I lettori scrivono…2

I lettori scrivono…2

I lettori scrivono…2

127
0

Foto di apertura: Amer (KSA) (m. gr. 1984 Wafi), lo stallone top per il Purosangue Arabo, una sorta di Galileo (Foto Archivio Al Adiyat, Dubai)

 

Como, 30 Novembre 2020

 

Egregio Dr. Zuccoli,

nella sua risposta ai quesiti del Dr. Massimo Nutini lei, molto laconicamente, risponde: “Who knows?”.
Molto bello… ma aspettiamo sue risposte Dott. Zuccoli: non ci può lasciare così!
Nella mia umile esperienza con il Purosangue Arabo (Psa) ho notato come il “blood shock” di un out-crossing genera spesso, quando si incrocia una fattrice di buona qualità in linea materna (nata da un buon padre) con uno stallone produttore e non consanguineo, prodotti mediamente migliori della media della popolazione.
In termini di risultato, il medesimo riscontrabile nell’ibrido F1 in zootecnia (incroci industriali con razze diverse di polli, vacche, ovini etc.).
Il problema solitamente nel Psa è però continuare, salvo in-breedings successivi, su linee materne per cercare di fissare alcune caratteristiche, per poi ripartire magari con un nuovo out-crossing.

Ebraz (GB) (m. gr. 2013 Amer). vincitore di 6 crse di Gruppo1, all'arrivo a Longchamp (Foto Archivio Al Adiyat, Dubai).
Ebraz (GB) (m. gr. 2013 Amer). vincitore di 6 crse di Gruppo1, all’arrivo a Longchamp (Foto Archivio Al Adiyat, Dubai).

In merito, mi piace ricordare l’esempio di Ebraz (GB) (m. gr. 2013 Amer), che è un tipico Desert Bred Arabian horse, che nasce da un out – crossing tra Amer (KSA) (m. gr. 1984- 2017 Wafi), il Galileo del Psa e Massamarie (FR) (f. s. 1993 Tidjani), una cavalla nata da un in – breeding 3×3 su Mandragore (FR) (f. b. 1955 Dragon), 3×3 su Saint Laurent (FR) (m. s. 1948 Baroud II), 4x4x4 su Magnesie (FR) (f. b. 1949 Denouste) e 4x4x4 su Dragon (FR) (m. s. 1940 Norninz).
Ebraz, vincitore di ben 6 GR-1 è uno dei tanti esempi del buon lavoro del “blood shock” dell’out-crossing su una mamma nata da un precedente “hard” in – breeding.
Io sono nuovo nel mondo del Purosangue Inglese (ho iniziato a studiare pedigree di Psi, investendoci molte notti insonni, solo a Luglio 2018) e queste mie convinzioni nel Psa, che è ad un livello molto primitivo nella selezione, sono ancora sfuocate in un eventuale incrocio in out – crossing nel Psi, che è ben più avanti nella selezione e con la necessità di gestione di particolari variabili quali dirt / turf, sprinter / miler / stayer.
Qui mi servono le sue risposte (perdoni lo sfacciato egoismo di pretendere delle informazioni “tecniche” dai campioni del passato).
Cortesemente le chiederei delle risposte su questi miei quesiti.
1. Storicamente nel Psi i casi più riusciti di out – crossing partono da Dam Sires affermati o hanno avuto buona riuscita anche con Dam Sires “anonimi” e poco produttivi sia come Dam Sires che Sires?
2. Il dato storico dell’out – crossing (esempi di successo) porta incroci dirt / turf, turf / turf oppure dirt / dirt (riferendomi alla carriera in corsa del padre e del padre di madre nell’incrocio?
3. Il Dam Sire dell’out – crossing di successo è per la maggior parte stallone sprinter oppure miler / stayer?
Certo di una sua risposta in merito, raccontandoci origini e gesta dei campioni del passato, nati dagli out – crossing di maggior successo, la saluto cordialmente, con la speranza di rivederla presto, magari come l’ultima volta nella “sacra” arena di Keeneland, Lexington/Kentucky.

 

Mattia Cadrobbi

 

Grazie mille delle sue considerazioni.
Io non rispondo, suscito un dibattito tra lettori, anche perché non sono il depositario della verità: le deve rispondere chi è acculturato nel Purosangue Arabo, chi ha idee magari diverse dalle sue per quanto riguarda le teorie di allevamento anche per il Purosangue Inglese, etc.
Tutte le teorie possono essere valide, perché allevare cavalli da corsa, siano essi Purosangue Arabi o Inglesi, non è, ahimè, una scienza esatta.

Carlo Zuccoli

 

(127)

Carlo Zuccoli Carlo Zuccoli has a degree in law (1970): Università degli Studi di Milano, discussing a thesis (administrative law) on UNIRE, at the time the entity... VAI ALLA PAGINA AUTORE