Serie B, le quote della 35esima giornata

Serie B, le quote della 35esima giornata

Serie B, le quote della 35esima giornata

293
0

Il doppio turno ci ha riconsegnato il Benevento che, con due vittorie consecutive, si riproietta verso il vertice (-6) occupato in coabitazione da SPAL e Frosinone. I ciociari, reduci da due pareggi, vanno ad Ascoli mentre i campani a Cittadella. Il Bari rimane sul treno play-off grazie alla vittoria sul Latina ma a La Spezia deve risolvere i problemi in trasferta visto che sarà on the road per due weekend di fila. In coda Latina e Vicenza si affrontano per la sopravvivenza mentre il Pisa prova l’attacco al Cesena.
Le quote  della 35^ giornata.

ASCOLI-FROSINONE
Tre partite in otto giorni si fanno sentire anche per la corazzata di Marino. Il Secondo Tempo del Monday Night contro l’Avellino ha mostrato la stanchezza dell’XI ciociaro, quasi rintanato nella propria metà campo e passivo cul gol di Castaldo. La sfortuna (traversa di Terranova) si è opposta alla 18^ affermazione stagionale consentendo alla SPAL il riaggancio. Ad Ascoli serve una vittoria per mettere pressione alla squadra di Semplici attesa domenica dalla trasferta di Brescia. Da qui alla fine conterà più la testa di qualsiasi altra cosa, lo dice chiaramente Daniel Ciofani parlando delle ultime partite: ‘la prestazione ci potrà anche non essere ma sarà fondamentale non sbagliare l’approccio.’ Inquietante il dato delle partite disputate dai canarini da gennaio ad oggi: 12 punti persi nell’ultima mezz’ora di gioco, cali che alla fine della stagione potrebbero costare cari. A parte Matteo Ciofani, sono tutti disponibili anche se Marino opterà per pochissimi cambi facendo affidamento sui soliti (si dovrebbe rivedere Krajnc al posto di Russo a sinistra nella difesa a 3). Anche per l’Ascoli è una partita importante visto che gli uomini di Aglietti vengono da 3 sconfitte consecutive ed il tecnico toscano si ritrova con la difesa rimaneggiata: all’infortunio di Felicioli (stagione finita) si aggiunge l’indisponibilità di Augustyn. Quasi un invito per il quinto attacco del campionato guidato da un Dionisi in stato di grazia. Noi puntiamo sulla quota SNAI del Parziale/Finale 2-2 a 3.25.

CITTADELLA-BENEVENTO
Le due vittorie consecutive del Benevento hanno ridato fiato alla squadra di Baroni che, grazie alle frenate in testa, si riavvicinano ai posti promozione: solo 6 punti separano la Strega da SPAL e Frosinone, e con 8 partite da giocare è chiaro che tutto può succedere da qua alla fine della regular season. Baroni lo sa e ricorre al solito vocabolario di fine stagione: ‘ci mancano otto finali.’ Sarà una banalità, ma è così ed i giallorossi devono provare a fare quanti più punti possibili prima del 13 maggio quando riceveranno il Frosinone per la penultima di campionato, una gara che indubbiamente deciderà le sorti di entrambe le rivali. Il Cittadella ha raggiunto la salvezza con largo anticipo ed ora cerca di aggiungere la ciliegina sulla torta: ‘approdare ai playoff non deve essere avvertito come un obbligo,’ ha detto Salvi, squalificato per questa partita ‘ma non arrivarci, dopo una stagione come questa, ci lascerebbe un grosso rammarico, perché abbiamo dimostrato di avere il potenziale per stare fra le prime.’ I veneti sembrano avere definitivamente sistemato la fase difensiva visto che per la prima volta in stagione vengono da tre partite consecutive senza subire gol: ‘da qualche mese ci stiamo lavorando con particolare scrupolo,’ ha detto il terzino destro bergamasco ‘i numeri attestano che in attacco siamo fra i primi, mentre dietro non siamo fra i migliori e occorre insistere.’ Raro l’X al Primo Tempo al Tombolato, ma per il Benevento è quasi la regola in trasferta. Puntiamo sulla quota SNAI in combobet X con NoGol a 2.80.

SPEZIA-BARI
Fucile metaforicamente puntato sul Bari da trasferta. I galletti vengono da tre sconfitte consecutive e soprattutto da tre prestazioni che dire incolori è dire poco. Una situazione che fa apparire la vittoria di Benevento (la seconda stagionale lontano dal San Nicola) come una semplice parentesi: senza risultati in trasferta per il Bari sarà una lotta all’ultimo punto sino alla fine del campionato. Con sole tre partite da giocare nel proprio stadio (Verona, Pisa ed Ascoli) è ovvio che i pochi punti (2) di distacco dalle inseguitrici (il Bari occupa l’ultimo posto utile per i play-off) sono un nulla che può essere spazzato in qualsiasi momento. Dire che a La Spezia la squadra di Colantuono si gioca parte della stagione non è un’esagerazione visto che i liguri sono, con il Carpi, una delle due squadre che alitano sul collo dei galletti in affanno. Le ripercussioni di un sorpasso sull’ambiente potrebbero essere fatali in vista della successiva trasferta proprio a Carpi: 180’ che valgono l’intera posta e da affrontare con un margine di errore minimo. Per il tecnico romano problemi di…abbondanza. A parte Floro Flores (dovrebbe rientrare col Carpi dopo l’infortunio rimediato contro il Latina), gli altri sono tutti disponibili dando a Colantuono ampia scelta. Per l’attacco la scelta cadrà su Maniero o Raicevic. Dopo il colpaccio di Verona, gli uomini di Di Carlo (9 vittorie in 17 partite al Picco) puntano ai 3 punti, forti degli ultimi tre precedenti in casa: due vittorie ed un pareggio. Guardiamo alla quota SNAI dell’1 al 90’ a 2.20.

LATINA-VICENZA
La penalizzazione (-1) e le due sconfitte consecutive contro Cittadella e Bari hanno precipitato la squadra di Vivarini all’ultimo posto in classifica. Nulla è compromesso visto che a otto incontri dalla fine ci sono solo 3 punti dalla zona play-off e 4 dalla salvezza, a patto di riprendere a vincere contro il Vicenza che è proprio davanti ai pontini (+3). A Bari ottimi segnali di ripresa anche se il risultato finale ha condannato i nerazzurri che non vincono un incontro da sette giornate. All’infortunato Brosco si è aggiunto anche Rocca creando problemi al tecnico abruzzese che deve reinventarsi il centrocampo tra Bandinelli, De Vitis (non in condizione) e Mariga (ininfluente a Bari). Solo i precedenti consolano i padroni di casa: 3 vittorie e 3 pareggi negli ultimi 6 di cui 2 successi ed uno 0-0 al Francioni. Solo 4 vittorie fuori casa in stagione per i veneti che non vincono lontano dal Menti da 7 partite ed a Latina vanno senza Bellomo (squalificato). La quota dell’1.55 dell’Under 2,5 parla chiaro: poche emozioni e tanta attenzione a concedere poco o nulla. Puntiamo sulla quota SNAI dello 0-0 al Primo Tempo a 2.45.

PISA-CESENA
Tutti uniti verso l’obiettivo salvezza. Nonostante le difficoltà (il Pisa non vince da 7 giornate) l’ambiente è compatto alle spalle della squadra e non potrebbe essere altrimenti visto che i nerazzurri hanno attraversato ben altre bufere nel corso della stagione tra crisi societaria e penalizzazioni. Il Pisa è vivo e lotta con la salvezza a 3 punti di distanza. Il Cesena è un po’ più su (+4) ed è chiaro che questa partita diventi di vitale importanza per entrambe. In chiave scontri diretti, i romagnoli sono in vantaggio visto il 2-0 dell’andata e potrebbero anche accontentarsi di lasciare l’Arena Garibaldi con 1 punto visto che il calendario del Cesena è abbastanza in salita sino alla fine (da affrontare calibri quali Spezia, Benevento, Cittadella, Novara e Verona). Molto allettante la quota SNAI dell’X al 90’ a 2.85.

ASCOLI-FROSINONE (Parziale/Finale 2-2 – 3.25)
CITTADELLA-BENEVENTO (X+NG – 2.80)
SPEZIA-BARI (1 – 2.20)
LATINA-VICENZA (0-0 PT – 2.45)
PISA-CESENA (X – 2.85)

Scommessa 10€ – Possibile vincita 1.397,89€

(293)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI