X Factor, via ai Live. Ospite Carmen Consoli

X Factor, via ai Live. Ospite Carmen Consoli

X Factor, via ai Live. Ospite Carmen Consoli

57
0

Nessuna etichetta, nessuna paura, nessuna categoria: archiviati i casting il “nuovo” X Factor è pronto alla prova del Live. Inizia questa sera – diretta anche su Tv8 – la corsa alla finale che ci riporterà nella cornice del Mediolanum Forum di Assago. Eliminate le categorie che ci avevano accompagnato per tutti questi anni (under donna, under uomini, gruppi e over), il talent, giunto alla sua 15a edizione, si presenta al pubblico con un nuovo conduttore, Ludovico Tersigni, un’anima decisamente più rock, dosi meno massicce di trap e Auto-Tune e “quote rosa” in via di estinzione (tra i concorrenti solo due donne).

Le artist proposition che questa settimana hanno fatto da antipasto alla gara sembrano confermare le sensazioni già avute durante gli Home Visit: la sfida sarà tra la squadra di Hell Raton e quella di Manuel Agnelli. L’anno scorso in finale la spuntò Manuelito con Casadilego, secondi i Little Pieces of Marmelade, quest’anno le sorti potrebbero ribaltarsi. Il leader degli Afterhours pare aver pescato la carta vincente: Erio. Animo gentile, voce sorprendente, il 35enne di Ponsacco (Pisa), musicista e insegnante di canto, come un novello Ziggy Stardust è atterrato sul palco dalla sua eterea dimensione ed è riuscito, più di una volta, a far commuovere il suo coach. Già beniamino della pattuglia social, sembra il predestinato di questa edizione. Con lui in squadra Manuel si è portato due anime dannatamente rock, i Bengala Fire, gruppo della provincia di Treviso con spiccate venature brit, e i Mutonia, la scommessa di Agnelli che strizza l’occhio al rock della West Coast. Manuelito risponde con i Karakaz, band pronta a investirci con sonorità potenti, Edoardo Spinsante, ventenne che si muove tra cantautorato e produzione e che a X Factor rinasce con il nome Baltimora, e Versailles, 24 anni da Venosa (Potenza), capelli blu e immagine punk, punta sull’originalità delle sue proposte “crossover”.

Parte un gradino sotto la squadra di Mika che ha deciso di puntare sulla voce soul di Fellow, 20 anni da Torino, per i fan più “vecchi” già ribattezzato il Bruno Martelli italiano, sul sound sofisticato dei Westfalia, che non hanno paura di scegliere proposte ricercate (e questo potrebbe essere al contempo punto di forza e di debolezza), e sulla naturale eleganza della giovanissima Nika Paris, 16enne di origini bulgare che, fino ad ora, si è esibita in un repertorio di matrice transalpina.

Al momento la formazione che convince di meno è quella di Emma, “rea”, ancora una volta, di aver preso la decisione più criticata. Dopo l’eliminazione di Roccuzzo nella scorsa edizione, quest’anno la ghigliottina ha fatto cadere la testa di Edo, uno dei favoriti dalle audizioni. Consapevole del rischio – «Siete due pazzi, mi farete andare giù di testa» – Emma si porta ai Live Vale Lp, 23enne di Caserta, e Gianmaria, rapper 18enne che ha colpito per i suoi testi molto personali. Con loro anche una band, Le Endrigo, bresciani, lunga gavetta alle spalle, sound interessante e una missione da compiere: «provare a veicolare un messaggio alternativo a quello discriminatorio, machista e predatorio che spesso il mondo della musica si trascina, quasi come una tradizione».

(Credits: Getty Image)

(57)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE