ATP FINALS TORINO, DJOKOVIC VA IN SEMIFINALE

ATP FINALS TORINO, DJOKOVIC VA IN SEMIFINALE

ATP FINALS TORINO, DJOKOVIC VA IN SEMIFINALE

599
0

Novak Djokovic aggiunge un altro scalpo alla sua lunga lista: non aveva mai incrociato Andrej Rublev in carriera e alla seconda giornata della fase a gironi delle Atp Finals non gli fa sconti. Il numero uno al mondo vince in due set dimostrando ancora una volta la propria superiorità. La sesta vittoria consecutiva gli consente così di conquistare in anticipo le semifinali del torneo.

DJOKOVIC, PARTENZA IN SALITA

Il primo game del match dice che Djokovic non è ancora il giocatore infallibile che ha dominato il 2021: come contro Ruud, perde il servizio e la sua sfida comincia in salita. Peccato per Rublev, però, che il controbreak stavolta sia immediato e che anche nel turno di battuta successivo del russo, Nole vada vicinissimo a un altro break. Lo trova nell’ottavo gioco ed è quello decisivo perché a quel punto il serbo non si lascia sfuggire l’occasione di servire per il set. Finisce 6-3 e l’impressione è che Djokovic non abbia dovuto faticare più di tanto: gli errori gratuiti di Rublev, che ha anche una percentuale di prime nettamente inferiore, ne hanno agevolato la rimonta.

ATP FINALS, DJOKOVIC GIOCA DA NUMERO UNO

Rublev comincia bene anche il secondo set, senza rinuncia al proprio stile, tra l’altro quasi obbligatorio contro avversari come Djokovic: il russo forza e stavolta non sbaglia. Ma è un’illusione che dura poco, spezzata nel terzo game, che indica in modo chiaro la differenza tra i due giocatori. Rublev rimonta da 0-30 a 40-30, ma prima getta via alle ortiche il punto del possibile 2-1, poi si arrende a due recuperi spettacolari del serbo. A quel punto va in scena un autentico show di Nole che gioca da vero numero uno al mondo, tra pallonetti e altri colpi meravigliosi, compresi i 14 ace che non lasciano scampo a Rublev. Finisce così 6-3 6-2 in 68 minuti, quasi un allenamento per un giocatore, seppur contro il numero 5 del ranking che ha dieci anni di meno e tanta strada da fare per arrivare al livello di Djokovic: i 26 errori gratuiti del russo contro gli 8 del rivale (mentre il conto dei vincenti è più o meno pari, 18-19) sono lo specchio del gap.

ATP FNALS, DJOKOVIC AVANTI

Djokovic dovrà giocare l’ultima sfida del girone contro Norrie, subentrato a Tsitsipas. Comunque vada, sa già che andrà in semifinale e se gioca come oggi, con l’87% di punti sulla prima di servizio, e il 67% sulla risposta alla seconda dell’avversario, non ce n’è per nessuno. Anche se Medvedev e Zverev sono di un altro livello rispetto a Rublev.

(Credits: Getty Image)

(599)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE