Ancora polemiche Sanremo, persino gli esorcisti 

Ancora polemiche Sanremo, persino gli esorcisti 

Ancora polemiche Sanremo, persino gli esorcisti 

55
0

Dura lex, sex lex. Una regola sbagliata, ma che oggi è legge e ha ribaltato le sorti di un Sanremo che raramente si era accompagnato a così tante polemiche. Quando vi davamo come favorito dai bookmarkers il cantante Ultimo non sbagliavamo: peccato però che per la Giuria d’Onore (che ha un peso del 20% sul giudizio finale) e la Giuria della Sala Stampa (30%) dovesse vincere Mahmood, ribaltando così le preferenze espresse dal pubblico con il televoto a pagamento (50%).

Mahmood infatti ha ottenuto il 20,95% delle preferenze del voto da casa, mentre Ultimo – arrivato poi secondo – ne ha conquistate più del doppio: 48,80! 

Polemica da parte del popolo e da parte di molti che a quella decisione non hanno preso parte, come Roberto D’Agostino che ha proclamato: ’Se il Festival perde la natura nazional popolare è finito’. Vero, ma di chi è la colpa? Di Mahmood, non di certo. Della giuria? Nemmeno, hanno espresso un voto come da regolamento. Forse del meccanismo che anche a detta del direttore artistico Baglioni è da rivedere. 

Intanto la polemica non si placa e si scatenano tutti, persino gli esorcisti! L’esorcista Don Buonaiuto infatti ha detto rispetto allo sketch della Raffaele che “quella che apparirebbe una gag spiritosa è stata invece stonata, perché sembra non tenere conto della sensibilità di tante persone che soffrono a causa della presenza del maligno. Il ridicolizzare o, ancor più grave, inneggiare il nome di satana in prima serata su Rai Uno , penso sia stato uno scivolone sconcertante. Non si è tenuto conto della fede dei tanti cristiani che seguivano uno dei programmi più amati dagli italiani mancando così di rispetto specialmente alle tante persone che sono realmente oppresse dalle forze del male”.

Anche l’Associazione Internazionale Esorcisti  ha espresso “grande rammarico in merito alla puntata sanremese nella quale il richiamo esplicito a Satana, attraverso gesti e parole, evidenzia l’immagine svilita di un intrattenimento grossolano, che scherza con il dolore delle vittime”, parole che trovano ancora una volta concorde Matteo Salvini.
Se da una parte il diretto interessato Mahmood in quanto vincente è dispiaciuto, ma solo per una vittoria dal retrogusto amaro, il più penalizzato è stato certamente Ultimo che però da vittima d’Italia per la sua reazione cattiva verso i giornalisti è passato quasi a colpevole. Ha successivamente annullato gli appuntamenti con i media, da Domenica in alla tradizionale foto copertina di Tv Sorrisi e Canzoni.

Tra gli appuntamenti cancellati anche l’ospitata da Fiorello che si è sentito di lanciare un messaggio per Ultimo: “Vorrei fare un appello a Ultimo dicendo che sta commettendo degli errori nonostante credo che abbia ragione. Però, per passare dalla ragione al torto ci vuole un attimo”. Anche lui infatti nel lontano 1995, quando era il favorito al Festival con “Finalmente tu”, si classificò al quinto posto e disertò Domenica in, su consiglio del suo staff. “Un errore gravissimo che non rifarei”. Così alla fine Ultimo si è presentato e grazie a Fiorello si è riavvicinato a un pubblico spaccato in due. 

Se da una parte il Festival unisce la Nazione, dall’altra la divide.

(Credits: Getty Images)

(55)

Stefania Cattaneo Stefania Cattaneo, per gli amici Stefy, segni particolari: amante del calcio e di tutto ciò che brilla come le sue scarpe in video. Presenta le previ... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI