AUSTRALIAN OPEN: ULTIMI OTTAVI, SFIDA TRA RUNE E RUBLEV, DJOKOVIC CONTRO DE MINAUR

AUSTRALIAN OPEN: ULTIMI OTTAVI, SFIDA TRA RUNE E RUBLEV, DJOKOVIC CONTRO DE MINAUR

AUSTRALIAN OPEN: ULTIMI OTTAVI, SFIDA TRA RUNE E RUBLEV, DJOKOVIC CONTRO DE MINAUR

398
0

Si chiudono gli ottavi di finale in quel di Melbourne, con Djokovic a chiudere il programma. La sfida più attesa è quella tra Andrey Rublev e Holger Rune, rispettivamente testa di serie numero 5 e 9, programmata come terzo incontro sulla Rod Laver Arena. Entrambi ci arrivano dopo un percorso abbastanza agevole. Il russo ha sconfitto Thiem al primo turno in tre set, Ruusuvuori in quattro al secondo ed Evans in tre al terzo. Il finlandese non ha ancora perso un set, vittorioso su Krajinović, Cressy e Humbert. Tra i due c’è solo un precedente e sorride a Rune che ha sconfitto Rublev 6-4, 7-5 all’ultimo Master 1000, quello parigino, della scorsa stagione. Andrey, lo sappiamo, può giocare benissimo e anche malissimo. Holger, dal torneo di Sofia, dove è stato sconfitto in finale da Sinner, ha infilato 18 vittorie su 20 match e sembra in una forma strepitosa, è una delle nuove stelle del circuito. Seppur con meno esperienza, una sua vittoria non sarebbe una grandissima sorpresa

 

LA SFIDA TRA DJOKOVIC E DE MINAUR

Dopo il ritiro shock di Nick Kyrgios e la sconfitta di Kokkinakis, le speranze dei tifosi australiani risiedono tutte in Alex De Minaur che agli ottavi arriva dopo aver sconfitto Hsu (in tre set), Mannarino (in quattro) e Bonzi (in tre). Nole ha esordito sul velluto al primo turno contro Carballés Baena, ha perso un set nel secondo contro il francese Couacaud e si è sbarazzato di Dimitrov in tre. L’unico cruccio del serbo è la condizione fisica, sappiamo dell’infortunio alla sua gamba sinistra, che nell’ultimo match ha richiesto due medical time out. Quanto sia grave difficile a dirsi, ma ipotizzando anche un Djokovic al 70%, De Minaur sarebbe in grado di batterlo? Pare difficile, quasi impossibile. Nole arriva con una striscia positiva di 24 incontri vinti su questi campi. L’ultima sconfitta risale al 2018 contro Chung Hyeon, proprio agli ottavi. Tra i due non ci sono precedenti. L’incontro seguirà quello di Rune-Rublev.

 

IL DERBY AMERICANO E LA GRANDE OCCASIONE DI BAUTISTA AGUT

In questa parte di tabellone c’è praticamente un’autostrada (e la sconfitta prematura di Matteo Berrettini fa ancora più male). Roberto Bautista Agut è uscito vittorioso dalla sfida con Andy Murray e, ora, è il gran favorito per l’accesso non solo ai quarti ma anche alla semifinale. Tra lui e Tommy Paul ci sono 4 precedenti, tutti recenti, a partire dal 2021. Tre le vittorie dello spagnolo (sulla terra di Montecarlo e Roma e sul cemento del Canada nel 2021). L’ultima sfida, però, in indoor al Master 1000 di Francia, ha visto prevalere l’americano in due set (6-4, 6-4). Chi vincerà se la vedrà con il vincitore del derby statunitense tra Ben Shelton e Jeffrey John Wolf che in precedenza non si sono mai incontrati. Comunque andrà gli Stati Uniti piazzeranno almeno un giocatore nei quarti e, sorprendentemente, non sarà Taylor Fritz.
Per quanto riguarda il torneo femminile, infine, dopo l’uscita di scena di Swiatek e Gauff, gli ultimi ottavi vedranno sfidarsi Belinda Bencic e Aryna Sabalenka, Caroline Garcia e Magda Linette (sono i primi due incontri sul centrale a partire dall’una di notte), Donna Vekic e Linda Fruhvirtova e Karolina Pliskova contro Shuai Zhang.

 

(Credits: Getty Images)

(398)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE