MOTOGP, GRAN PREMIO D’INDONESIA: INEDITO E SPETTACOLARE?

MOTOGP, GRAN PREMIO D’INDONESIA: INEDITO E SPETTACOLARE?

MOTOGP, GRAN PREMIO D’INDONESIA: INEDITO E SPETTACOLARE?

355
0

Dopo le emozioni (e i colpi di scena) della gara inaugurale in Qatar, con la vittoria a sorpresa di Bastianini, la seconda tappa del motomondiale sarà ancora in notturna. Ci si sposta nel sud est asiatico e si torna a correre in Indonesia a 25 anni di distanza dall’ultima volta. Il Mandalika circuit è una novità (per la gara), ma qui si sono svolti i test invernali. Come andrà a finire?

BENVENUTO AL MANDALIKA CIRCUIT

Inaugurato lo scorso anno per il Mondiale Superbike il tracciato è una vera novità per il calendario della Motogp. Le caratteristiche della zona in cui sorge il circuito sono simili a quelle che erano presenti due settimane fa a Losail, ovvero alto tasso d’umidità, vento, temperature elevate e rischio pioggia sempre in agguato. In un asfalto tutto nuovo, cordoli alti e che fastidiosi se presi ad alta velocità, rettilineo corto e design generale della pista molto tortuoso, sono fra le caratteristiche principali che possono rendere il weekend indonesia ricco di sorprese e di risultati inattesi, come accaduto in Qatar.

QUARTARARO FAVORITO PER LA POLE

Dai momenti difficili si può sempre imparare e qui abbiamo fatto buoni test: in sella alla moto mi sento complessivamente bene, ma la vera Yamaha è quella vista in Qatar, non c’è molto di più in vista.

Non sono certo dichiarazioni che vorremmo sentirci dire da un campione in carica. Uno che ha il dovere di difendere con le unghie e con i denti il meritato alloro vinto lo scorso anno. Ma nonostante l’inizio di stagione non certo entusiasmante (11esimo posto a Losail) il francese è – anche se di poco – il favorito per la sessione del sabato secondo gli analisti che lo vedono leggermente avanti rispetto ai vari Marquez, Bagnaia, Miller, Pol Espargaro, Martin e Bastianini. Ma vedendo le proiezioni degli esperti per la pole sarà bagarre.

MARQUEZ HA LA FIDUCIA DEGLI ANALISTI PER LA GARA

In Qatar ho avuto il feeling migliore da 2 anni a questa parte ed è stato importante e ora voglio proseguire nel mio percorso di crescita, passo dopo passo.

Decisamente più positive e propositive le dichiarazioni pre Indonesia del Cabroncito che dopo il quinto posto di Losail è di fatto il favorito a vincere domenica, sempre secondo gli analisti. Fra i primi rivali ovviamente da segnalare, oltre al campione del mondo in carica, i due azzurri Bastianini e Bagnaia.

E GLI ITALIANI?

Appunto, parliamo degli azzurri che a Losail hanno messo a segno una clamorosa e inattesa tripletta fra Motogp (Bastianini), Moto2 (Vietti) e Moto3 (Migno). Restano alla classe regina le domande principali sono due: la vittoria del “Bestia” è stato un fulmine a ciel sereno difficilmente ripetibile oppure il ducatista può inserirsi stabilmente nei piani alti?

Secondo, dopo il flop colossale e (11esimo in qualifica e fuori al nono giro in gara) Bagnaia – fra i favoriti alla lotta per il Mondiale – è pronto al riscatto? Ovviamente fari puntati anche su Dovizioso e Morbidelli su Yamaha (male male a Losail).

Altro triplete? Difficile, anzi difficilissimo, ma non impossibile visto che nelle altre due classi Vietti e (stavolta) Foggia, sono i primi favoriti secondo gli esperti.

(355)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE