Formula 1, bilancio di metà stagione

Formula 1, bilancio di metà stagione

Formula 1, bilancio di metà stagione

28
0

Approfittiamo della pausa di quasi in un mese nel calendario di Formula 1 per fare un bilancio della prima parte di stagione. Si riprenderà a fine agosto con il GP del Belgio e subito dopo ci sarà Monza. Quote SNAI molto equilibrate nella classifica piloti. Mercedes strafavorita, invece, nella graduatoria costruttori.

I PRIMI 11 GRAN PREMI – Il trionfo Ferrari in quel dell’Hungaroring ha tirato una riga netta fra quello che è stato in questi anni e quello che è (e speriamo sarà) nei prossimi. La rossa ha ufficialmente colmato il gap che la divideva dalle Mercedes. Gap che negli anni era diventato quasi imbarazzante per poi diminuire sempre più fino all’inizio di questa stagione. Merito di tutti e non solo del leader Vettel, che dopo 11 GP si trova con 4 vittorie (le stesse di Hamilton) ma con 4 punti in più grazie ad una maggiore continuità. L’inglese è parso spesso nervoso cadendo in errori quasi banali (vedi le prove di Montecarlo). Bottas è un compagno quasi scomodo per il britannico, a differenza di un Raikkonen che ha sempre fatto il suo, senza strafare. Strana infine la scelta delle frecce d’argento di lasciare il podio proprio al finlandese Valtteri (tra l’altro meritato) a discapito di Lewis, nell’ultima gara.

COSA  ASPETTARCI ORA – Questa pausa potrebbe far bene a chi è in difficoltà (leggi Mercedes). Spa e Monza sono circuiti più congeniali alla potenza della W08EQ ma la Ferrari ha dimostrato di esserci anche quando sembrava non potercela fare e l’Ungheria è una di queste situazioni. Poi, i 7 GP finali fuori dal continente, come sempre saranno un’incognita per mille e una ragione. Le strategie e la compattezze del team sarà fondamentale.

LE QUOTE SUL VINCENTE MONDIALE – Nonostante l’arretramento in classifica e l’ultimo round finito a Vettel, le quota SNAI dicono che Hamilton resta ancora leggermente favorito a 1,80 contro il 2,00 di Seba. Molto improbabile una rimonta di Bottas, dietro 33 punti dal tedesco (quota 15). Chiude Raikkonen (ancora senza vittorie) in lavagna a 350. Per i costruttori invece la Mercedes ha già il mondiale in mano: i 39 punti di vantaggio sulla Ferrari regalano al team tedesco una quota SNAI di 1,12 contro un 5 tondo tondo per i ragazzi di Maranello.

LE QUOTE DEI TESTA A TESTA – Nel palinsesto SNAI riguardante la F1 restano giocabili quattro testa a testa: il più equilibrato è quello Hamilton-Vettel che ovviamente ha quasi le stesse quote del vincente mondiale (1,75-1,95), Quota 1,30 invece per Hulkenberg e Perez, rispettivamente contro Grosjean e Ocon. Interessante e probabilmente più equilibrata di quanto non dicano le quote, la sfida Ricciardo-Raikkonen: al momento l’australiano è avanti di un punto sul finlandese ma quest’ultimo ha una quota di 1,42 contro 2,65 per il compagno di squadra di Verstappen, che nell’ultima gara ha buttato fuori proprio Daniel.

Scopri tutte le scommesse relative al mondo dei motori su SNAI.it
Le quote sono soggette a variazione.

(Credits: La Presse)

(28)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI