Scaldiamo i motori!

Scaldiamo i motori!

Scaldiamo i motori!

1.00K
10

La SBK ha già iniziato in Australia ripartendo da dove si era fermata l’anno scorso con la doppietta di Jonathan Rea che si ripresenterà anche questo fine settimana nel ruolo di grande favorito sul circuito Thailandese di Buriram. Da giovedì troveremo sul sito e nei Punto Snai le quote.

Ma l’attesa degli scommettitori e di tutti gli sportivi è certamente rivolta maggiormente al debutto stagionale di MotoGP e Formula 1. Sia Valentino Rossi che Sebastian Vettel si ripresentano più agguerriti che mai e tra pochi giorni avremo le quote di apertura dei GP di Losail per il Motomondiale e di Melbourne per la Formula1.

Dopo la lunga sosta invernale si sono tenuti tra febbraio e marzo gli ultimi test pre-season: analizziamo insieme le quote Antepost della MotoGP.

La Michelin è il fornitore unico di gomme e gli ultimi test, disputati proprio in Qatar, hanno messo in luce la gran forma della Yamaha, con Lorenzo apparso decisamente già a posto con Rossi che si è invece dedicato più alla messa a punto che al passo gara; più di qualche dubbio lo hanno suscitato le Honda, che sia con i “titolari” Marquez e Pedrosa sia con gli altri piloti “satellite” , hanno palesato difficoltà tecniche e di adattamento alla “centralina unica” , elemento che ha invece permesso alle Ducati di Iannone e Dovizioso di dimostrarsi già molto competitive, almeno per l’inizio della stagione. E poi c’è stata la sorpresa Suzuki con il giovane Vinales che ha fatto registrare tempi sul giro secco davvero impressionanti.

Insomma i favoriti saranno sempre i soliti, ma almeno in partenza c’è spazio per qualche soluzione di “fantasia”.

Vediamo le quote:

Lorenzo 2,50 è diventato il favorito d’obbligo per la costanza dimostrata a Losail;

Marquez 2,75 avrebbe dovuto essere lui il favorito, ma troppi sono i dubbi dopo il brutto 2015 ed i test che hanno lasciato più di una perplessità;

Rossi 4,50 gli anni sono tanti, ma l’esperienza non manca e la beffa finale dello scorso anno potrebbe essere la carica in più; sembra però meno pronto di Lorenzo;

Pedrosa 9,00 ormai è una quota di stima, la classe c’è ma i numerosi infortuni e qualche caduta di troppo ne limitano il rendimento; indubbio che soffra la presenza di Marquez, ma a questa quota potrebbe essere un tentativo;

Iannone e Dovizioso 20,00 difficile capire chi sarà il numero 1, ma di certo la Desmosedici sembra aver quest’anno la possibilità di vincere qualche gara, forse già dal Qatar. La quota è invitante, ma avranno recuperato il GAP da Honda e Yamaha?

Vinales 25 non era prevedibile vedere una Suzuki così veloce nei test ma il buon Maverick si è guadagnato in pista il ruolo di sorpresissima dell’anno;

Redding 33,00 anche la Ducati satellite del britannico è andata molto forte nei test, difficile credere che abbia continuità per tutto il campionato, ma resta un tentativo suggestivo.

Ed ora uno sguardo ai Piloti di Formula1.

Difficile leggere tra i tempi degli ultimi test per capire se le Ferrari abbiano realmente ridotto il Gap dalla Mercedes. I tempi delle Rosse sono incoraggianti ma ottenuti con coperture morbide, mentre la Mercedes, almeno nei primi giorni aveva manifestato una grande affidabilità venuta meno però nel finale dei test, in moda da lasciare qualche dubbio in fase di pronostico. Le ultime novità regolamentari, alcune ancora da digerire completamente, potrebbero portare maggior incertezza, almeno questa è la speranza degli organizzatori, in questa Formula 1 che a volte appare troppo scontata. Oltre al format delle qualifiche che in alcune circostanze potrebbe somigliare ad una vera e propria lotteria c’è la variabile della scelte delle gomme che da quest’anno è personalizzabile da pilota a pilota che dovranno scegliere tra le 3 possibilità messe a disposizione dal fornitore Michelin. Chissà se basteranno questi due elementi a dare nuova incertezza al mondiale? Vediamo le quote e cerchiamo di capire:

Hamilton 1.70 nonostante qualche dubbio nel finale dei test è certamente l’uomo da battere anche se Vettel e Rosberg saranno agguerritissimi.

Vettel 4,00 i test ci hanno lasciato una Ferrari molto veloce ed anche la simulazione di gara sembra alimentare le speranze. Certamente si giocherà le sue chance fino alla fine.

Rosberg 5,00 si dice che in Formula 1 il primo avversario è il compagno di squadra. In questo caso forse la differenza tra Rosberg e Hamilton è forse eccessiva? A questa quota sembra un tentativo più che degno.

Raikkonen 25 in questo caso la gerarchia appare certamente più delineata è difficile pensare ad un Kimi davanti a Vettel a fine stagione, ma se la Ferrari veramente si è avvicinata alla Mercedes questa quota per uno che ha già vinto un Mondiale è decisamente interessante.

Alonso 80,00, Button 125 un tentativo più per il nome di piloti (3 mondiali in 2) e scuderia (8 mondiali) che per quanto fatto vedere ultimamente.

Ricciardo 100, Bottas 150, Massa 200 e Kvyat 200 le chance sembrano veramente poche, ma negli ultimi anni sono loro che talvolta si sono affacciati nelle prime posizioni e quindi un tentativo si può sempre azzardare.

Appuntamento a tutti per martedì 15 con le quote di apertura per i GP del Qatar di Motociclismo e quello di Australia per la F1.

Da noi sarà scomodo l’orario delle quattro ruote che correranno alle prime ore dell’alba mentre sarà invece molto agevole seguire i bolidi su 2 ruote che correranno in notturna quando da noi siamo nel tardo pomeriggio.

A presto!

(Credits: La Presse)

(1001)