AUSTRALIAN OPEN: CONTINUA LA CORSA DI DJOKOVIC. DOMANI LE SEMIFINALI FEMMINILI

AUSTRALIAN OPEN: CONTINUA LA CORSA DI DJOKOVIC. DOMANI LE SEMIFINALI FEMMINILI

AUSTRALIAN OPEN: CONTINUA LA CORSA DI DJOKOVIC. DOMANI LE SEMIFINALI FEMMINILI

138
0

Nessun problema per Novak Djokovic che conferma la sua supremazia sui campi di Melbourne, liquidando in tre set Andrey Rublev nonostante il vento, a tratti fastidioso, abbia creato inizialmente qualche disagio. Le sporadiche fiammate del russo non mettono mai l’ex numero 1 al mondo in difficoltà. Il primo set si archivia 6-1, il secondo vede un barlume di lotta in più, ma Rublev non ha la costanza (e men che meno la testa) per mettere in difficoltà il suo avversario. Magari riesce a portarlo ai vantaggi ma, poi, il finale della storia è sempre quello. Si chiude sul 6-2. Il terzo parziale inizia con un break per Djokovic che poi procede a velocità di crociera, dando la sensazione di poter fare, letteralmente, quello che vuole, alzando e abbassando il livello del suo gioco a seconda del momento e della necessità. L’epilogo segna 6-4 e per Djokovic ora ci sarà Tommy Paul.
Più combattuto il quarto che ha visto affrontarsi nel derby a stelle strisce Tommy Paul e Ben Shelton. La spunta Paul, il giocatore con più esperienza, in quattro set (7-6 (8-6), 6-3, 5-7, 6-4) agguantando per la prima volta in carriera una semifinale Slam. Per Shelton, classe 2002, un torneo che rimane da incorniciare.
Tra le ragazze avanzano Aryna Sabalenka che si sbarazza facilmente della sua nemesi Donna Vekic (avanti 5-1 nei precedenti) con un netto 6-3, 6-2. Leggermente più lottato l’altro quarto che vede una strepitosa Magda Linette eliminare Karolina Pliskova 6-3, 7-5.

 

LE SEMIFINALI FEMMINILI, LINETTE CI PROVA

La quartultima giornata dell’Happy Slam si aprirà con due incontri di doppio. Si giocano l’accesso in finale i francesi Jeremy Chardy/Fabrice Martin che sfidano Hugo Nys/Jan Zielinski e le wild card australiane Jason Kubler/Rinky Hijikata che provano a battere due colossi della disciplina, Marcel Granollers/Horacio Zeballos.
A seguire entreranno sulla Rod Laver Arena Elena Rybakina e Victoria Azarenka. La campionessa in carica di Wimbledon sembra decisa a conquistare il suo secondo slam e arriva a questa finale dopo aver sconfitto Swiatek (in due set agli ottavi) e Ostapenko (in due nei quarti). La Azarenka, che ha eliminato Jessica Pegula, una delle favorite, qui ha già vinto due volte, un back-to-back nel 2012 e 2013, quindi sa cosa serve per potare a casa il titolo. Tra le due c’è solo un precedente a favore della Rybakina che, lo scorso marzo a Indian Wells, ha vinto in modo abbastanza netto 6-3, 6-4.
Chiuderà il programma la sfida tra Magda Linette e Aryna Sabalenka. Le due si sono già affrontate due volte (sempre sul cemento) e in entrambi i casi ha vinto Sabalenka, l’ultima a Tokyo 2021 per 6-2, 6-1. Nel quarto contro la Vekic la bielorussa ha piazzato ben 31 vincenti, meno precisa sul servizio con 9 ace, 9 doppi falli due break persi e 12 palle break salvate. Linette sta giocando il tennis della vita e anche lei nel quarto con Pliskova ha scelto un approccio particolarmente aggressivo con 29 vincenti. Riuscirà a tenere vivo il suo sogno?

 

(Credits: Getty Images)

(138)

Redazione Redazione SNAI Sportnews... VAI ALLA PAGINA AUTORE