Il punto sul Mondiale F1 dopo il GP della Malesia

Il punto sul Mondiale F1 dopo il GP della Malesia

Il punto sul Mondiale F1 dopo il GP della Malesia

736
0

Altro weekend disperato per la Ferrari: Raikkonen non prende nemmeno parte alla gara; Vettel parte ultimo e chiude con uno straordinario quarto posto. Sorride Hamilton che senza forzare finisce secondo e va a +34 sul tedesco. In Malesia vince Verstappen, meritatamente con Ricciardo terzo.

VERSTAPPEN, IL MALOCCHIO È FINITO – Dopo sette ritiri su 14 gran premi stagionali, è la quindicesima tappa del Mondiale a sorridere all’olandese Verstappen: il pilota della Red Bull vince l’ultimo gp della Malesia (dal prossimo anno addio Sepang) sorpassando Hamilton nella parte iniziale della gara e avviandosi ad un successo in solitaria senza nessun imprevisto, almeno questa volta. “Dopo la stagione che ho vissuto, bella, ma a volte sfortunata, questa vittoria è arrivata nel momento più bello, insieme a mio papà e alla Red Bull abbiamo fatto tanta strada” ha dichiarato ai cronisti Verstappen.

HAMILTON GESTISCE – Con Raikkonen che si impianta ancora prima del semaforo verde e con Vettel che partiva dall’ultima posizione causa rottura del motore il giorno prima, Lewis sapeva benissimo che sarebbe bastano non esagerare per aumentare ancora maggiormente il suo divario con il diretto rivale. E così è stato: buona partenza, poi Verstappen che se ne va e Lewis che senza strafare si prende un podio d’oro. “È stata una bella sensazione l’aver rosicchiato altri punti a Vettel anche perché qui non avevamo il passo giusto e dobbiamo lavorare tanto per mantenere questi risultati” ha dichiarato l’inglese.

FERRARI AGRODOLCI – Altra gara fantozziana per la Ferrari dopo quella di Singapore, con finale di consolazione: Vettel che parte ultimo per rottura del motore; Raikkonen che subisce una perdita di potenza a mezz’ora dal via che i meccanici non riescono a riparare. Risultato? Il finlandese non parte nemmeno, il tedesco trova una rimonta clamorosa che lo porta alle spalle di Ricciardo. Rammarico tanto, visto che la Ferrari era velocissima (un secondo su tutti) ma alla fine quello che conta sono i numeri, che dicono -34 da Hamilton. Inoltre c’è anche il giallo del giro di rientro dove Vettel si scontra su Stroll: se il cambio risulterà rotto, la prima guida del cavallino partirà con 5 posizioni di penalità nella griglia di Suzuka.

Classifica attuale mondiale piloti: Hamilton 281 punti; Vettel 247; Bottas 222; Ricciardo 177, Raikkonen 138 e Verstappen 93.
Quote SNAI vincente mondiale piloti f1: Hamilton 1,12; Vettel 6,00; Bottas 150; Ricciardo 2000.
Scopri tutte le quote sui motori su SNAI.it

Le quote sono soggette a variazione.

 

(Credits: Getty Images)

(736)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI