Formula 1, Gran Premio del 70esimo anniversario

Formula 1, Gran Premio del 70esimo anniversario

Formula 1, Gran Premio del 70esimo anniversario

24
0

Siamo giunti al quinto appuntamento di questo anomalo Mondiale e le quattro vittorie su quattro delle Mercedes, di cui tre di Hamilton, non danno scampo a sognatori. Sarà un altro anno di egemonia delle frecce d’argento. Dopo il terzo posto di Leclerc e il decimo di Vettel nello scorso weekend, come andranno in questo fine settimana le Ferrari? Appuntamento per la gara, domenica alle 15,10 su SNAI.it e App Sport SNAI.

SILVERSTONE BIS… HAMILTON BIS?
Come da pronostico il campione in carica della Mercedes ha chiuso lo scorso weekend con pole e vittoria. Una tre giorni dominata ma col brivido finale, quando a Lewis, Bottas e anche a Sainz sono letteralmente scoppiati gli pneumatici anteriori sinistri. Hamilton ha superato la linea del traguardo su tre ruote, rendendo ancora più storico (e stoico) il suo settimo trionfo su questo tracciato. Il vistoso problema messo in scena dalle Pirelli, dovrebbe essere risolto con un tipo di pressione differente. Staremo a vedere se basterà a evitare ulteriori problemi. Con la terza vittoria di fila in questo campionato, Lewis vola così a +30 sul compagno di squadra Bottas e lascia dietro i vari Verstappen, Norris e Leclerc, già a 55 punti distanza dal re indiscusso del circus.

A CHE PUNTO SONO LE FERRARI?
Tante, troppe difficoltà, tutti insieme. La Ferrari sta già pensando al 2021… per salvare il 2022. È questa la triste verità che è uscita dalle prime 4 gare di questo mondiale pandemico. La vettura fa fatica sia sul veloce che nei tratti più tortuosi, tanto da patire non solo con le Red Bull ma anche con Racing Point e McLaren. L’affidabilità resta sempre un punto di domanda e poi c’è il problema piloti. Leclerc sta spingendo come un pazzo e sta facendo i salti mortali. Vettel invece, sembra la fotocopia sbiadita della sua migliore versione. Un’involuzione che segue la curva di decrescita vista nell’ultima stagione. L’ombra di Sainz, il peso specifico di Charles e i dubbi sul futuro che attanagliando il tedesco che al momento pecca non solo a livello tecnico ma anche caratteriale.

LE CARATTERISTICHE DEL TRACCIATO DI SILVERSTONE
Della pista inglese ne abbiamo già parlato nel pezzo di settimana scorsa ma qui vediamo di inserire nuove informazioni a riguardo. I 5,891 km da percorrere per 52 volte non sono molto provanti per i freni visto che la maggior parte delle curve sono veloci o comunque guidabili. Sono soltanto tre infatti le frenate davvero degne di nota. Anche il cambio non è molto sollecitato, ma essendo un circuito veloce che si corre con prevalenza di marce alte, il motore sarà messo a dura prova. Resta poi l’incognita gomme con Pirelli che proporrà dei set più morbidi che saranno però un vero dilemma se mixati al caldo torrido che dovrebbe attanagliare la location in questo weekend.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI
Leclerc
: “Per la seconda volta in questa stagione gareggiamo sulla stessa pista per due domeniche consecutivamente. Fortunatamente siamo a Silverstone, dove abbiamo ottenuto un podio che ha dato morale a tutta la squadra. Il lavoro svolto la settimana scorsa potrà essere un’ottima base di partenza per il weekend cui andiamo incontro anche se ogni corsa fa storia a sé. Come già domenica scorsa, dovremo essere in grado di non commettere errori per approfittare di ogni opportunità che ci si possa presentare”.

Vettel: “Siamo reduci da una corsa piuttosto difficile per quel che mi riguarda e credo che avere la possibilità di gareggiare nuovamente a Silverstone ad appena una settimana di distanza ci offra una buona occasione per cercare di ritrovare il feeling con la vettura. Venerdì scenderemo in pista potendo contare sui dati raccolti dalla squadra nell’ambito del primo weekend e questo dovrebbe aiutarci, perché ci permetterà di lavorare in maniera più focalizzata sui dettagli per cercare di trovare la giusta sintonia con la SF1000”.

COSA PUÒ ACCADERE IN PISTA
Complicato cambiare le dinamiche e i valori in pista nel giro di una settimana. Difficilmente quindi avremo grossi cambiamenti soprattutto nei giorni di libere e qualifiche. Nella giornata di venerdì ovviamente le previsioni dei quotisti SNAI vedono Hamilton, Bottas e Verstappen molto vicini fra loro, ma in quelle di sabato Lewis diventa favorito nettissimo. Stessa cosa per la gara, con Leclerc solo quarto nella lista dei pretendenti alla vittoria e Vettel ottavo dietro addirittura a Stroll, Albon e Norris. Grosjean è il primo pilota che ha più possibilità di ritirarsi mentre Latifi è in testa alle quote come ultimo classificato. Come detto il caldo farà la sua parte, soprattutto sabato, quando sono previsti 26° col 56% di umidità. Diverse le condizioni meteo per domenica con piogge prima della partenza.

(Credits: Getty Images)

(24)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE