La Sanseverino e Charlatan o viceversa

La Sanseverino e Charlatan o viceversa

La Sanseverino e Charlatan o viceversa

103
0

Foto di apertura: Speightstown (USA) (m. s. 1998 Gone West), il padre di Charlatan, farà la monta, quest’anno, a WinStar Farm, Versailles, Kentucky, al tasso di USD $ 90.000 (Foto da Blood Horse Stallion Register)

Como, 18 Gennaio 2021

Nelle scorse settimane ho scritto e pubblicato alcuni articoli circa l’allevamento del purosangue e le varie teorie per gli incroci e alcuni lettori hanno mandato scritti interessanti, che sono stati pubblicati e che hanno avuto un certo successo.
Si è dibattuto circa l’in – breeding e l’out – crossing e sono saltate fuori osservazioni anche acute a dimostrazione che una certa cultura ippica la si trova ancora, soprattutto in alcuni racegoers, duri a morire (proprio per la loro passione).

Anonimo. Presunto ritratto di Barbara Sanseverino, XVI Secolo, Fontanellato, Rocca Sanvitale (dal volume citato più sotto).
Anonimo. Presunto ritratto di Barbara Sanseverino, XVI Secolo, Fontanellato, Rocca Sanvitale (dal volume citato più sotto).

È uscito da pochi giorni un libro, che ho subito comperato e subito divorato, che si intitola: “La Sanseverino Giochi erotici e congiure nell’Italia della Controriforma”, di Gigliola Fragnito, che ha insegnato Storia Moderna all’Università di Parma, edito da Il Mulino.
Nel Settembre del 1564 Giberto Sanvitale, Conte della Sala sposò Barbara Sanseverino, nata a Milano nel 1550 o nel 1551.
Barbara era figlia di Gian Francesco Sanseverino e della cugina Lavinia Sanseverino.
I genitori si erano sposati nel 1538, nonostante la stretta parentela, e solo nel 1549 avevano ottenuto la dispensa di Paolo III dal vincolo di consanguineità.
Nel 1584 la Contessa della Sala fece richiesta di annullamento del suo matrimonio per vincolo di consanguineità.
Per provare il vincolo di consanguineità “Barbara chiamò a testimoniare Eufrosina Visconti, vedova del Marchese Uberto Pallavicino, e la zia Anna Giulia Sanseverino, monaca a S. Agostino di Parma, che fornirono prove circa i rapporti di parentela risalenti alle sorelle Caterina e Margherita Visconti.
Se, infatti, da Caterina, sposata con Carlo Barbiano di Belgiojoso, discendeva Livia, prima moglie di Giberto (Sanvitale, n. d. r.), dall’unione di Margherita con Jacopo Pallavicino era nata Ippolita andata sposa a Giulio Sanseverino, nonno di Barbara………. La proibizione di nozze entro il terzo e il quarto grado di consanguineità o di affinità, ribadita nel 1563 dal Concilio di Trento, costituiva un serio impedimento alla stipula di unioni che vi contravvenissero, salvo facili concessioni di dispense da parte dei Vescovi……… (testo tratto dal citato volume).

 

A quell’epoca il Purosangue non era ancora stato concepito altrimenti sia il Concilio sia quei Vescovi, che “andavano dritti”, avrebbero emesso bolle tremende – anche se le bolle, per la precisione, le emette la Curia Romana con il sigillo del Papa – contro l’in – breeding.
Cosa avrebbero detto della genealogia di Charlatan (USA) (m. s. 2017 Speightstown), magnifico purosangue, che è stato acquistato alle Aste Yearlings di Keeneland, nel Settembre dell’anno 2018, per USD $ 700.000 da SF Bloodstock e da Starlight West e mandato in allenamento in California da Bob Baffert?
Il cavallo ha vinto, a 3 anni, l’Arkansas Derby, Gr-1, ma è stato squalificato per doping, si è poi fatto male e ha subito un’operazione, credo a un nodello: è rientrato il 26 Dicembre 2020, a Santa Anita, vincendo le Runhappy Malibu Stakes, Gr-1, 7f, per quattro lunghezze e mezza, alla quota di 8/5, pur non correndo dal giorno 02 Maggio 2020 (Arkansas Derby).
È stato allevato da Stonestreet Thoroughbred Holdings LLC.

Charlatan vince le Malibu Stakes, Gr-1, 7f, il giorno 26 Dicembre 2020, all’ippodormo di Santa Anita (Foto Blood Horse).
Charlatan vince le Malibu Stakes, Gr-1, 7f, il giorno 26 Dicembre 2020, all’ippodormo di Santa Anita (Foto Blood Horse).

 

Charlatan è in – bred 3×4 su Mr. Prospector (USA) (m. b. 1970 Raise A Native), 4×5 su Secretariat (USA) (m. s. 1970 Bold Ruler), 5×5 su Bold Ruler (USA) (m. b. o. 1954 Nasrullah), 4×5 su Dr. Fager (USA) (m. b. 1964 Rough ‘N’ Tumble), 5×5 su Northern Dancer (CAN) (m. b. 1961 Nearctic).

 

Credo che i Vescovi del tempo di cui sopra sarebbe impazziti davanti a simile scempio: altro che dispense, altro che bolle, ci sarebbe stato il rogo sulla pubblica piazza di Lexington, Kentucky!
Invece il nostro amico è vivo e vegeto ed è favorito, nel mercato ante – post, quello vero, per la Saudi Cup del giorno 20 Febbraio 2021 (USD $ 20.000.000 il montepremi), alla quota, molto, molto, invitante di 2/1 e se l’avversario sarà, come pare, Mishriff (IRE) (m. b. 2017 Make Believe), vincitore del Grand Prix del Jockey Club 2020, Gr-1, 1m2f1/2, possiamo stare tranquilli.
Il padre di Charlatan è il fenomenale Speightstown (USA) (m. s. 1998 Gone West) che, quest’anno, farà la monta a WinStar Farm, Versailles, Kentucky, al tasso di USD $ 90.000.
Il padre di Mishriff, Make Believe (GB) (m. b. 2012 Makfi) farà la monta, sempre quest’anno, al Ballylynch Stud, a Thomastown, Co. Kilkenny, Irlanda, al tasso di € 15.000.

 

Attendo i vostri commenti.

 

Carlo Zuccoli
(carlozu43@gmail.com)

 

P. S. Quello che segue non c’entra nulla con quello che precede, ma sono due notizie, importanti, molto importanti.
Ieri, alle 2.50PM CET, Envoi Allen (FR) (m. b. 2014 Muhthatir), acquistato a 4 anni alle Aste Tattersalls di Cheltenham per Ghinee 400.000, ha vinto l’undicesima corsa a fila, Skybet Killiney Novices’ Chase, Gr-3, 2m4f, all’ippodromo di Punchestown, in Irlanda, alla quota di 2/1 on, restando imbattuto!
Rendeva ben 11 Libbre agli avversari (Kg. 5 meno 6 Grammi).
Ora vale riga nel Cheltenham Marsh Novices’ Chase, Hr-1, 2m4f, che si correrà il 18 Marzo durante il Festival.
Invece la sua quota, in UK, è ancora di 11/10 on: se lo stesso mercato è aperto in Italia, a quella quota, dentro con le valige, anche perché la scommessa non potrà essere rifiutata: in ante – post tout va o quasi, se di mercato vero si tratta.
Nel corso del tempo i bookmakers potranno aggiustare le varie quote così come, meglio ancora potranno farlo, a partenti dichiarati, riuscendo a formare un libro molto equilibrato).

 

Sabato, nel corso di un’intervista per il canale Televisivo ITV, il Signor Douglas Erskine – Crum, vestito di nero con cravatta nera, CEO mondo di Juddmonte, ha comunicato che Sua Altezza il Principe Khaled bin Abdullah bin Abdul Rahman Al Saud ha personalmente stabilito gli incroci per le 200 fattrici, poco tempo prima di morire.
Ho grande rispetto e simpatia per gli Arabi, ma non sapevo che uno di essi, sia pure un Principe, in preda, da anni, ad una delle peggiori malattie che possono colpire un uomo, incosciente, potesse elaborare gli incroci per 200 fattrici.
Un miracolo di Allah?
Quel Signore ha pure aggiunto che, se nel 2025 Juddmonte dovesse avere un Campione di 3 anni (e perché non di 2 anni nel 2024?), questi sarebbe dovuto alla bravura di Sua Altezza.
Ciliegina sulla torta: secondo costui la famiglia continuerà, come se nulla fosse accaduto, nell’operazione Juddmonte: peccato che, al momento, nessuno è interessato a farlo.
Staremo a vedere.
L’ipocrisia e la falsità degli Inglesi, molte volte, supera l’immaginabile.

 

C. Z.

Ricordo di Sua Altezza il Principe Khaled bin Abdullah bin Abdul Rahman Al Saud di Sua Eccellenza lo Sceicco Ahmed bin Rashid Al Maktoum (da Thoroughbred Daily News).
Ricordo di Sua Altezza il Principe Khaled bin Abdullah bin Abdul Rahman Al Saud di Sua Eccellenza lo Sceicco Ahmed bin Rashid Al Maktoum (da Thoroughbred Daily News).

 

(103)

Carlo Zuccoli Carlo Zuccoli has a degree in law (1970): Università degli Studi di Milano, discussing a thesis (administrative law) on UNIRE, at the time the entity... VAI ALLA PAGINA AUTORE