MotoGP: bene la prima

MotoGP: bene la prima

MotoGP: bene la prima

16
0

La MotoGP comincia un po’ come era finita, con un ultimo giro da infarto tra Marc Marquez e Andrea Dovizioso, con un sorpasso all’ultima curva a decidere la gara.
Ne è uscito vincente il ducatista su una pista che, va detto, storicamente sorride alla Ducati. A breve si riparte per le tappe di Argentina e Texas dove a fare paura è invece la Honda di Marc Marquez, dove (forse) ci si potrà fare un’idea più precisa sulle chance del pilota italiano di tenere testa al campione del mondo in carica.

Tra i top rider più delusi dalla prima trasferta dell’anno c’è Vinales, che se fosse riuscito a partire dignitosamente forse avrebbe fatto un’altra gara, anche in virtù di essere stato uno dei rari piloti in pista a ad aver preservato le gomme fino all’ultimo giro.
Da quando è arrivato il gommista Michelin un po’ in tutte le gare va gestito il consumo della gomma, ma in Qatar è una regola che vale ancora di più ed è così che uno straordinario Zarco su moto satellite, partito dalla prima casella dello schieramento, si è ritrovato a finire ottavo, pur battendosi con gli altri da vero big.

Gli manca l’esperienza, si dice ancora del giovane francese, anche se lui ha già dimostrato nel 2017 di valere un contratto da ufficiale. Il più navigato di tutti, Valentino Rossi, non si è fatto sorprendere da una gara difficile, da una pista sporca, dalla gestione di un folto gruppo di testa che forse ha costretto alcuni candidati al podio, a buttare via un bel po’ di gomme: Rossi sulla sua Yamaha M1 si presenta in Argentina con la coppa del terzo posto in Qatar, e c’è da scommetterci, è solo l’inizio.

(16)

Irene Saderini Negli ultimi anni è stata il volto femminile della MotoGP su Sky. Irene ha scritto la sua prima Prima Pagina a 23 anni sul Sole 24 Ore, in autunno d... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI