COPPA DAVIS, L’ITALIA BATTE LA COLOMBIA E VA AI QUARTI

COPPA DAVIS, L’ITALIA BATTE LA COLOMBIA E VA AI QUARTI

COPPA DAVIS, L’ITALIA BATTE LA COLOMBIA E VA AI QUARTI

321
0

L’Italia è ai quarti di finale di Coppa Davis. Torino applaude Lorenzo Sonego e Jannik Sinner che, con qualche patema in più del previsto, battono i rispettivi avversari Nicolas Mejia e Daniel Galan domando la Colombia e regalando all’Italia il secondo punto necessario per superare il turno dopo il successo nella prima giornata contro gli Stati Uniti. Ora gli azzurri lunedì affronteranno, sempre a Torino, la vincente del gruppo D che, salvo sorprese, dovrebbe essere la Croazia, impegnata domenica mattina contro l’Ungheria.

COPPA DAVIS, SONEGO BATTE MEJIA IN TRE SET

Il primo punto dell’Italia lo porta a casa con grande fatica Lorenzo Sonego che impiega due ore e trentasette minuti per battere Nicolas Mejia, numero 275 al mondo. Il colombiano, classe 2000, si dimostra un grande lottatore e si arrende soltanto al terzo set quando, complice la sua stanchezza, viene fuori la superiorità tecnica dell’azzurro. Davanti ai propri tifosi, il torinese va in campo con l’approccio sbagliato, perde i primi tre punti sul proprio servizio, annulla le palle break, ma poi ne concede un’altra e cede. Riesce a recuperare nel quarto game, ma continua a sbagliare molto, si salva sul 5-5 e infine perde il primo set al tie break. Sonego si concede una pausa, va negli spogliatoi e in campo rientra non la sua versione migliore in assoluto, ma di sicuro più determinata e precisa della precedente. Così piazza subito il break nel primo game e fino alla fine del set non sciupa il vantaggio tenendo sempre il servizio fino al 6-4 conclusivo. Nel terzo parziale, invece, chiude la pratica con un 6-2 dirompente, perché conquista 12 punti su 12 sui propri quattro turni di battuta.

COPPA DAVIS, SINNER CHIUDE I CONTI CONTRO GALAN

Anche Jannik Sinner non è lo stesso che ha travolto lo statunitense Isner all’esordio e contro Galan, numero 111 del ranking, commette il peccato (per fortuna veniale) di regalare troppi punti al rivale, con 15 gratuiti nel primo set e un servizio che sembra tornato quello debole di inizio carriera. È per questo che ci vogliono 53 minuti per andare sull’1-0: l’altoatesino piazza due break nel quinto e nel settimo game, ma in entrambe le occasioni arriva il controbreak, con il bruttissimo dritto a rete del 4-4 che è un po’ lo specchio del suo avvio soft. Per fortuna, con Galan che va sul 5-4, Sinner capisce che è il momento di svegliarsi e da quel momento in poi comincia un’altra partita nella quale regala colpi sensazioni e soprattutto smette di sbagliare. L’azzurro centra tre game consecutivi nel primo set, che vince 7-5, comincia il secondo con un break, poi ne arriva un altro e un altro ancora. È 6-0, con il pubblico di Torino in delirio e la speranza di rivederlo su questi livelli ai quarti e magari fino alla fine del torneo.

(Credits: Getty Image)

(321)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE