F1 GP MESSICO: PRIMA FILA MERCEDES, VERSTAPPEN RISCHIA

F1 GP MESSICO: PRIMA FILA MERCEDES, VERSTAPPEN RISCHIA

F1 GP MESSICO: PRIMA FILA MERCEDES, VERSTAPPEN RISCHIA

69
0

Il sole bacia la Formula 1, Città del Messico e la Mercedes, non certamente Max Verstappen: il verdetto emesso dalle qualifiche è piuttosto sorprendente e vede una prima fila tutta d’argento, con l’unica “magra” consolazione per il leader iridato che in pole c’è Valtteri Bottas e non il proprio rivale Lewis Hamilton, secondo e costretto a partire dal lato sporco della pista. Alle 20, in ogni caso, ne vedremo delle belle, per un Gran Premio che si preannuncia spettacolare.

GP MESSICO, HAMILTON DAVANTI A VERSTAPPEN

Le libere avevano illuso la Red Bull, ma nel giro di mezza giornata la Mercedes ha saputo annullare il gap e il resto lo hanno fatto un po’ i piloti, un po’ le circostanze, con Verstappen e Perez (che ha chiuso quarto) finiti imbottigliati nel traffico nel momento decisivo. L’olandese ha forse solo finto di tirare un sospiro di sollievo: vero che Hamilton sarà inizialmente sul lato “sbagliato”, ma lui avrà davanti Bottas, che potrebbe fare da tappo favorendo il compagno di scuderia. La partenza, insomma, dirà già molto sul tipo di corsa al quale assisteremo. Ovvio che in una gara prevedibilmente con un solo pit stop, essere al comando sin dal primo giro per Hamilton potrebbe fare la differenza, anche perché le gomme medie montate sulla sua vettura hanno dimostrato la loro tenuta in Q2, quando il campione del mondo ha centrato un gran tempo.

GP MESSICO, HAMILTON SPERA NEL SORPASSO

I fari sono tutti sulla lotta per il Mondiale: Hamilton, forte di quattro trionfi consecutivi, era in testa fino a due Gran Premi fa, dopo il successo in Russia, poi ha subito il controsorpasso di Verstappen e ora ha ben 12 punti da recuperare. Difficilmente riuscirà a colmare il gap oggi (dovrebbe vincere e sperare nel quarto posto dell’olandese), ma avrà altre quattro chance, Brasile, Qatar, Arabia Saudita e Abu Dhabi, per riprendersi il primato e diventare l’unico pilota della storia con 8 titoli in bacheca, staccando così Michael Schumacher, fermo a quota 7. Gli servirà l’aiuto di Bottas, già sicuro di salutare la Mercedes, eppure, da separato in casa, sarà fondamentale sia per il Mondiale piloti che per quello costruttori, dove la casa tedesca al momento è davanti alla Red Bulls.

GP MESSICO, FERRARI A CACCIA DI PUNTI

La Ferrari ha chiuso le qualifiche con un po’ d’amaro in bocca, per il sesto posto di Carlos Sainz dietro l’Alpha Tauri di Pierre Gasly e l’ottavo di Charles Leclerc. “Ci aspettavamo di più”, hanno dichiarato i due piloti. Di sicuro servirà di più in gara, per recuperare terreno nel Mondiale costruttori, dove si rincorre l’obiettivo effimero del terzo posto, visto che Mercedes e Red Bull sono inavvicinabili, mentre la McLaren è davanti appena 3,5 punti. Daniel Ricciardo partirà proprio tra le due rosse, mentre Lando Norris è stato penalizzato e sarà costretto a una super rimonta dalla diciottesima posizione. Ecco perché vedere la Ferrari sul podio temporaneo a fine Gran Premio non sarebbe così sorprendente.

(Credits: Getty Image)

(69)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE