Le 10 cose che non dimenticheremo di Carlo Tavecchio

Le 10 cose che non dimenticheremo di Carlo Tavecchio

Le 10 cose che non dimenticheremo di Carlo Tavecchio

9.21K
0

#1 “Optì Pobà è venuto qua che prima mangiava le banane e adesso gioca titolare nella Lazio. E va bene così. In Inghilterra deve dimostrare il suo curriculum e il suo pedigree.” (Carlo Tavecchio sugli extracomunitari)

#2 “Noi siamo in questo momento protesi a dare una dignità anche sotto l’aspetto estetico della donna nel calcio. [Domanda: in che senso sotto l’aspetto estetico?] Perché finora si riteneva che la donna fosse un soggetto handicappato rispetto al maschio sulla resistenza, sul tempo, sull’espressione anche atletica e invece abbiamo riscontrato che sono molto simili.” (Carlo Tavecchio sulle donne)

#3 “L’assassino di John Kennedy non ha subito quello che ho subito in questi giorni.” (Carlo Tavecchio sull’omicidio Kennedy) P.S. Oswald, esecutore materiale dell’omicidio, venne ucciso due giorni dopo l’attentato.

#4 “Sono dei coatti e mangiatrippa.” (Carlo Tavecchio sui tifosi romanisti)

#5 “Non ho nulla contro i gay ma teneteli lontani da me, io sono normale” (Carlo Tavecchio sull’omosessualità)

#6 “È un ebreaccio. Non ho niente contro gli ebrei, ma è meglio tenerli a bada”. (Carlo Tavecchio su Cesare Anticoli)

#7 “Negli stadi non si deve solo giocare a calcio. Ci deve essere la farmacia, il cinema, la lap dance. Bisogna fare attività sociale” (Carlo Tavecchio sul futuro degli stadi)

#8 “La Juventus sul campo era nettamente la più forte, di scudetti ne ha vinti 32: la squadra non ha rubato nulla e non avrebbe avuto bisogno di certi magheggi. Lo dico da vecchio interista, anche se più tiepido. Però la sentenza Calciopoli, che ha sanzionato i comportamenti del club fuori dal campo, è legge e siamo qui per farla rispettare”. (Carlo Tavecchio su Calciopoli)

#9 “Quando mai ad un’azienda al mondo gli togli a ottobre 25 milioni di ricavi? E cosa deve fare l’amministratore in quel caso? Questo è il tema dominante, il resto sono panzane. Il calcio non può essere soggetto vilipeso ogni volta, noi fatturiamo 6 miliardi all’anno per il Paese ma non possiamo essere il pozzo di San Patrizio, dove si mettono dentro le mani e si tirano fuori i soldi”. (Carlo Tavecchio sul calcio)

#10 Il decimo ci sentiamo di tenerlo “Work in progress”. Con uno come Tavecchio è il minimo. E poi manca ancora un anno alla fine del mandato.

#11 La conferenza stampa di addio. STORICA.

 

(Credits: Getty Images)

(9214)

Calciatori Brutti Genuini, fuori dagli schemi, veri. A breve anche pregiudicati.... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI