Australian Open | Subito spettacolo nel 1° turno

Australian Open | Subito spettacolo nel 1° turno

Australian Open | Subito spettacolo nel 1° turno

34
0

Fattori esterni che ben conosciamo hanno minacciato l’edizione 2021 degli Australian Open. Non proprio una novità, visto che lo scorso anno il Grand Slam rischiò di saltare a causa dei numerosi incendi boschivi. A questo giro è la pandemia a mettere in pericolo il torneo, ma i giocatori sono stati costretti a severe quarantene rintanati nelle loro rispettive stanze per 14 giorni di fila, la preparazione atletica stipata in una settimana e una giornata cancellata dopo che una persona è risultata positiva al tampone.

 
IL FATTORE DJOKOVIC
Molteplici fattori hanno messo e mettono a rischio l’Happy Slam, ma sul campo la corsa potrebbe essere a senso unico. Novak Djiokovic, campione in carica, cercherà il nono titolo agli Australian Open. Nella finale della scorsa edizione vinse per 2 set a 1 contro Dominic Thiem. Il serbo ha vinto per ben otto volte in 16 apparizioni al torneo. Per evidenziare ulteriormente il suo dominio sulla Rod Laver Arena segnaliamo che ha centrato 7 degli ultimi Australian Open.
Il serbo ha battuto nel primo turno per 3 a 0 il malcapitato Chardy (6-3, 6-1,6-2) con 9 ace e l’86% di punti vittoria al primo servizio. Un inizio mica male.

 
NADAL ALLA CACCIA DEI RECORD, SCHIENA PERMETTENDO
È stato un inizio 2021 difficile per il numero 2 del mondo Rafael Nadal. Lo spagnolo è arrivato a Melbourne nella speranza di agguantare il record di titoli del Grande Slam nel tennis maschile. Nadal è anche in corsa per diventare il secondo uomo nell’era Open (dopo ‘Rocket’ Rod Laver) a vincere ogni Grande Slam due volte nella sua carriera. Tuttavia, la preparazione del maiorchino ha subito una scossa inaspettata a causa di un problema alla schiena che lo ha costretto a non partecipare alla ATP Cup appena conclusa. Durante la sua conferenza stampa pre-torneo ha detto che l’infortunio non è grave, ma come al solito non sta guardando oltre il suo match del primo turno. Il suo avversario sarà il serbo Laslo Djere, ex n. 27 del mondo scivolato ora in 56esima posizione.

Djere si è ritirato dal suo match di primo turno ad Antalya ed è stato eliminato nel primo match in uno degli eventi di preparazione a Melbourne ed è alla ricerca della prima vittoria nel main draw agli Australian Open, dopo tre uscite al primo turno. Difficile che riesca a rappresentare una minaccia per il maiorchino, schiena permettendo.

 
MEDVEDEV VS. POSIPISIL, PRIMO SET PER IL RUSSO?
Medvedev è di gran lunga il giocatore più in forma del tour ATP al momento. Il russo cercherà di protrarre questa continuità per raggiungere il suo primo titolo del Grande Slam a Melbourne. Medvedev è attualmente su un’enorme striscia vincente di 14 partite, con 10 di queste vittorie che arrivano contro avversari top 10. Il 24enne ha raccolto il titolo dei Masters di Parigi e il trofeo delle ATP Finals alla fine della scorsa stagione. Poi, nelle fasi iniziali della stagione 2021 all’ATP Cup ha giocato un tennis eccezionale per abbattere giocatori del calibro di Diego Schwartzman, Alexander Zverev e Matteo Berrettini e alla fine ha portato il suo paese natale, la Russia, al titolo. Di fronte troverà Vasek Posipisil, un veterano del tour e un nemico familiare del russo. I due hanno incrociato le racchette due volte nel 2020, con il canadese vincente nell’ATP di Rotterdam e Medvedev che si è rifatto agli ottavi del Vienna Open.

La forma, la storia recente sul campo e la classifica fanno di Daniil Medvedev il favorito assoluto del match. Il russo possiede un gioco difensivo impeccabile, che è estremamente efficace sul cemento. I suoi colpi col goniometro e la precisione della prima di servizio compongono un repertorio che ha usato in modo efficiente alla Rod Laver Arena la scorsa settimana. Per avere qualche possibilità Posipisil dovrà picchiare duro a partire dal servizio, provando ad attaccare la rete in ogni occasione. Riuscirà Medvedev a conquistare subito il primo set?

 
NOVE ITALIANI IN CAMPO
Inizio amaro per il tennis italiano con l’eliminazione di Jannick Sinner al primo turno contro Shapolavov. Il giovane altoatesino, nonostante la stanchezza per il mancato riposo, è riuscito a tenere testa al canadese arrivando al quinto set. Tutto ci fa credere che con 24h di riposo nelle gambe il 19enne italiano avrebbe dominato. Nella notte Gianluca Mager è stato eliminato dal russo Karatsev, Stefano Travaglia dopo un primo set combattuto cede allo statunitense Frances Tiafoe e vede sfumare la sfida contro Djokovic.

Questa notte toccherà a Marco Cecchinato (n. 79) che affronterà Mackenzie MacDonald (194) con i favori del pronostico dalla parte dell’azzurro. Andreas Seppi affronterà l’uruguagio Peter Cuevas: i due non si affrontano dal lontano 2015 quando a Parigi vinse l’italiano per 2 set a 0. Lorenzo Sonego (n. 34) avrà di fronte un match complicato contro Sam Querrey (n. 51), mentre Salvatore Caruso dovrebbe avere vita facile contro lo svizzero Henri Laaksonen. Fari puntati su Fabio Fognini (n. 17) alle prese con Pierre-Hugues Herbert (n.84) francese classe 1991 e Matteo Berrettini (n.10) dovrà superare l’ostacolo Kevin Anderson (n.82).

 

(Credits: Getty Images)

(34)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE