Tennis | L’Open di Miami si tinge di azzurro

Tennis | L’Open di Miami si tinge di azzurro

Tennis | L’Open di Miami si tinge di azzurro

153
0

Nel master 1000 di Miami siamo giunti al secondo turno ed è arrivato il momento della discesa in campo dei pezzi grossi del tennis italiano: Sinner, Fognini e Sonego avranno tre match abbordabili sulla carta ma non privi di insidie. Finora i colori azzurri hanno ottenuto solo un successo nelle qualificazioni grazie alla vittoria di Musetti in due set (6-4; 6-4) contro lo statunitense Mmho. Ora Musetti dovrà vedersela contro il numero 33 del ranking mondiale, il francese Benoit Paire.

 
SINNER – GASTON, L’ALTOATESINO LA CHIUDE IN DUE SET?
Jannik Sinner è pronto ad affrontare il giovane Hugo Gaston nel secondo turno all’Open di Miami questo pomeriggio. L’altoatesino sembra essere tornato al top della forma nelle ultime settimane e proverà a conquistarsi sul campo il passaggio del turno, dopo aver centrato nelle due ultime uscite ATP a Dubai e Marsiglia i quarti di finale. Hugo Gaston ha dato una grande svolta alla sua carriera agli Open di Francia del 2020, ma non è stato in grado di sostenere lo stesso livello nell’ultimo anno. A parte una semifinale in un torneo Challenger e la sua vittoria al primo turno su Dominik Koepfer a Miami, il francese non ha collezionato risultati importanti in questa stagione. Inoltre, Gaston ha perso contro Sinner all’Open di Marsiglia per 2 a 0 e proverà a vendicare quella disfatta. Il tennista italiano però sta giocando un ottimo tennis e la vittoria a Marsiglia contro il francese è stata a dir poco semplice. Da inizio stagione Gaston non è sembrato a suo agio sul cemento e non possiede colpi particolari nel suo arsenale. Riuscirà Sinner a chiuderla nuovamente in due set?

 
FRATANGELO – SONEGO, PRIMO SET PER L’AZZURRO?
L’americano Bjorn Fratangelo, numero 233 nel ranking, sfida l’azzurro Lorenzo Sonego (n.34) che fa il suo debutto stagionale sul cemento di Miami. Fratangelo ha già disputato 3 match di qualificazione battendo Popko, Hausler e Verdasco sempre con il punteggio di 2 set a 0. Finora il mese di marzo ha regalato solo una gioia al tennista italiano, ovvero la vittoria contro Zapata Miralles ai sedicesimi della Dubai Tennis Championship. Successivamente però è stato sconfitto da un avversario di livello come Karatsev agli ottavi, mentre in precedenza nel torneo di Doha ha disputato una partita molto combattuta contro Taylor Fritz, vinta dall’americano per 2 set a 0 (7-6; 6-4). Ad ogni modo, la differenza tecnica tra i due tennisti in questi match dovrebbe garantire un passaggio di turno agevole per l’azzurro che ha molte probabilità di vincere il primo set.

 
KORDA – FOGNINI, MENO DI 20,5 GAMES?
Ancora Stati Uniti contro Italia nell’incontro in programma domani tra Fognini e Korda. Il tennista romano vorrà rifarsi dopo la sconfitta contro Norrie ad Acapulco. All’Open di Miami Korda ha battuto nel turno precedente Radu Albot per 2 set a 0, sbagliando pochissimo e dimostrando una buona tenuta mentale. In particolare il tennista a stelle e strisce ha portato a referto 7 games vinti di seguito e nessun doppio fallo, sintomo di una concentrazione molto importante. Gli analisti non credono che Fognini riesca ad arrivare fino in fondo e già da questa partita i favori del pronostico pendono leggermente verso Korda. Nelle ultime due gare disputate ad Acapulco dal tennista romano non sono stati superati i 20 games a partita, un trend destinano a ripetersi?

 
MUSETTI – PAIRE, PRIMO SET E VITTORIA PER L’ENFANT PRODIGE ITALIANO?
Il giovane prodigio Lorenzo Musetti ha fatto il suo debutto tra i primi 100 nella classifica ATP all’inizio di questa settimana e ha bissato questo successo battendo Mmho agli Open di Miami. Un grande anno finora per l’azzurro che ha raggiunto anche le semifinali ad Acapulco la scorsa settimana. L’italiano in rapida ascesa ha dovuto superare le qualificazioni nella città messicana solo per giocare il main draw, dove ha battuto giocatori del calibro di Grigor Dimitrov e Diego Schwartzman per arrivare tra gli ultimi quattro. Alla fine è stato battuto da Stefanos Tsitsipas, ma con la sua impressionante campagna ad Acapulco, il diciannovenne si è assicurato il record di secondo under-20 (insieme al connazionale Jannik Sinner) ad entrare nei primi 100 della classifica ATP. Benoit Paire invece pare in caduta libera: quattro sconfitte consecutive di cui tre terminate per 2 set a 0. Due stati di forma agli antipodi dunque, con l’italiano leggermente favorito dagli analisti alla conquista del match e del primo set.

 
(Credits: Getty Images)

(153)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE