Sanremo vince Mahmood, tra le polemiche 

Sanremo vince Mahmood, tra le polemiche 

Sanremo vince Mahmood, tra le polemiche 

79
0

“Non ci sto proprio credendo, è incredibile!” Con queste parole Mahmood ha accolto la vittoria al 69 Festival di Sanremo con la canzone ‘Soldi’.  Non ci crede lui, ma di base lo stupore è generalizzato in primis per la mancata vittoria di Ultimo con ‘I tuoi particolari’ che è arrivato non senza poca rabbia (a suo dire verso se stesso, ma pareva una stizza generale contro tutti e contro quei giornalisti che secondo lui non hanno un c… da fare e gliela hanno tirata annunciandolo come il favoritissimo). Un’incredulità anche perché i bookmakers non avevano previsto un simile exploit, così come la giuria e il pubblico in sala che ha protestato più volte, in particolare verso un non posizionamento di Loredana Bertè. Alla terza posizione il volo con “Musica che resta”.

Anche il ministro dell’interno Matteo Salvini non se l’aspettava e ha cinguettato sui social scatenando moltissimi commenti: “#Mahmood… mah… La canzone italiana più bella?!? Io avrei scelto #Ultimo, voi che dite??”.

Ha risposto in conferenza lo stesso cantante: “Io sono italiano, nato e cresciuto a Milano. Non mi sento tirato in causa. Nel brano ho messo una frase araba che è un ricordo della mia infanzia, ma sono italiano al 100 per cento”. In effetti Alessandro Mahmoud è figlio di madre sarda e padre egiziano, arrivato alla ribalta nel 2012 grazie a X Factor. Non è nuovo a Sanremo: nel 2016 aveva partecipato nella sezione Nuove Proposte arrivando al quarto posto. Oltre che cantante è anche autore, molti non sanno che ha firmato anche Nero Bali di Elodie, Hola (I Say) di Marco Mengoni e Tom Walker e Luna, brano in cui duetta con Fabri Fibra.

E se il Festival è stato vinto da Mahmood, il premio della critica “Mia Martini” è stato vinto dal magnifico testo di Daniele Silvestri che ha detto: “Questo premio lo dedico a mio padre che non c’è più da un pò di tempo”.

Cosa resterà di questo Baglioni bis? Un Bisio povero, impacciato e a tratti imbarazzato, un Bisio che con la frase “Si può dire che è una bella canzone?” ha quasi infranto il regolamento nonché il codice di comportamento dei conduttori, che entrando sul palco a esibizione in corso (di un’Anna Tatangelo parecchio stizzita) ha fatto una delle peggiori gaffe nella storia; un Bisio che ha ammesso di aver invidiato Pio e Amedeo come comici che sono piaciuti.

Resteranno le imitazioni di Virginia Raffaele che proseguirà una carriera di grande artista, ma non molto come presentatrice dalla propria personalità; resterà Baglioni dirottatore dell’anno scorso, un po’ meno dittatore questa edizione, almeno visti gli ascolti.

Resta da capire ora quali canzoni resteranno nella nostra memoria…

(Credits: Getty Images)

(79)

Stefania Cattaneo Stefania Cattaneo, per gli amici Stefy, segni particolari: amante del calcio e di tutto ciò che brilla come le sue scarpe in video. Presenta le previ... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI