FORMULA 1, I 5 TEMI CALDI DEL GP DEL BAHRAIN

FORMULA 1, I 5 TEMI CALDI DEL GP DEL BAHRAIN

FORMULA 1, I 5 TEMI CALDI DEL GP DEL BAHRAIN

183
0

Ieri vi abbiamo proposto la preview del gran premio di Motogp dell’Indonesia – seconda tappa del motomondiale – oggi invece vi parliamo dell’esordio del Mondiale 2022 di Formula 1. Dopo l’emozionante (e storica) sfida risolta all’ultima curva fra Verstappen e Hamilton, olandese e britannico sono pronti a dare scintille fin dall’inizio di questa stagione.

 

CHI CONQUISTA LA POLE?

Nella scorsa edizione del gran premio del Bahrain in quel di Sakhir, Max Verstappen aveva chiuso davanti a tutti la sessione del sabato facendo registrare il miglior tempo sia in Q1 che in Q3 mentre Sainz su Ferrari era stato il più veloce in Q2. Secondo gli analisti il campione in carica su Red Bull è il favorito a partire in testa alla griglia anche quest’anno.

 

CHI VINCE LA GARA?

Stesso ordine di preferenza (ovvero Verstappen – Hamilton – Leclerc – Sainz – Russel – Perez – Norris) secondo gli addetti ai lavori sia in qualifica che in gara. Nello specifico, parlando della corsa di domenica, le statistiche storiche ci dicono che Lewis qui in Bahrain ha vinto 5 volte (di cui 3 di fila) mentre nessuno dei rivali è mai riuscito (nemmeno Verstappen) a conquistare questa tappa. Trend che verrà confermato o smentito?

 

CHI SI PRENDE IL PUNTO EXTRA PER IL GIRO VELOCE?

Come da tradizione il fastest lap metterà in palio un punto extra in classifica. Nel gp 2021 del Bahrain fu Bottas (ai tempi su Mercedes) a compiere il giro più veloce. Bottas che, assieme a Perez, Gasly, Norris e Ricciardo) furono gli unici che si intromisero in questa sfida nella sfida fra i due despoti Verstappen e Hamilton. Il nome del pilota più veloce a Sakhir uscirà da questa lista o avremo una novità rispetto all’anno scorso?

 

ESORDIO CON LE NUOVE VETTURE, CHI ANDRA’ MEGLIO?

Bottas dalla Mercedes all’Alfa Romeo (assieme al primo cinese della storia della Formula 1, Zhou), Russel (sostituito da Albon) dalla Williams alla Mercedes e Magnussen alla Hass al posto del sanzionato russo Mazepin. Questi i cambi di scuderia nel mercato invernale. Una prima sulle nuove monoposto molto attesa. Gli esperti si attendono molto da Russell che lo scorso anno trovò il colpaccio in Belgio dove chiuse secondo. Gli altri piloti citati potrebbero invece valutare già come positivo un posizionamento a punti.

 

FERRARI, CHI BEN COMINCIA…

Parola d’ordine dimenticarsi il 2021: nonostante la rimonta nel finale di stagione col sorpasso nella classifica costruttori ai danni della Williams, i 262 punti di gap dalla Red Bull, i 290 dalla Mercedes, il misero quinto e settimo posto nel Mondiale piloti di Sainz e Leclerc con soli 8 podi totali e nemmeno un gran premio vinto sono numeri obbligatoriamente da migliorare.

 

“Puntiamo alla vittoria in questo weekend”. E ancora: “Siamo carichi e con la voglia di far bene dopo due anni difficili sentiamo la responsabilità ma faremo di tutto per rendere felici i tifosi”. E per finire: “Tanta adrenalina per questa stagione e la Ferrari sarà più competitiva degli ultimi anni. C’è ottimismo, a partire da questo weekend”.

 

Sono dichiarazioni da battaglia di Leclerc e Sainz che sembrano dimostrare un approccio aggressivo e positivo a questa annata. Riusciranno le rosse e essere protagoniste e lottare almeno per il podio?

 

(Credits: Getty Images)

(183)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE