LA MARATONA DI NEW YORK: UN PERCORSO LUNGO PIÙ DI MEZZO SECOLO

LA MARATONA DI NEW YORK: UN PERCORSO LUNGO PIÙ DI MEZZO SECOLO

LA MARATONA DI NEW YORK: UN PERCORSO LUNGO PIÙ DI MEZZO SECOLO

45
0

Chi non conosce oggi giorno la Maratona di New York, un evento a cui molti voglio partecipare almeno una volta nella vita. Al di là dell’aspetto agonistico, infatti, si tratta di una sfida che molti rivolgono a se stessi: una fatica che va ben oltre i 42km del tracciato e che viene preceduta da un’intensa e specifica preparazione. La data di esordio di quest’evento è ormai datata: si tratta di un percorso durato mezzo secolo, cresciuto negli anni grazie a uno sforzo costante da parte degli organizzatori.

NEW YORK: LA PRIMA MARATONA

Per risalire alla prima volta in cui fu possibile vedere i corridori gareggiare per le strade di New York, bisogna tornare indietro fino al 1970. Due uomini, Vincent Chiappetta e Fred Lebow, ebbero la brillante idea di organizzare una competizione che si svolse lungo il perimetro di Central Park, per un totale di 4 giri e mezzo. 127 i partecipanti ai nastri di partenza, cui bastò sborsare un solo dollaro per prendere parte all’evento. Di questi, solo in 55 arrivano al traguardo davanti a poco più di un centinaio di curiosi. Fu chiaro da subito che il potenziale per dare vita a una manifestazione di successo c’era tutto: anno dopo anno, la maratona contò su sempre più partecipati e avventori, richiamando l’attenzione dei Presidenti dei 5 distretti della Grande Mela, i quali concessero le autorizzazioni necessarie a espandere il percorso.

LA PARTENZA DA STATEN ISLAND

Era il 1976 quando si abbandonò l’originale tracciato lungo il perimetro del parco e si optò per un percorso più itinerante, con la partenza da Staten Island, attraversando i quartieri di Brooklyn, Queens, Bronx e Manhattan e raggiungere quello che era stato il fulcro della gara nelle edizioni precedenti: “Central Park”. La Maratona seguì per filo e per segno quello che è lo spirito dell’America: la terra delle opportunità. Ed è così che sempre più persone ebbero la possibilità di cimentarsi in questa sfida.

DA 127 A OLTRE 50 MILA PARTECIPANTI

Dai 127 partecipanti iniziali si è arrivati a superare i 53.000 nell’edizione del 2019: naturalmente, la quota di partecipazione è diventata più salata con il passare del tempo e, per accaparrarsi una pettorina, si è arrivati a sborsare cifre comprese tra i 200 e i 340 dollari. Soldi ben spesi, se si vuole avere la possibilità di mettersi alla prova in una delle World Marathon Majors, correndo non solo tra i grattacieli e il tifo della folla ma sullo stesso asfalto che ogni anno, da oltre 50 anni, assorbe e custodisce i sogni (sudati fradici) di milioni di persone.

 

(Credits: Getty Images)

(45)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE