Terra rossa di Amburgo e Strasburgo, tra favoriti e possibili sorprese

Terra rossa di Amburgo e Strasburgo, tra favoriti e possibili sorprese

Terra rossa di Amburgo e Strasburgo, tra favoriti e possibili sorprese

43
0

Nella settimana post Internazionali di Roma e pre Roland Garros, i circuiti ATP e WTA fanno tappa rispettivamente in Germania e Francia sulla terra rossa. Vediamo insieme quali potrebbero essere i favoriti e gli outsider sia del torneo maschile che femminile.

ATP AMBURGO

Rublev, voglia di rivincita
Il russo numero 14 del mondo aveva iniziato alla grande il 2020 con due successi consecutivi a inizio anno in Qatar e ad Adelaide. Il suo quarto di finale agli Us Open lo ha rilanciato come possibile protagonista di questa seconda parte di stagione. Andrey parte come testa di serie numero 5 e davanti a sé nel seeding ha soltanto Medvedev, Tsitsipas, Monfils e Bautista Agut. Rublev, che lo scorso anno ha perso in finale contro Basilashvili, arriva da ben 9 vittorie negli ultimi 11 match giocati sulla terra rossa compresi i tornei esibizione di giugno e luglio (Adria Cup e Thiem Seven). Inserito nella lista dei primi 5 favoriti di questo torneo dagli addetti ai lavori, Rublev a nostro avviso è pronto per firmare il successo numero 3 in questa anomalo 2020.

Ruud è di nuovo pronto a stupire!
Il giovane norvegese è in netta fase di ascesa nella sua carriera. Le qualità sono da top 15 ma è ovvio che per arrivare a quei livelli serve una costanza di rendimento mica male, vista anche la concorrenza. Dopo essere uscito a NY per mano del nostro Berrettini, Casper si è preso la sua rivincita battendo l’italiano qualche giorno dopo a Roma e facendo sudare le proverbiali sette camice nel primo set della semifinale a Djokovic. Vista l’ottima forma fisica e mentale, Ruud al momento è l’outsider che più facilmente potrebbe inserirsi nel lotto dei protagonisti di questa settimana.

WTA STRASBURGO

Svitolina, tabellone favorevole
Visto il ritiro della testa di serie numero 1, Pliskova, l’Ucraina Elina in partenza numero 2 del seeding diventa di fatto la prima favorita di questo torneo. La concorrenza è di buon livello, su tutte Bertens, Rybakina, Sabalenka e Aleandrova, ma la vincitrice quest’anno di Monterrey ha stoffa ed esperienza per potersi creare un bel varco nel tabellone, vista appunto la posizione favorevole. La numero 5 al mondo deve riscattare una Roma non entusiasmante, conclusa con l’esclusione ai quarti. Il torneo francese potrebbe essere un buon banco di prova in vista del Roland Garros.

(Credits: Getty Images)

(43)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE