X FACTOR LIVE, I CONCORRENTI A RISCHIO ELIMINAZIONE

X FACTOR LIVE, I CONCORRENTI A RISCHIO ELIMINAZIONE

X FACTOR LIVE, I CONCORRENTI A RISCHIO ELIMINAZIONE

74
0

In perfetto stile sanremese giovedì scorso il primo Live di X Factor 2021 ci ha regalato una carrellata di inediti più o meno perdibili – il riscontro di Spotify è a dir poco deludente, “I Suicidi” (nomen omen) di gIANMARIA, primo del lotto, veleggia già fuori dalla top 100 -, qualche conferma e non poche sorprese. Classifiche a parte, come si suol dire i brani devono “crescere”, Erio rimane al momento l’artista da battere ma attenzione a gIANMARIA.

Il pupillo di Emma è quello che si è difeso meglio sul fronte streaming e di certo ha la proposta più vicina ai gusti del pubblico più giovane. Certo la strada è ancora lunga e il banco prova inediti potrebbe risultare fondamentale. E lì sappiamo che Erio ha una marcia in più, potendo anche sfruttare le assegnazioni mai banali del suo giudice Manuel Agnelli. Dietro a loro si muove un gruppetto formato da Fellow, Baltimora (al secolo Edoardo Spinsante), Nika Paris – una delle sorprese, in positivo, della prima serata – e Le Endrigo.

 

INEDITI IN ITALIANO, LA CARTA VINCENTE

Interessante notare come, tranne i due giovani alfieri di Mika (Fellow e Nika Paris), tutti gli altri concorrenti citati abbiano presentato un inedito in italiano, più facilmente digeribile a primo impatto dal pubblico. E ora veniamo alle sorprese in negativo. Doveva essere l’edizione più rock di sempre, ebbene se il buon giorno si vede dal mattino, per i gruppi sarà un viaggio irto di difficoltà e neanche troppo lungo.

 

LE BAND A RISCHIO ELIMINAZIONE

Sono state le band a pagare lo scotto maggiore, tra i sei artisti meno apprezzati ci sono Mutonia, Bengala Fire (entrambi di Manuel Agnelli), Westfalia (guidati da Mika, davvero troppo di nicchia la loro “Goblin”) e Karakaz (di Hell Raton). Con loro Vale LP e Versailles. Tra questi nomi, a meno di stravolgimenti, dovrebbe uscire il primo eliminato.

 

I BRANI ASSEGNATI DAI GIUDICI: MIKA

Questa sera si abbandona la formula inediti e si torna alle consuete e rassicuranti cover. Mika prova a rendere più orecchiabili i Westfalia – probabilmente sono proprio loro a rischiare di più – assegnando “Hey Ya!” degli OutKast, per Nika Paris sceglie “Come” di Jain e a Fellow regala “Sign of the Times”, pezzone di Harry Stiles che con questa canzone si esibì proprio sul palco di X Factor 11 nel 2017.

 

I BRANI ASSEGNATI DAI GIUDICI: HELL RATON

Hell Raton cerca di risollevare Versailles dandogli “Fantasma” dei Linea 77, pezzo forte che potrebbe regalarci una grande performance, c’è molta curiosità per Baltimora che sarà impegnato con “Parole di burro” di Carmen Consoli, mentre i Karakaz faranno la loro versione poco pop e molto rock di “SexyBack” di Justin Timberlake.

 

I BRANI ASSEGNATI DAI GIUDICI: MANUEL AGNELLI

Tolto Erio, che proporrà “Limit To Your Love” nella versione di James Blake, Manuel Agnelli si ritrova due concorrenti in bilico e decide di giocarsi il tutto per tutto. Per i Bengala Fire c’è “Town called Malice” dei The Jam, brano che nel febbraio 1982 debuttò dritto in vetta alla classifica dei singoli in Inghilterra, mentre con i Mutonia sul palco di X Factor arrivano addirittura i Nine Inch Nails. La scelta cade su “Closer”, canzone sporca e testo esplicito (molto esplicito).

 

I BRANI ASSEGNATI DAI GIUDICI: EMMA MARRONE

Emma si gioca la carta follia con Le Endrigo che si presenteranno con “A far l’amore comincia tu” della grandissima Raffaella Carrà. Scelta molto ardita per gIANMARIA che si cimenterà con “Jenny è pazza” di Vasco (pronti a sentire “Vasco non si tocca”?). Per Vale LP c’è “Dove sta Zazzà” di Gabriella Ferri.

 

(Credits: Getty Image)

(74)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE