Un miglioratore straordinario: un suo figlio a segno nel Kentucky Derby (Tribunali permettendo)?

Un miglioratore straordinario: un suo figlio a segno nel Kentucky Derby (Tribunali permettendo)?

Un miglioratore straordinario: un suo figlio a segno nel Kentucky Derby (Tribunali permettendo)?

107
0

Foto di apertura: Arabian Knight (m. b. 2020 Uncle Mo) il giorno 05 Novembre 2022, all’ippodromo di Keeneland, Lexington, Kentucky, ha vinto una Maiden Special dotata di USD $ 250.000, a 7F, alla quota di 1,76F, per ben sette lunghezze e un quarto. (Coady Photography).

 

Como, 30 Gennaio 2023

.-.-.-.-.-.-.-

Ero presente alle Aste di Novembre di Fasig Tipton dell’anno 2010 quando Coolmore acquistò Playa Maya (USA) (f. b. o. 2000 Arch), per USD $ 1.650.000 coperta da Broken Vow (USA) (m. b. 1997 Unbridled), la madre di Uncle Mo (USA) (USA) (m. b. 2008 Indian Charlie).

Il giorno dopo, durante le Aste Miste di Keeeneland, ebbi un lungo colloquio con il Signor Michael Tabor e gli domandai cosa aveva spinto il “Gruppo” a spendere quella cifra per quella fattrice.

La risposta fu che Todd Pletcher, l’allenatore di Uncle Mo, aveva detto che riteneva quel cavallo un fuoriclasse, che avrebbe vinto la Breeders’ Cup Juvenile (fatto avvenuto) e che avrebbe brillato anche a 3 anni.

Non è stato esattamente così, ma ora Uncle Mo è uno degli stalloni, in assoluto, più richiesti negli Stati Uniti e funziona all’Ashford Stud, a Lexington, Kentucky, al tasso di USD $ 150.000, da pagarsi dai proprietari delle fattrici coperte quando i  nati stanno in piedi e “tettano” per almeno 48 ore.

Il prodotto 2011 di Broken Vow prese il nome di Souperfast (USA) (c. b.), vinse 7 corse e si piazzò 9 volte, per un totale di USD $ 288.192.

Fu pagato, da yearling, alle Aste di Keeneland, USD $ 500.000 da Second Stride – Rehomed as OTTB.

Nel 2012 è nato un fratello pieno di Uncle Mo, di nome Indian Trail (USA) (m. b. Indian Charlie), che non ha combinato gran che in corsa (1 vittoria e 2 piazzamenti per USD $ 80.850), ma funziona come stallone, dal 2016, all’Haras Sumaya, in Cile.

Negli anni 2013, 2014 e 2015, Playa Maya è stata coperta sempre da War Front (USA) (m. b. 2002 Danzig), che all’epoca funzionava, al tasso di USD $ 250.000, alla Claiborne Farm, a Paris, Kentucky.

Il migliore di quei prodotti è stata Could It Be Love (USA) (f. b. 2015), non venduta da Coolmore, ma messa in allenamento a Ballydoyle, Rosegreen, Co. Tipperary, Irlanda, dal Signor Aidan O’Brien.

Seconda nelle 1000 Ghinee Irlandesi, battuta per una lunghezza e tre quarti da Alpha Centauri (IRE) (f. gr. 2015 Mastercraftsman), si è piazzata altre due volte in Gruppo 3 e in Listed.

Questa fattrice, al momento, ha un solo prodotto in corsa,  che si chiama Adelaide River (IRE) (m. b. 2020 Australia), che ha vinto una corsa, piazzandosi secondo nelle Beresford Stakes, Gr-2 e terzo nel Criterium de Saint – Cloud, Gr-1.

Nel 2022 ha avuto una femmina baio nata in Irlanda il giorno 08 Aprile da Kingman (GB) (m. b. 201 Invincible Spirit) ed è stata coperta da St. Mark’s Basilica (FR) (m. b. 2018 Siyuoni).

Anche nell’allevamento del Purosangue vale la regola che “chi più spende meno spende”.

Ma quelli che spendono bene sono sempre gli stessi: non li qualifico altrimenti dicono che sono di parte.

Più che essere di parte guardo i risultati.

.-.-.-.-.-.-.-

Nel titolo ho scelto la parola “miglioratore” per Uncle Mo.

Non può che essere così.

Basta “guardarci dentro” ad Arabian Knight (USA) (m. b. 2020 Uncle Mo) che, dopo aver vinto la sua Maiden, il giorno della Breeders’ Cup a Keeeneland, Sabato, a Oaklawn Park, a Hot Springs, Arkansas, ha vinto, per dispersione (5 lunghezze e mezza) le Southwest Stakes, Grado 3, 1m1 1/16, alla quota di 5/2 on, per capire da dove proviene l’enorme qualità e da dove proviene il motore.

Le sue frazioni sono state 22.98 e 46.82, partendo dalla gabbia 6.

Arabian Knight non ha guadagnato 40 punti che sarebbero necessari da  sommare ad altri che guadagnerà per partecipare al Kentucky Derby, ma con il Signor Baffet ai comandi di punti “ghe né minga”, come si dice a Como,  non ce ne sono.

Prima del debutto, a Keeneland, il fantino John Velasquez domandò all’allenatore Signor Bob Baffert che razza di “bestia” era Arabian Knight.

Baffert rispose dicendo (traduco sunteggiando): “ Hai montato Uncle Mo, questo è meglio”.

Detto e fatto e vittoria, come scritto più sopra nella dida della foto, per sette lunghezze e mezzo.

Arabian Knight è stato allevato da Corser Thoroughbreds in Kentucky ed è stato acquistato alle Aste di Ocala dei 2 anni in allenamento dal Signor Amer Zedan, un uomo d’affari Saudita, per US $2.300.000.

Il proprietario è lo stesso di Medina Spirit (USA) (m. b. o. 2018 Protonico), che è stato squalificato dopo la vittoria nel Kentucky Derby perché nel suo corpo è stata trovata una sostanza proibita, un cortisonico, che si chiama Betamethasone.

Da allora il Signor Bob Baffert non può più iscrivere e tanto meno far correre cavalli a Churchill Downs (squalificato per due anni).

In ogni caso ci sono processi, contro processi, ricorsi, contro – ricorsi, appelli, annessi e connessi in vari Stati e i risultati non si conoscono ancora: il Signor Amer Zedan dovrà, con ogni probabilità,  rimuovere, quanto prima, Arabian Knight dal barn del Signor Baffert, in California, e affidarlo ad altro allenatore se vorrà partecipare alla “corsa delle rose”, ma anche se vorrà “cuccare” qualche Grado 1 negli ippodromi della NYRA, New York Racing Association (Aqueduct, Belmont Park e Saratoga), Associazione che non accetta partenti allenati dal Signor Baffert (squalifica di un anno, che non ho ben capito quando terminerà).

.-.-.-.-.-.-.-

Ho guardato e riguardato a fondo la genealogia di Arabian Knight e devo dire che è un vero e proprio fluke, un vero e proprio colpo di fortuna, anzi è il frutto di un incrocio tra  Uncle Mo e sua madre, che si chiama Borealis Knight (USA) (f. b. 2008 Astrology, che è un figlio di A. P. Indy (USA) (m. b. o. 1989 Seatlle Slew), che in carriera ha vinto USD $ 1.700, che è stata venduta, alle Aste di Novembre di Keeneland, nell’anno 2019, gravida proprio di Uncle Mo, per USD $ 285.000.

Venditore Stonestreet Stable della Signora Barbara Banke, una che più “comoda” non si può.
Madame ha ereditato dal marito il Signor Jess Jackson circa 50.000 Acri di vigne (circa 23.000 Ettari) in California, a Santa Rosa, ma l’attività di “vinaia di gran lusso” la conduce anche in Oregon, nella regione di Bordeaux, in Francia, in Toscana, in Australia, in Cile e in Sud Africa.

Insomma un’altra  Signora “stirata” che per allevare Purosangue ha bisogno degli aiuti di Stato.

Però ha commesso un errore, ha venduto la madre di Arabian Knight: del senno di poi sono piene le tombe ed errare humanum est.

Potete risalire fino a quando volete nella genealogia di Arabian Knight, ma resterete delusi: non si trova nulla d’interessante dal punto di vista equino.

Va però detto che Borealis Knight, da yearling, era stata venduta per US $ 450.000 alle Aste di Fasig – Tipton di Saratoga e poi ancora licitata da River Oak Farm, alle Aste di Febbraio di Fasig – Tipton, per USD $ 50.000.

Arabian Knight era stato venduto dal suo allevatore per USD $ 250.000 alle Aste di Keeneland di yearlings e poi era stato preparato per il breeze – up di Ocala da Top Line Sales per coloro che lo avevano acquistato, i Signori Scott e Evan Dilworth, che hanno avuto la vista lunga.

Ripeto, nella genealogia di Arabian Knight si vedono “rari nantes in gurgite vasto”, “pochi nuotatori in mare aperto”, come mi diceva spesso il mitico Dr. Giulio Bassigana quando commentava gli acquisti Italiani delle fattrici alle Aste di Newmarket e non solo.

Detto ciò, sicuramente, Uncle Mo è un miglioratore e i risultati in razza li possiamo leggere tutti i giorni.

Fino a ieri ha prodotto 91 vincitori di Stakes e 47 vincitori di corse di Grado.

Da seguire, senza dubbio, Arabian Knight.

.-.-.-.-.-.-.-

Carlo Zuccoli

(carlozu43@gmail.com)

.-.-.-.-.-.-.-

Foto Alan Crowhurst (2022 Award winner for the best picture of the year)

(107)

Redazione Redazione SNAI Sportnews... VAI ALLA PAGINA AUTORE