Motori: da Le Mans in MotoGP a Montecarlo in F1

Motori: da Le Mans in MotoGP a Montecarlo in F1

Motori: da Le Mans in MotoGP a Montecarlo in F1

57
0

Fervono i preparativi per la F1 che arriva a Monaco, una di quelle piste che per forza di cose livella i valori, una pista dove correre spesso si è rivelato come lanciare tutte insieme delle palline da flipper. Nella Formula moderna partire davanti non significa necessariamente che la strada per il podio sia spianata: gli ultimi GP lo hanno dimostrato a suon di colpi di scena.

Monaco targata 2018 sarà diversa prima di tutto per le gomme e poi perché la power unit farà avvicinare all’Olimpo di Mercedes e Ferrari team come Red Bull. Toto Wolff già mette le mani avanti sui pronostici nonostante in Spagna sia andato tutto alla perfezione, forse avendo ancora in mente i brutti ricordi monegaschi dell’anno scorso.

In griglia tornerà anche Fernando Alonso, con McLaren a promettere grandi investimenti futuri e con novità aerodinamiche sulla MCL33, certo rimane da risolvere la faccenda della velocità massima per la quale il motore Renault sembra non possa più fare molto.

Situazione tutta diversa in MotoGP dove Marc Marquez domina il campionato dopo la gara di Le Mans. Ci aveva illusi fino a sabato che ci potesse essere un eroe locale com Zarco a infastidirlo e a rendere il Gran Premio più avvincente, ma così non è stato perché Johann è scivolato quasi subito uscendo di pochi centimetri dalla traiettoria. Marquez ha avuto pazienza che le gomme gli restituissero le prestazioni desiderato dopo i primi giri, ed è andato a vincere.

Torna sul podio Valentino Rossi, terzo in Francia, count sorriso un po’ tirato e la consapevolezza che il mondiale sarà davvero lungo in sella a questa Yamaha. Lo chiariscono anche le parole di Matteo Flamigni dal suo box:”Questo podio è una sorpresa, e ci da morale” ben sapendo che Yamaha non ha ancora un team clienti per il prossimo anno.

L’umore non migliora nemmeno al box Ducati, dove da una parte c’è Andrea Dovizioso che si crocifigge per un suo errore e lo zero rimediato questa domenica, dall’altra Jorge Lorenzo che proprio in questo periodo ha bisogno di dimostrare qualcosa, ma non riesce a andare oltre un’ottima partenza e qualche giro in testa alla corsa.

(57)

Irene Saderini Negli ultimi anni è stata il volto femminile della MotoGP su Sky. Irene ha scritto la sua prima Prima Pagina a 23 anni sul Sole 24 Ore, in autunno d... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI