Tennis | Gli azzurri tra Barcellona e Belgrado

Tennis | Gli azzurri tra Barcellona e Belgrado

Tennis | Gli azzurri tra Barcellona e Belgrado

290
0

Settimana di tennis divisa tra l’ATP 500 di Barcellona e il 250 di Belgrado, con diversi italiani sulla terra rossa a cercar gloria e risultati positivi. Alle 12:30 di oggi l’esordio di Lorenzo Musetti in terra iberica contro Feliciano Lopez: i favori del pronostico pendono verso l’azzurro.
Vediamo insieme le principali sfide in programma nei prossimi due giorni.

 

SINNER – GERASIMOV, BASTANO DUE SET?
Jannik Sinner aprirà questo pomeriggio la campagna 2021 al Barcellona Open, incontrando al secondo turno il bielorusso Egor Gerasimov. L’altoatesino, 11esima testa di serie del torneo iberico, ha avuto un 2021 in crescita: un titolo in Australia e un secondo posto al Miami Masters sono stati i punti salienti della stagione per il giovane, che ora si trova al numero 19 del ranking mondiale. Gerasimov ha ottenuto in quest’anno solare vittorie su giocatori del calibro di Andy Murray, Benoit Paire e Guido Pella, e ora si trova vicino al suo miglior ranking della carriera, il n. 65, raggiunto alla fine dello scorso anno. Il 28enne però ha ottenuto la maggior parte delle sue vittorie su campi più veloci. Inutile dire che partirà da sfavorito in questo match. Jannick archivierà la pratica in 2 set?

 

FOGNINI – ZAPATA MIRALLES, TIE-BREAK NEL PRIMO SET?
Dopo esser stato eliminato ai quarti del Master 1000 di Montecarlo dal norvegese Casper Ruud, Fabio Fognini domani sfiderà Zapata Miralles, numero 145 del ranking mondiale. Lo spagnolo ha già eliminato Sandgren, Cachin e Kuznetsov e nelle ultime due sfide ha sempre raggiunto il tie-break nel primo set. Fognini sulla terra rossa si trova a suo agio e gioca il suo miglior tennis, così come dimostrato nel torneo di Montecarlo. Guardando l’andamento dei match dei due giocatori la linea dei 21,5 games totali potrebbe essere agilmente superata.

 

GAIO – RUBLEV, IMPRESA IMPOSSIBILE PER L’AZZURRO?
Subentrato a Caspar Ruud come lucky loser, Federico Gaio ha affrontato nel turno precedente il francese – e maleducato – Benoit Paire con un 7-5, 6-3 in poco più di un’ora di gioco. Ora di fronte troverà Rublev, reduce dalla sconfitta nella finale di Montecarlo contro Tsitsipas. Inutile sottolineare come i pronostici pendano verso il russo, con l’azzurro che parte da underdog e probabilmente sarà un po’ stanco dopo l’incontro con Paire.

 

MAGER – DJERE, UN UNICO PRECEDENTE
Spostiamoci a Belgrado dove va in scena un ATP 250 che secondo gli analisti finirà tra le mani del numero 1 al mondo Novak Djokovic. Per quanto riguarda gli italiani, ieri Stefano Travaglia è stato sconfitto da Krajinovic al primo turno mentre questo pomeriggio tocca a Gianluca Mager che sfiderà la nona testa di serie del torneo Laslo Djere. Nelle qualificazioni l’azzurro ha battuto non senza qualche difficoltà Bejamin Bonzi e Taro Daniel, entrambi i match terminati 2 a 1. Contro il serbo, Mager ha un precedente nella finale nel Challenger di Milano nel 2018: in quell’occasione fu Djere ha vincere per due set a zero.

 

CECCHINATO – BERRETTINI, NONOSTANTE IL RANKING IL FAVORITO È IL PALERMITANO
Berrettini, seconda testa di serie del torneo, giocherà al secondo turno contro Marco Cecchinato, che nel suo incontro d’esordio ha avuto la meglio di Viktor Troicki per 6-1, 6-4. Un solo precedente fra i due, nel 2017 al Challenger di Francavilla, con vittoria del palermitano dopo oltre tre ore di gioco (6-7, 7-6, 6-3). A distanza di quattro anni, Berretto è al numero 10 del ranking mondiale, ma non gioca con continuità dal febbraio di quest’anno, quando a causa di un problema fisico si è ritirato dagli ottavi degli Australian Open contro Tsitsipas. Ne approfitterà il compare azzurro?

 

(Credits: Getty Images)

(290)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE