuscirà a ben posizionarsi in corsa. con quel numero (9).
Ci prova SUEDOIS (FR) (Le Havre), 6, che ha vinto, all’ultima uscita, a Keeneland, un Gruppo 1 sul Miglio.
Gli piace correre nelle prime posizioni, ma a Keeneland si è comportato da ottimo finisseur.
Potrebbe essere un bel piazzato.
Lo allena David O’Meara e lo monta Daniel Tudhope: Rating di 133, TS di 109 e RPR di 131, con una quota di 10/1 – 11.0.
Tutto sommato WORLD OF APPROVAL (USA) mi sembra molto difficile da battere.

Alle 11.58 Italiane, Sentient Jet Breeders’ Cup Juvenile, Gr-1, m. 1.700, Dirt, per cavalli di 2 anni, con una dotazione di USD $ 2.000.000.
Secondo il Timeform BOLT D’ORO (USA) (Medaglia D’Oro) dovrebbe essere il favorito con un Rating di 142p (massimo); il RPR è di 137 e la sua quota è scesa da 5/1 – 6.0 a 6/5 – 2.20.
Lo allena Mick Ruis (scusate, ma non lo conosco) e lo monta Corey Nakatani, anni 47.
È stato pagato USD $ 630.000 alle Aste Yearling di Agosto di Fasig – Tipton, a Saratoga, è imbattuto e vola.
Ha disputato tre corse e due sono Gruppi 1 che ha vinto in maniera devastante, battendo SOLOMINI (USA) (Curlin), allenato da Bob Baffert e montato (oggi) da Flavien Prat, che ritrova e che per questa corsa ha un Rating di 125, un RPR di 120 e una quota di 12/1 – 13.0.
Attenzione: con il numero 1 partirà US NAVY FLAG (USA) (War Front), allenato da Aidan O’Brien e montato da Ryan Moore, con un Rating di 141, un RPR di 140 e una quota di 8/1 – 9.0.
Ha una notevole velocità di partenza, ma è di taglia piuttosto ridotta rispetto a quei bestioni Americani e sono sicuro che nel paddock farà arricciare il naso a molti.
Ha vinto le ultime tre corse e una si chiama Darley Dewhurst Stakes, Gr-1.

 

Alle 0.37 Italiane, Longines Breeders’ Cup Turf, Gr-1, m. 2.400, per cavalli di 3 anni e oltre, con una dotazione di USD $ 4.000.000.
Ho un’opinione completamente diversa dal Timeform, che assegna il Rating massimo a ULYSSES (IRE) (Galileo), 4, allenato da Sir Michael Stoute e montato da Lanfranco Dettori, con un TS di 132 e un RPR di 141, che è stato ritirato su consiglio veterinario, mentre assegna uno striminzito 142 a HIGHLAND REEL (IRE) (Galileo), 5, allenato da Aidan O’ Brien e montato da Ryan Moore, che ha un TS di 131, un RPR di 137 e una quota di 11/8 – 2.375.
HIGHALND REEL(IRE), che ha già vinto questa corsa lo scorso anno, a Santa Anita, è uno dei cavalli più tosti e più consistenti che ho visto correre in tanti ippodromi, e lo ha dimostrato proprio girando il mondo, andando per Gruppi 1.
Va in testa (quando può), ama il terreno duro, e non molla mai: difficilissimo superarlo, soprattutto a m. 2.400.
Interessantissimo, anche perché è un cavallo super allenato da un Maestro come Roger Charlton e montato da un altro Maestro, che si chiama Andrea Atzeni, che ha un Rating di 139, un TS di 114, un RPR di 135, e una quota di 8/1 – 9.0, è DECORATED KNIGHT (GB) (Galileo), da molti sottovalutato.
Potrebbe essere il piazzato netto.
Potrebbe figurare bene SEVENTH HEAVEN (IRE) (Galileo), 4, allenato da Aidan O’Brien, montato da Seamie Heffernan, con un Rating di 138, un TS di 114, un RPR di 137, una quota di 10/1 – 11.0 (da 2571 – 26.0).
In definitiva credo che HIGHLAND REEL (IRE) non lo si batte.
FANCIFUL ANGEL (IRE) (Dark Angel), 5, con un Rating di 130, un TS di 109, un RPR di 127, una quota di 33/1 – 34.0, che ha lasciato le scuderie Inglesi di Marco Botti, per passare niente meno che a Chad Brown (e vi pare poco?), ha una piccolissima chance, magari di un piazzamento: Chad Brown già gli ha fatto fare un secondo posto in un Gruppo 1, vero, a Belmont Park.
Molto più pericoloso BEACH PATROL (USA) (Lemon Drop Kid), 4, con un Rating di 138, un RPR di 131, una quota di 6/1 – 7.0 (da 20/1 – 21.0).

 

Avanti per l’ultimo sforzo (ne vale la pena, credete a me: due giornate (due serate in Europa) di corse così non si vedono tutti i giorni.
Alle 01.35 Italiane, Breeders’ Cup Classic, Gr-1, m. 2.000, Dirt, per cavalli di 3 anni e oltre, con una dotazione di USD $ 6.000.000.
Gli Inglesi lo chiamano conundrum (pronunciare conandrum), noi lo chiamiamo enigma.
Saprà ARROGATE (USA) (Unbridled’s Song), 4, allenato da Bob Baffert, montato da Mike Smith, con un Rating di 148 (massimo), con un TS di 129 e un RPR di 150, con una quota di 9/4 – 3.25, rifare il numero dello scorso anno, a Santa Anita e di quest’anno a Gulfstream Park, nella Pegasus Cup e a Meydan nella Emirates Dubai World Cup?
La chiave della corsa è tutta lì.
ARROGATE (USA) entrerà in razza il prossimo anno a Juddmonte Farm, a Lexington, Kentucky e ha lavorato Lunedì, a Santa Anita, coprendo i m. 1.000 in un minuto netto, fatto strano per lui.
E’ in corso un battage pubblicitario pazzesco per l’entrata in razza, il prossimo anno, in Kentucky, di ARROGATE (USA), il cui tasso di monta, ovviamente, sarà fissatp dopo questa corsa.
Per quanto riguarda Frankel (GB) (Galileo), 2008, il suo tasso di monta, presso la stessa premiata Ditta Juddmonte Farm, al Banstead Manor Stud, a Cheveley, Newmarket, funzionerà nel 2018 al tasso di monta di £ 175.000 Live Foal.
ARROGATE (USA) ha il  numero 1 di steccato e il suo fantino dovrà manovrare di fino per prendere una buona posizione, anche perché il cavallo, a Meydan, è uscito dalle gabbie mezzo passo indietro agli altri.
I bene informatimi dicono due cose: 1) GUN RUNNER (USA) (Northern Afleet), 5, allenato da Bob Baffert e montato da José Ortiz, con Rating di 147, TS di 124, RPR di 143, quota di 9/4 – 3.25, vola, ma è stato secondo di ARROGATE (USA), a Meydan, 2) CHURCHILL (IRE) (Galileo), allenato da Aidan O’Brien e montato da Ryan Moore, con un Rating di 140, un RPR di 140, una quota di 18/1 – 19.0 (da 33/1 – 34.0), nonostante sia la prima volta che corre sul Dirt, e quindi sia come sparare un colpo nel buio, ha uno stile di galoppare che dovrebbe andare benissimo per una corsa Americana e poi è di conformazione abbastanza importante.
WAR DECREE (USA) (War Front), 3, che ha corso benissimo, di recente, a Dundalk, con un Rating di 134p, con un TS di 82, un RPR di 129, una quota di 28/1 – 29.0 (da 50/1 – 51.0), che ha avuto una sosta dopo il QIPCO Prix du Jockey Club, il finto Derby Francese, è annunciato in grande spolvero e in grande miglioramento.
Mi ricordo benissimo la corsa di Ascot: chiuso allo steccato di fronte alle tribune dallo sbandante Ribchester (IRE), non è mai riuscito a prendere l’azione: se ha conservato lo scatto micidiale può fare un numero.
33/1 – 34.0 era meglio di 18/1 – 19.0: o prendere o lasciare per l’each way.
Good luck!

 

(Credits: Getty Images)

(168)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI