La verità verrà da novembre

La verità verrà da novembre

La verità verrà da novembre

1.46K
0

È difficile non farsi prendere dalla tentazione di provare ad immaginare il percorso delle tre squadre al vertice della classifica in serie A.

Per una volta che la Juventus viene insidiata non più solo da una squadra, diamo un’occhiata al calendario per capire il coefficiente di difficoltà di un mese determinante che potrebbe ridurre o aumentare ulteriormente il divario tra la prima in classifica e le inseguitrici.
Vediamo perciò chi tra Juve, Inter e Napoli ha il cammino più complicato.

Juventus: difficoltà 7
La squadra di Allegri ha due trasferte difficili e due partite in casa relativamente facili.
In mezzo la Champions contro due avversari di livello ma gestibili. Questione di concentrazione e di forze che la Juventus può mettere in campo. Se contiamo gli infortuni, il problema più grande viene dal centrocampo che sta gestendo l’assenza di Khedira e Alex Sandro, per il resto i bianconeri hanno alzato il livello di gioco in occasione delle partite con avversari importanti e abbassato in campionato contro squadre meno probanti, come dimostrano le vittorie più risicate con Parma, Chievo, Empoli e il pareggio interno col Genoa. In pratica per la Juve è persino meglio incontrare avversari forti per aumentare la concentrazione.

Il calendario dice
Juventus-Cagliari
(Juventus-Manchester United)
Milan-Juventus
Juventus-SPAL
(Juventus-Valencia)
Fiorentina-Juventus
Classifica oggi: 28 punti
Classifica possibile dopo 1 dicembre: 38 (3 vittorie 1 pareggio)
Inter: difficoltà 8
Calendario oggettivamente difficile per l’Inter, se consideriamo anche la Champions è davvero rischioso, forse anche decisivo per stabilire i reali obbiettivi dei nerazzurri questa stagione. La squadra è più che attrezzata per arrivare tra le prime quattro ma ora che si trova tanto in alto e ben posizionata nel girone di Champions si alza inevitabilmente l’asticella. Nainggolan vuole rientrare e domani si deciderà se farlo stare in panchina. Se l’Inter riuscisse nell’impresa di battere il Barcellona potrebbe fare anche turn over col Tottenham, più probabilmente dovrà cercare di non perdere in coppa e fare punti a San Siro.
Pericolose le trasferte e quasi proibitiva la settimana che porterà a Juve-Inter, con le sfide fuori casa con gli Spurs e la Roma.
Inter-Genoa
(Inter-Barcellona)
Atalanta-Inter
Inter-Frosinone
(Tottenham-Inter)
Roma-Inter
Classifica oggi: 22 punti
Classifica possibile dopo 2 dicembre 30 (2 vittorie e 2 pareggi)

Napoli: difficoltà 6,5
Il Napoli affronta un calendario più agevole rispetto a Juventus e Inter. Parte oggi con l’Empoli e Ancelotti ha già annunciato ampio turn over con l’obbligo di vincere ma tenendo in grande considerzione la partita quasi decisiva con il PSG di martedì sera. Questa sera gioca Karnezis, in difesa Malcuit a destra, con Hysaj a sinistra. Albiol a riposo ma non Koulibaly, affiancato da Maksimovic. A centrocampo ballottaggio tra Callejon e Fabian Ruiz. Zielinski confermato a sinistra. Al centro chance per Rog e Diawara. In attacco la coppia inedita Milik-Mertens. Dopo la Champions insidia Genoa a Marassi, gara semplice in casa col Chievo e complicata a Bergamo con l’Atalanta.

Classifica oggi: 22 punti
Classifica possibile dopo 3 dicembre 32 (3 vittorie 1 pareggio)
Napoli-Empoli
(Napoli-PSG)
Genoa-Napoli
Napoli-Chievo
(Napoli-Stella Rossa)
Atalanta-Napoli

(Credits: Getty Images)

(1461)

Lapo De Carlo Giornalista, conduttore televisivo, radiofonico e conduttore di RMC Sport è anche esperto di conduzione e comunicazione. Collabora con la medesima ... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI