Everton e Watford: una canzone per due

Everton e Watford: una canzone per due

Everton e Watford: una canzone per due

166
0

Cos’hanno in comune Everton e Watford? Probabilmente poco o nulla, se non che militano entrambe in Premier League e che, in attesa dello scontro diretto tra le due compagini, previsto per questo sabato alle 16,00 in casa dell’Everton, sono al momento separate in classifica da ben otto posizioni, con la squadra di Liverpool guidata da Rafa Benitez lanciata nella parte sinistra del tabellone e quella di Claudio Ranieri inesorabilmente più in basso, giusto una manciata di gradini più in alto dal baratro della retrocessione.

 

Eppure, i due club in comune hanno la curiosa vicenda di aver condiviso per anni la medesima sigla di uscita dagli spogliatoi, rivendicando entrambi una certa connessione. La musica in questione è il tema di apertura di “Z-Cars” una popolare serie poliziesca inglese degli anni Sessanta ambientata nella fittizia cittadina di Newton, la cui divisione di forze dell’ordine era appunto contrassegnata da una lettera Z che verosimilmente non aveva riferimenti nella realtà.

 

Una canzone in comune

Rifacendosi a una tradizionale canzone marinara di Liverpool, basata soprattutto sulla ritmica di tamburi e fiati, l’Everton ne ha fatto presto la colonna sonora di ingresso al campo di Goodison Park, anche perché tra i suoi fan più sfegatati figurava uno degli attori di “Z-Cars”, Leonard Williams. Eppure, a circa 320 chilometri di distanza, anche il più lontano Watford, rappresentante della Contea dell’Hertfordshire, ha sentito di avere un forte legame con quel motivetto energizzante. Pare infatti che nel 1963, dopo essere stato diffuso dall’impianto dello Stadio di Vicarage Road, la squadra dei Calabroni sia riuscita a vincere l’incontro. Così, l’allenatore Bill McGarry non se n’è più voluto separare, facendo risuonare la canzone ogni volta che i suoi giocatori uscivano dal tunnel. Con “Z-Cars” sempre in testa, il Watford ha quindi disputato una serie di 29 partite di fila senza sconfitte in casa, fino al dicembre 1964, guadagnandosi a suon di vittorie il riconoscimento di portafortuna della società.

 

Un affetto, quello del Watford, che non è venuto meno nemmeno con il passare degli anni, perché quando è arrivato il tempo della grande campagna acquisti di stagione dopo la promozione in Premier League ottenuta per la prima volta nel 2005/06, “Z-Cars” ha risuonato di nuovo prepotentemente come propiziatrice di buon auspicio. Cosa che in realtà, a distanza di più di mezzo secolo, a ben vedere non ha del tutto funzionato, visto che il club giallonero è andato a chiudere il campionato con una nuova retrocessione.

 

Portortuna d’autore

Ad oggi, entrambe le squadre continuano comunque ad avere un forte legame con “Z-Cars”, ma se l’Everton ne ha sempre fatto un simbolo di orgoglio cittadino, il Watford ha preferito spostarsi su qualcosa di più caratteristico, avendo avuto in organico un presidente che con le sette note ha una certa confidenza: la superstar Elton John. All’ex proprietario del club è stato affidato perciò l’ingresso dei calciatori con il suo classico “I’m still standing”.

Al momento però, vista la situazione in classifica tra Everton e Watford, sembra che la cara vecchia “Z-Cars” abbia ancora qualcosa da dire in proposito.

 

(Credits: Getty Images)

(166)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE