Formula 1 2018: il punto della situazione a metà stagione

Formula 1 2018: il punto della situazione a metà stagione

Formula 1 2018: il punto della situazione a metà stagione

43
0

Approfitto della mini sosta di agosto per fare con voi il punto della situazione nel mondiale di Formula 1 a metà stagione. Tutto apertissimo sia nella classifica piloti che in quella costruttori nonostante una piccola flessione della Ferrari nelle ultime gare. Scoprite con me le quote antepost attuali offerte da SNAI.

LE CLASSIFICHE – Lo scorso anno la sosta estiva fu una condanna per la Ferrari che da Monza in poi non ne azzeccò più una stendendo un vero e proprio tappeto rosso per il Mondiale di Hamilton. La speranza di tutti noi è ovviamente che questo non si ripeta pure nel 2018. Tutto ancora in ballo ma c’è da alzare l’asticella dopo l’allungo di Lewis in classifica. Al momento infatti l’inglese con 213 punti comanda seguito a -24 (in pratica un Gran Premi) da Vettel. Via via tutti gli altri con Raikkonen e Bottas a duellare per il podio assieme a Ricciardo e Verstappen. Nella classifica costruttori grandissimo equilibrio con la Mercedes avanti di soli 10 miseri punti sulla rossa di Maranello.

I DODICI GP CORSI FINORA – L’inizio di stagione in casa Ferrari era iniziata sulla falsa riga di quella scorsa. Due splendide vittorie per Vettel in Australia e Bahrain che avevano subito messo le cose in chiaro. Mercedes in difficoltà anche in Cina e solo quarta con Hamilton in un gp che ha visto la prima delle tre vittorie della stagione finora targate Red Bull. Frecce d’argento capaci di far quadrato e reagire con una bella doppietta a Baku e Barcellona con Vettel sempre quarto. Montecarlo ha visto di nuovo Vertappen “bere dalla scarpa” mentre per par condicio fra Canada e Francia Seb e Lewis si sono equamente divisi una vittorie e quinti posti.

In Austria succede di tutto con Hamilton e Bottas ritirati e col trionfo di Verstappen. Ferrari che tocca il suo apice vincendo a Silverstone in casa di Hamilton ma l’inglese si vendica a Hockenheim con Vettel che in testa in solitaria, esce di pista e regala la doppietta alle rivali. Budapest si chiude senza troppi colpi di scena con Hamilton primo e Vettel secondo. Al rientro dalla sosta due gp storici come Spa e Monza quindi si saluta l’Europa: Singapore, Russia, Giappone, Stati Uniti, Messico, Brasile e infine Abu Dhabi. Circuiti che lo scorso anno furono quasi sempre un vero incubo per la Ferrari, che non può ripetere di nuovo un’esperienza tanto infelice.

OFFERTA E QUOTE SNAI F1 – A bocce a quote ferme ecco che finalmente possiamo concentrarci sulle quote antepost del Mondiale. Nella classifica piloti il vantaggio praticamente di un GP dà a Hamilton una quota SNAI di 1,43 contro il 2,75 di Vettel. Vantaggio ancora più evidente nella costruttori con le Frecce d’Argento a 1,35 con rosse in lavagna a 3,00. Interessanti anche alcuni testa a testa stagionali che non sono vincolanti per il titolo: Bottas-Raikkonen è il tripudio dell’equilibrio visto che entrambi sono quotati a 1,85 mentre Verstappen-Ricciardo per il momento favorisce il futuro pilota Renault a 1,65.

Gioca sempre responsabilmente!

Credits: Getty Images

(43)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI