Nadal per la decima: a Montecarlo a 2,75

Nadal per la decima: a Montecarlo a 2,75

Nadal per la decima: a Montecarlo a 2,75

72
0

Parte la stagione dei tornei europei sulla terra battuta, e per Rafael Nadal scatta la caccia al decimo titolo in tre appuntamenti diversi. Non ce l’ha mai fatta nessuno, mentre il Re della terra può riuscirci sia a Montecarlo, sia Barcellona e Parigi. Si parte del Principato: il suo tabellone è impegnativo, ma quanto mostrato nel 2017 ci dice che sul mattone tritato il grande favorito è di nuovo lui. Sempre.

Il suo amato Real Madrid ce l’ha fatta nel 2014 con la Champions League, conquistando una doppia cifra di successi dal sapore leggendario, e Rafael Nadal riuscirà a fare lo stesso sul’amata terra battuta? È la domanda che ha accompagnato il via ufficiale della stagione europea del tennis, con una full-immersion di sei settimane di terra rossa a più non posso, che condurranno il circuito fino al Roland Garros. Mai nessuno, nella storia della racchetta, è riuscito a vincere per dieci volte lo stesso torneo, e Nadal avrà addirittura tre occasioni nel giro di due mesi: prima a Montecarlo, poi a Barcellona e quindi a Parigi, dove ha costruito buona parte della leggenda del cannibale che l’ha reso uno dei più grandi di sempre. Da un paio di stagioni era un po’ scemata, ma nel 2017 “Rafa” ha ritrovato un livello importante, che gli ha permesso di recuperare la fiducia persa e di mettere d’accordo tutti gli addetti ai lavori: sul rosso il grande favorito sarà di nuovo lui. Aggiungici che Federer, grande dominatore dei primi tre mesi, ha deciso che metterà piede soltanto al Roland Garros (forse), Djokovic non sembra più Djokovic e Murray fin qui si è un po’ nascosto, ed ecco che le chance del maiorchino di fare dieci diventano ancora più alte.

La prima chance Nadal ce l’avrà al Montecarlo Rolex Masters, scattato domenica sulla terra del Principato più famoso del mondo, dove tennis, lusso e mondanità si fondono per regalare agli appassionati uno degli appuntamenti irrinunciabili del circuito ATP. Secondo i bookmakers di SNAI il favorito è proprio lui, campione uscente e candidato  a vincere ancora, con una quota di 2,75. In realtà, passato un esordio contro Kyle Edmund che non dovrebbe creargli troppi problemi (il britannico gioca bene, ma non sulla terra), il cammino di Nadal si farà subito in salita, con tanti avversari insidiosi. Negli ottavi dovrebbe esserci Alexander Zverev, nei quarti Grigor Dimitrov, e in semifinale Novak Djokovic, che risiede a qualche centinaio di metri dal club, e nel torneo “di casa” è chiamato a riscattare il deludente avvio di stagione. Tuttavia, per quanto mostrato sin qui il serbo (quotato a 4 per il successo finale) non sembra in grado di spaventare troppo Nadal, e dovrà anche stare attento a un esordio non semplicissimo contro Gilles Simon, uno che almeno una volta ha battuto tutti i top player.

Nella parte alta del tabellone, a guardare tutti da lassù in cima, c’è invece il numero uno del mondo Andy Murray. Secondo SNAI lo scozzese ha meno chance di vittoria dei due diretti concorrenti (5,50), ma potrebbe affrontarli soltanto in finale, e il suo tabellone sembra tutt’altro che impossibile. Non sarà felicissimo di dover giocare il primo match dell’anno sulla terra contro Tommy Robredo, uno che in passato l’ha messo in enormi difficoltà anche sul cemento, ma se Murray è riuscito a soffiare la vetta a Djokovic lo deve anche ai suoi progressi sul rosso. Una volta non digeriva la terra, poi ci ha fatto amicizia e nel 2017 ci ha raccolto oltre 3.000 punti in quattro tornei. Quello di Montecarlo è l’unico grande torneo sulla terra in cui non è mai arrivato in finale: sembra giunta l’ora, date anche le assenze di potenziali outsider come Milos Raonic o il finalista del 2016 Gael Monfils. Ma occhio a Stan Wawrinka, quotato a 7: lo svizzero sa come battere i migliori, sa come vincere a Montecarlo (dove nel 2014 ha conquistato il suo unico “1000”) e se indovina la settimana può diventare inarrestabile. Ma c’è sempre quel “se” che spesso lo tradisce.

 

(Credits: La Presse)

(72)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI