In attesa dei David di Donatello

In attesa dei David di Donatello

In attesa dei David di Donatello

95
0

La 65° edizione dei David di Donatello si sarebbe dovuta svolgere il 3 Aprile ma con la crisi sanitaria in corso la manifestazione è stata dirottata per il momento all’8 Maggio.

La serata di premiazione andrà in onda su Rai 1 con Carlo Conti come presentatore, ma ancora non è chiaro se si svolgerà attuando le regole imposte dal DPCM o se verrà rinviata a data da destinarsi. La situazione drammatica del comparto cinematografico, con le attività di produzione sospese e i cinema chiusi, sono un campanello d’allarme per l’annuale consegna dei premi dell’Accademia del Cinema italiano. La direttrice e critica cinematografica Piera Detattis ha dichiarato che l’organizzazione dei David sta lavorando per la ricerca di una soluzione e non è da scartare l’ipotesi, già attuata da alcuni festival internazionali, di collegamenti via streaming per ovviare alle disposizioni di legge.

La scorsa edizione a trionfare con 9 statuette fu Dogman di Matteo Garrone, con una storia ispirata al delitto del Canaro che nel 1988 sconvolse l’opinione pubblica italiana. Grande successo anche per Alessandro Borghi che vinse il David per il miglior attore protagonista con Sulla mia pelle, un film che riattraversa l’ultima settimana di vita di Stefano Cucchi. Il premio come miglior attrice venne conquistato da Elena Sofia Ricci per Loro diretto da Paolo Sorrentino, sulle vicende professionali e politiche di Silvio Berlusconi. Altri premi andarono a Chiamami col tuo nome, Il vizio della speranza e Capri-revolution.

Per quanto riguarda il concorso dell’edizione 2020, a fare incetta di nomination troviamo tre titoli rilevanti della stagione cinematografica italiana, a partire dalle 17 nomination per Il traditore di Marco Bellocchio, con Pierfrancesco Favino interprete del membro di Cosa Nostra e collaboratore di giustizia Tommaso Buscetta. A seguire ritroviamo Matteo Garrone con 15 candidature per il suo Pinocchio, magico viaggio nella favola di Collodi con Roberto Benigni nei panni di mastro Geppetto. Appaiato sempre con 15 nomination Il primo Re di Matteo Rovere che, utilizzando un latino arcaico e una spettacolarità di livello hollywoodiano, riattraversa il mito di Romolo e Remo e della fondazione di Roma.

Altri film che potrebbero concorrere alla vittoria dei premi più importanti sono La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi tratto dal romanzo di Roberto Saviano e la rilettura di Pietro Marcello del Martin Eden di Herman Melville, con un Luca Marinelli in forma smagliante e vincitore della Coppa Volpi per il miglior attore nella scorsa edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

Sono già stati assegnati invece i premi per il miglior cortometraggio, vinto da Giulio Mastromauro con Inverno, e per il miglior film straniero, conquistato dal film rivelazione dell’anno, Parasite del coreano Bong Joon-ho, premiato anche agli Oscar dello scorso febbraio.

SCOPRI LE QUOTE SNAI DEI DAVID DI DONATELLO!

 

(Credits: Getty Images)

(95)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI