Se la giocano sempre tra di loro: da Dr. Fager a I Am Maximus

Se la giocano sempre tra di loro: da Dr. Fager a I Am Maximus

Se la giocano sempre tra di loro: da Dr. Fager a I Am Maximus

331
0

I Am Maximus (FR) (c. b. 2016 Authorized) il giorno 13 Aprile 2024, all’ippodromo di Aintree, ha vinto il Randox Grand National Handicap Chase, 4m2 1/2f, dotato di un montepremi di £ 1.000.000, alla quota di 7/1 JF.

 

Como, 15 Aprile 2024

 

Sabato 14 Aprile I Am Maximus (FR) (c. b. 2016 Authorized), allevato dai Signori Ronald Huggins & George William Tiney, di proprietà del Signor J. P. McManus, allenato a Muine Bheag, Co. Carlow, Irlanda, dal Signor Willie Mullins, montato da Paul Townend, ha vinto, direi per dispersione, con un’accelerazione finale davvero micidiale, il Randox Grand National Handicap Chase, ad Aintree, davanti ad una folla oceanica, per usare un’espressione retorica, ma appropriata all’occasione.

Il Signor Willie Mullins, al momento, capeggia la classifica degli allenatori per le corse National Hunt in Gran Bretagna: somme vinte £ 2.874, 693, davanti al Signor Dan Skelton, di stanza ad Alcester, Warwickshire, Inghilterra, con somme vinte per £ 2.821,886.

.=.=.=.=.=.=.=

 

Lo studio della genealogia di I Am Maximus mi ha rivelato delle storie molto interessanti, facendomi arrivare, ancora una volta,  alla conclusione che l’allevamento del Purosangue, quello con la P maiuscola, è un’attività che ha visto e vede come protagonisti, gira e rigira, quasi sempre le stesse persone: un circolo ampio, di “stirati come delle cartoline” con i contributi statali, naturalmente,  che ha dominato e domina, giustamente, questo mondo affascinante.

.=.=.=.=.=.=.=.

 

Dobbiamo risalire alla sesta madre di I Am Maximus e lì troviamo una fattrice che, in un certo senso, ha contribuito a fare la storia del Purosangue: Aspidistra (USA) (f. b. 1954 Better Self).

In corsa solo due vittorie e quattro piazzamenti per USD $ 5.115: ebbe problemi ad un ginocchio e forse anche ai polmoni, ma diventò una fattrice, se non la fattrice base per Tartan Farms, un complesso centenario con sede a Ocala, Florida.

Ha dato i natali a Dr. Fager (USA) (m. b. 1964 Rough And Tumble), che ha vinto 18 corse, che si è piazzato tre volte per un totale di USD $ 1.002.642.

Nel 1968 è stato Horse of the Year: ha vinto da sette furlongs a dieci furlongs per l’allenamento del Signor John Nerud.

Esiste un libro, a dir poco straordinario, scritto da due autori, altrettanto straordinari, i Signori Tony Morris (per l’Europa) e il Signor Jophn P. Sparkman (per gli Stati Uniti): “In Our Times, Memories Of Great Racehorses”, pubblicato nel 2016 da Thoroughbred Advertising, Oxted, Surrey, Inghilterra.

Posseggo la copia n. 793 (su 1.300) autografata dai due autori.

Dopo aver frequentato la John Hopkins University, a Baltimora, nel Maryland, il Signor Sparkman, andò a lavorare alla Windfields Farm, a Chesapeake, Virginia, ai tempi in cui funzionava come stallone Northern Dancer (CAN) (m. b. 1961 Nearctic), per poi trasferirsi a Lexington, Kentucky, occupandosi della supervisione dei cataloghi per la casa d’Aste Keeneland Association.

Diventò General Manager del Pillar Stud, con sede a Lexington, di proprietà del Signor William Du Pont III, appartenente ad una famiglia di banchieri.

Infine, si occupò di allevamento e aste per la rivista Thoroughbred Times, ora e semi – ritirato.

In un capitolo del citato libro (ci sono favolose fotografie), racconta la storia di Dr. Fager e di Damascus (USA) (m. b. 1964 Sword Dancer), due cavalli, a dir poco, straordinari.

Damascus è stato allevato dalla Signora Thomas Bancroft, che lo fece correre, per l’allenamento del Signor Frank Whiteley Jr.: funzionò come stallone alla Claiborne Farm, a Paris, Kentucky.

Nel 1967, i due migliori cavalli di 3 anni, Damascus e Dr. Fager, si scontrarono nelle Woodward Stakes, all’ippodromo di Aqueduct, Jamaica, Stato di New York.

In corsa anche Buckpasser (USA) (m. b. 1963 Tom Fool), Campione dei 3 anni l’anno precedente, che arrivava da una “stringa” di 16 vittorie.

Tutti parlavano come della corsa del secolo.

Gli allenatori di Damascus e di Buckpasser iscrissero altri due loro cavalli perché sapevano benissimo che se Dr. Fager fosse andato in testa facendo i comodacci suoi non sarebbe stata una corsa.

Nelle gabbie di partenza, per caso, quei due pacemakers erano situati uno a destra e uno a sinistra di Dr. Fager.

Risultato: Dr. Fager 45 e 1/5 per i primi 800 metri e 1.09 1/5 al passaggio dei 1.200 metri.

Ai quattrocento metri finali svenimento di Dr. Fager e passeggiata di salute di Damascus: Buckpasser, sempre con terribili problemi ai piedi, arrivò secondo.

Damascus fu proclamato Cavallo dell’Anno.

Nel 1968 Dr. Fager, letteralmente esplose: nel Washington Park Handicap, che si correva ad Arlington, Illinois, sulla distanza del Miglio, con 134 Libbre (quasi Kg. 61), vinse nel tempo di 1.32 1/5 record che ha resistito per 40 anni.

.=.=.=.=.=.=.=

 

A 4 anni i due nemici di sempre, Damascus e Dr. Fager si scontrarono due volte.

Nel Suburban Handicap, a Belmont Park, Elmont, Stato di New York, Dr. Fager vinse in 1.59 3/5 sulla distanza di duemila metri, eguagliando il record della corsa.

Nel Brooklin Handicap, sempre a Belmont Park, fu iscritto un battistrada per Damascus per “massacrare “ Dr. Fager sulla distanza di milleottocento metri.

La tattica ebbe successo: primo Damascus, perché Dr. Fager camminò troppo svelto fin dall’inizio, per poi capitolare.

La corsa fu vinta in un tempo inferiore di un quinto di secondo a quello fatto segnare da Dr. Fager in precedenza.

Dr. Fager è stato l’unico Purosangue Americano a vincere quattro titoli in quattro anni diversi: Cavallo dell’Anno, Campione degli anziani, Campione dei velocisti e Campione sull’erba.

.=.=.=.=.=.=.=

 

Damascus era un cavallo di taglia media  con una spalla molto potente e dei garretti piuttosto “strani”, retaggio di suo nonno materno My Babu (FR) (m. b. 1945 Djebel), che a sua volta li aveva ereditati (i garretti cosiddetti “falciati”) da suo nonno paterno Tourbillon (FR) (m. b. 1928 Ksar).

Dr. Fager era un cavallo di taglia importante, piuttosto lungo di reni, però molto ben bilanciato, con una presenza che davvero rubava l’occhio.

Era un cavallo che aveva notevole carisma e il suo allenatore, il Signor John Nerud,  a quattro anni, gli fece crescere la criniera a dismisura  così quando si  muoveva, al suo passaggio, dava l’impressione del cavallo selvaggio con quel modo di muovere la coda e la criniera.

Dr. Fager aveva i piedi ruotati all’interno, era insomma piuttosto “cagnolo”, e il maniscalco e i suoi uomini avevano un bel daffare quotidiano per tenerli in ordine.

Inoltre, tanto per non farsi mancare nulla, era soggetto a frequenti coliche.

La sua linea maschile é quella di Eclipse (GB) (m. s. 1764 Marske).

Dr. Fager ha prodotto 35 Stakes Winners su 265 foals (13,2%), mentre Damascus di Stakes Winners ne ha messi al mondo 71 su 769 prodotti (9,2%).

Dr. Fager è morto a 12 anni, a seguito di una delle sue coliche, mentre Damascus ha vissuto fino a 31 anni.

.=.=.=.=.=.=.=

 

Torniamo alla nostra Aspidistra che avevamo lasciato quale madre di Dr. Fager.

Il suo prodotto successivo è stato Ta Wee (USA) (f. b. o. 1966 Intentionally), Campionessa degli sprinters nel 1969 e nel 1970.

Aspidistra è la quarta madre di Unbridled (USA) (m. b. 1987 Fappiano), vincitore anche del Kentucky Derby e stallone di primissima categoria, è la sesta madre di Liam’s Map (USA) (m. gr. 2011 Unbridled’s Song), due corse di Grado 1, tra le quali il Breeders’ Cup Mile e stallone a Lane’s End Farm, Versailles, Kentucky, dove funziona al tasso di USD $ 40.000 e la terza madre di Tayasu Tsuhoshi (JPN) (m. b. o. 1992 Sunday Silence), vincitore del Tokyo Yushun, il Derby Giapponese.

.=.=.=.=.=.=.=.

 

La quinta madre di I Am Maximus si chiama Magic (USA) (f. b. o. 1969 Buckpasser), che è una mezza sorella di Dr. Fager e di Ta Wee.

Sempre materiale Tartans Farm.

Una figlia di Magic, Charedi (USA) (f. b. o. 1976 In Reality), è la madre di Pentelicus (USA) (m. b. 1984 Fappiano), discreto cavallo da corsa, ma modesto stallone.

Udite, udite, come già scritto più sopra, Charedi ha messo al mondo Gana Facil (USA) (f. b. 1981 Le Fabuleux), che ha prodotto Unbridled e Cahill Road (USA) (m. b. 1988 Fappiano), vincitore di Grado 1 e discreto in razza.

Con Gana Facil entra in scena Coolmore Stud che ha acquistato questa fattrice, ma non si sa cosa ne ha fatto.

Una sua figlia, Ganasheba (USA) (f. s. 1992 Alysheba), allevata da Frances A. Genter Stable, Inc. seconda madre di I Am Maximus e mezza sorella di Unbridled e Cahill Road, è stata acquistata, yearling, alle Aste di Luglio di Keeneland, nel 1993, per USD 350.000 dai Fratelli Wertheimer e ha corso fino al 1996.

In razza ha partorito Polisheba (FR) (f. b. 2003 Poliglote), sempre “I fratelli Chanel”, terza, a tre anni, in una Listed a Saint – Cloud, sulla distanza del Miglio, vincitrice, tra Francia e Stati Uniti, di USD $ 102.320.

È la madre di I Am Maximus, venduto yearling, nel 2017, alle Aste di Agosto di Arqana, per Euro 26.000.

A 4 anni I Am Maximus era allenato dal Signor Nicky Henderson, a Seven Barrows, Lambourn, Berkshire, per il quale ha vinto una Bumper a Cheltenham e una Maiden Hurdle a Newbury, per poi passare in allenamento al Signor Willie Mullins, per il quale, prima del Grand National aveva vinto una corsa di Grado 1, in chase a Fairyhouse, nel Dicembre dell’anno 2023 e un Grado 3, sempre a Fairyhouse, il giorno 24 Febbraio 2024.

Non per niente era co – favorito, alla quota di 7/1, con Limerick Lace (IRE) (f. b. 2017 Walk In The Park), allenata dal Signor Gavin Cromwell, a Navan, Co. Meath, Irlanda, finito decimo Sabato.

Stessa proprietà di I Am Maximus: il Signor J. P. McManus, il più importante proprietario di cavalli da ostacoli che, ad Aintree, nella riunione che si è conclusa Sabato, ha dominato in lungo e in largo.

.=.=.=.=.=.=.=

 

Carlo Zuccoli

(carlozu43@gmail.com)

.=.=.=.=.=.=.=

Foto: Carlo Zuccoli a Goodwood nel Luglio 2023 (Credits: Alan Crowhurst)

(331)

Redazione Redazione SNAI Sportnews... VAI ALLA PAGINA AUTORE