Ricciardo-Red Bull, la rottura è vicina?

Ricciardo-Red Bull, la rottura è vicina?

Ricciardo-Red Bull, la rottura è vicina?

126
0

Quello che fa discutere questi giorni in Formula 1 è il controverso siparietto che va in scena a ogni GP tra Daniel Ricciardo e Christian Horner, manager della Scuderia Red Bull. Dopo l’ennesimo ritiro per problemi tecnici i pilota a margine della gara in Messico si era lasciato a andare a dichiarazioni che sembravano sancire la rottura definitiva e anticipata con il team.

Nella giornata di ieri è intervenuto prontamente il manager inglese, chiarendo che Daniel “è un ragazzo un po’ impulsivo, speriamo che la sfortuna lo abbandoni”. Si è espresso sulla faccenda anche il responsabile della Federazione automobilistica russa, Ygor Yermilin: “Io non sono d’accordo con queste filosofie complottiste, sicuramente in Red Bull trattano Ricciardo con freddezza, ma un team di professionisti non penalizzerebbe uno dei propri piloti. Sono anche convinto che un arrivo anticipato in squadra di Gasly renderebbe tutti più contenti”. Chi ha orecchie per intendere, ha inteso.

Dalle parti dei tori il pepe non è mai troppo e dall’altra parte del box Verstappen, intervistato dai giornalisti svizzeri, ha dichiarato: “Senza dubbio Lewis è un grande pilota, ma credo che anche io, Vettel e Ricciardo avremmo vinto con la Mercedes” confermando quanto la power unit che spinge la Red Bull sia in sofferenza.

Capitolo MotoGP
La MotoGP si prepara per chiudere la lunga, lunghissima, trasferta asiatica e così dopo Thailandia, Giappone, Australia è il momento della Malesia. Pista tra le più difficili di tutta la stagione, sia fisicamente che tecnicamente per piloti e per le moto, con temperature altissime, previsioni della tipica pioggia a scroscio e grandi staccate. Si correrà come sempre nel mezzo della piantagione di olio di palma a circa tre ore di strada da Kuala Lumpur, dove Marc Marquez può scendere in pista sereno con il titolo già assegnato.

Enigmatica la situazione di Jorge Lorenzo che vorrebbe tentare di chiudere in bellezza l’ultima stagione in rosso e provare a schierarsi sulla sua Ducati almeno nelle Prove Libere di venerdì. In casa Yamaha c’è fiducia, ritrovata senza dubbio per Mavericks Vinales reduce dalla vittoria in Australia e voglia di salire sul podio per Valentino Rossi, che nell’ultima parte di gara domenica scorsa ha dovuto fare i conti con il calo delle gomme.
Le incognite nel campionato non sono più molte: rimangono la seconda e la terza posizione da assegnare, al momento occupate da Andrea Dovizioso e Valentino Rossi.

 

(Credits: Getty Images)

(126)

Irene Saderini Negli ultimi anni è stata il volto femminile della MotoGP su Sky. Irene ha scritto la sua prima Prima Pagina a 23 anni sul Sole 24 Ore, in autunno d... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI