Galoppo, la strana Primavera che porta alle classiche

Galoppo, la strana Primavera che porta alle classiche

Galoppo, la strana Primavera che porta alle classiche

110
0

Un mese è quasi volato via in una strana primavera, fatta di caldo estivo, brusche sterzate di vento semi-polare, scrosci incontrollabili di piogge. Ed i cavalli? Aspettano. L’ultimo week-end di aprile per tornare in pista, mettersi alla prova in quel calendario ippico scandito inesorabilmente dal tempo, che porta alla selezione dell’elemento migliore della generazione dei tre anni.

E così le Classiche (con la C maiuscola) iniziano con le Ghinee, passano per il Derby, approdano al St Leger. Tempi stabiliti dai padri, meglio dai nonni, fondatori.

Partiamo quindi da Roma, sponda Capannelle galoppo, per seguire le prime due prove di selezione: Il Parioli, ed il Regina Elena, pattern sui 1600 metri in pista grande riservate ai tre anni divisi per sesso.

Iniziamo con le femmine, Premio Regina Elena, 4° corsa ore 16,30.

Quindici nelle gabbie di partenza con ben 8 di provenienza ramificazioni famiglia Botti: Cenaia/Milano (6), Chantilly (1) Pisa (1). L’unione, anche se molte corrono con chance propria, fa la forza, e l’idea che gira è quella che Mi Raccomando possa essere la migliore del lotto. Caduta all’apertura delle gabbie nel trial per eccellenza il Premio Torricola, la figlia di Poet’s Voice, affidata a Fabio Branca e  legata da rapporto di scuderia con Into the Lane (Andrea Atzeni in sella) e Candy Store (Cristhian Demuro) che ne rafforza in modo autentico la possibilità, dovrà ripetere la prestazione di Milano in autunno nel Dormello, quando fu battuta di misura dalla tedesca Rainbow Royal, e solo dopo un percorso veramente oneroso. L’insidia potrà venire dalla maiden di classe Fataliste, (Botti Endo con Cristiana Brivio da Pisa) il cui team ha ingaggiato Frankie Dettori, e che sulla sua strada in due uscite da metà marzo scorso ha trovato un maschio buono (Handa Muchaco) e la citata Candy Store. Sorpresa la francese di training italiano (Simone Brogi) Fongani che porta linee addirittura spagnole, ma autrice di valide corse sui terreni buoni.

Tra i maschi del Parioli, 6° corsa ore 17,50 si prevede una delle prove più attese dell’annata con tre soggetti che fino a questo punto hanno impressionato, in ordine rigoroso di programma: Anda Muchacho, Patriot Hero e Together Again.

Il primo è il milanese della Incolinx e dominatore del Gardenghi alla sola seconda uscita in carriera. I mezzi sono illimitati e la fiducia nel team è veramente molto alta. Si parla di un lavoro mattutino notevolmente buono che porterebbe il figlio del campione Australiano Helmet a giocarsi una chanche importante. Patriot Hero è il “nostro” Pivotal che segnalammo al debutto a Firenze lo scorso autunno, e che quest’anno si è mostrato in una esibizione di pura classe e potenza un mese e mezzo fa a Roma scattando ancora verde in mezzo alla pista, per dominare Biz Power e Sun Devil che ritrova.

Chiudiamo il cerchio con Togheter Again, altro figlio di Pivotal che ha vinto a Roma in estrema scioltezza il Daumier (da sempre il trial più probante per il Parioli). La griffe di Stefano Botti, la monta di Fabio Branca e le voci toscane che raccontano anche per lui di un morning work very excitment.

Le Classiche sono iniziate, cosa aspettate snai.it, per gli aggiornamenti in diretta di quote, altrimenti scaricate la App Ippica che è veramente ben fatta.

Buon Week-end a tutti.

(110)

Andrea Zanoboni Andrea Zanoboni, Zanna per tutti, nasce nella affascinante e selvaggia Maremma, terra di cavalli e cavallari che lo porta a sviluppare interesse natur... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI