X Factor | Last Call

X Factor | Last Call

X Factor | Last Call

97
0

Ultima chiamata per i live di X Factor! Se Rockit ha già scelto di puntare alla Finalissima un paio di nomi con una giocata vincente, le squadre messe in piedi dai quattro giudici, switch dopo switch, hanno ora bisogno di un’ulteriore scrematura in vista dei tanto attesi live in diretta tv del prossimo 29 ottobre.

Non senza qualche ribaltone piuttosto discusso, Manuelito Hell Raton, Emma Marrone, Mika e Manuel Agnelli hanno composto la propria parata di campioni per concorrere al titolo di Vincitore di X Factor 2020, anche se, così formate, ai box di partenza non tutte le categorie sembrano avere le stesse chance.

GLI OVER, L’IMPORTANTE È PARTECIPARE?
La formazione di Mika, quella degli Over, in prima analisi, pare funzionare meno bene, con un team dai nomi funambolici di Vergo, Eda Marì, Kaima, NAIP e Disarmo che però potrebbe avere già espresso gran parte del suo potenziale. A scanso di qualche plausibile sorpresa, specialmente da Vergo e, forse forse, anche da Disarmo, il cantante di origini libanesi in questa edizione non parte di certo tra i più favoriti.

LE UNDER DONNE, SUPER FAVORITE?
Diversa situazione invece per Emma e Manuelito che, rispettivamente alla guida di Under Uomini e Under Donne, hanno dallo loro un paio di assi capaci di fare la differenza e che con buona probabilità rivedremo nelle fasi più calde della competizione. Hell Raton può contare infatti su Cmqmartina, artista già rodata che durante i Bootcamp ha messo a segno una “Dio, come ti amo” di Domenico Modugno rivisitata in chiave elettronica che ha fatto breccia oltre la cortina televisiva, facendo comunque gelare il sangue al leader degli Afterhours. Ancora, in squadra l’enigmatica Mydrama e le più cristalline Casadilego (soprattutto) e di Daria Huber (su cui pesa di più qualche problema di sovrapposizione con la collega dai capelli acquamarina) hanno dalla loro risorse e tecnica, tutte da indirizzare a uso e consumo dello spettacolo, s’intende, per candidarsi a principali protagoniste del talent show.

GLI UNDER UOMINI, GRAN PERSONAGGI?
Tra i cinque di Emma, invece, fa bella mostra di sé l’ugola gender-liquid di Blue Phelix che, nonostante la scelta infelice di “Video Games” di Lana Del Rey, ha dimostrato di avere la sfrontatezza giusta per prendersi la sedia, così come il folk rock appassionato e genuino di Leo Meconi. Il rapper Blind e l’ansioso Roccuzzo, buoni performer e bei personaggi, sembrano già prenotati per live, mentre più traballante si fa la posizione di Filippo Santi, in una squadra dalla buona eterogeneità di stili. Eppure, dopo l’eliminazione del gran vocione di Enrico Errani, le certezze sono tutte da ricercarsi altrove.

I GRUPPI FANNO ANCORA RUMORE?
Agnelli, in ultimo, con una citofonatissima quanto imprevedibilmente prevedibile abbinata ai gruppi, ha nel trio dei Melancholia la sua arma migliore. Un po’ freschi di fuga del reparto di psichiatria e un po’ virtuosi dell’atteggiamento passivo-aggressivo sono il passepartout delle band alla serata finale, salvo colpi di testa, ovviamente. Nella stessa categoria, lo sconquasso sonoro dei fulminatissimi My Little Piece Of Marmelade e l’innegabile fluidità pop (e di disponibilità di acqua ossigenata) degli Yellow Monday riescono a mettere nel sacco i dovuti consensi. Ma per i tre posti disponibili ai live in un gioco a quattro con i più mediatici Manitoba e la stramberia allegra dei Wime, per Agnelli sarà tempo di uno stallo alla messicana degno di Sergio Leone.

LAST CALL E POP-CORN
Con l’appuntamento dei Last Call, che in quest’anno di pandemia sostituiscono gli Home Visit, scopriremo quindi tutte le carte in tavola per la prima, attesa, serata delle esibizioni dal vivo di questo X Factor che vorrebbe riportare la musica al centro. Mentre i giudici affilano i coltelli, preparate i pop-corn.

 

(Credits: Getty Images)

(97)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE