HAMILTON O VERSTAPPEN? LA STAGIONE SI DECIDE IN 58 GIRI

HAMILTON O VERSTAPPEN? LA STAGIONE SI DECIDE IN 58 GIRI

HAMILTON O VERSTAPPEN? LA STAGIONE SI DECIDE IN 58 GIRI

147
0

Domenica ad Abu Dhabi si corre l’ultimo e decisivo gran premio della stagione. Il campione in carica pilota della Mercedes e il leader della Red Bull partono a pari punti. Ecco perché chi arriverà davanti a Yas Marina diventerà il nuovo campione.

 

LEWIS A CACCIA DELL’OTTAVO MONDIALE PILOTI

Chissà se la mente di “Sir” Hamilton sarà andati indietro di 16 anni, quando nel 2008 quando vinse il suo primo di 7 Mondiali proprio all’ultimo gran premio, anzi all’ultima curva quando, superando Glock nel gp del Brasile, guadagnò quel punto in più su Felipe Massa, che bastò a salire per la prima volta sul tetto del mondo. Da lì in avanti, arrivarono altri 6 titoli di cui 4 di fila e tutto (o quasi) dominati. Ma l’arrivo nel circus di Max Verstappen (e la sua crescita costante) rischia di rappresentare un vero e proprio terremoto nelle gerarchia della Formula 1 che verrà. Ma prima che il re deponga lo scettro, siamo certi che le proverà tutte. E del resto le 3 vittorie di fila, in Brasile, Qatar e Arabia Saudita, parlano chiaro sul suo stato di forma e sulla sua voglia di non lasciare il trono al nuovo che avanza.

 

MAX SOGNA DI DIVENTARE RE PER LA PRIMA VOLTA

E’ arrivato il momento di girare pagina e di aprire un nuovo capitolo in Formula 1? Del resto nella storia di questo sport sono stati molti i regni durati varie stagioni, fra i più recenti quelli di Michael Schumacher e Sebastian Vettel. L’olandese, pilota che guida sempre al limite e che in carriera spesso ha pagato il suo eccesso di esuberanza, sembra pronto per entrare nella storia. La sua stagione è stata praticamente perfetta e se non fosse stato per il talento del pluricampione rivale, avrebbe vinto il Mondiale con larghissimo anticipo. I tre secondi posti nelle ultime tre uscite hanno però messa sotto i riflettori quella che potremmo chiamare “paura di vincere”. Sarà davvero così?

 

LE STATISTICHE DEL GP DI ABU DHABI A YAS MARINA

Veniamo a quello che pensano gli analisti, che favoriscono Lewis Hamilton al 60% delle probabilità contro il 40% lasciato a Verstappen. Del resto le 5 vittorie a 1 sul tracciato cittadino degli Emirati, sono numeri a cui va dato il suo giusto peso. Attenzione ovviamente anche agli altri protagonisti dell’ultimo gp della stagione, che potrebbero essere involontari (o volontari se parliamo dei rispettivi compagni di squadra) protagonisti nella lotta per il titolo. Bottas e Perez in primis, ma anche Norris, Leclerc, Gasly e Sainz, potrebbero essere quindi pedine importanti nella gara di domenica.

 

INCIDENTE FRA I DUE E TITOLO A VERSTAPPEN? UN’EVENTUALITA’ NON COSI’ REMOTA

Con 9 vittorie contro 8, Verstappen ha un piccolo ma pure sempre importante vantaggio. Qualora i due non arrivassero a punti, magari a causa di un altro contatto fra l’olandes e l’inglese come già successo svariate volte in questa adrenalinica stagione, il Mondiale piloti andrebbe proprio a Verstappen. Ma cosa ne pensano i due? Ecco cosa hanno detto a riguardo in conferenza stampa:

 

Verstappen: “Come pilota non pensi a queste cose, cerchi di fare il meglio possibile nell’arco del weekend e di vincere la gara. I media parlano tanto di queste cose, non ho molto da dire al riguardo: io sono qui per prepararmi al meglio e cercare di vincere”.

 

Hamilton: “Non ho molto da aggiungere: non posso controllare quello che accade attorno a me. Cerco di controllare quel che posso fare io in pista”.

 

(Credits: Getty Images)

(147)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE