Torna l’erba, torna Federer: Roger riparte da Stoccarda

Torna l’erba, torna Federer: Roger riparte da Stoccarda

Torna l’erba, torna Federer: Roger riparte da Stoccarda

28
0

A due mesi e mezzo dalla sua ultima apparizione a Miami, dopo aver saltato a piedi pari la stagione sulla terra, Roger Federer è pronto a tornare in campo. La caccia al nono titolo a Wimbledon parte da Stoccarda, dove lo svizzero è favoritissimo per il successo finale. Si gioca anche a s-Hertogenbosch, con in campo sia gli uomini sia le donne, e a Nottingham.

Mentre gli altri si dannavano per provare (invano) a contrastare Rafael Nadal sulla terra battuta, lui se ne stava tranquillo tranquillo a casa, fra una vacanza e l’altra, per tirare il fiato dopo l’intenso avvio di stagione che gli ha regalato il titolo Slam n.20. Ma ora che i grandi tornei sul rosso hanno dato l’arrivederci al prossimo anno, per Roger Federer è arrivata l’ora di rientrare nel circuito, per competere sulla sua amata erba. Il programma del campione di Basilea è lo stesso di dodici mesi fa: prima Stoccarda, poi Halle e quindi Wimbledon, dove proverà a vincere per la nona volta. Una cifra da brividi, anche se gli undici successi di Nadal al Roland Garros fanno sembrare tutto un po’ più normale. Dopo due mesi e mezzo lontano dai campi Roger si è ripresentato a Stoccarda, dove lo scorso anno perse all’esordio un match rocambolesco contro Tommy Haas. Mentre il suo management è impegnato nel trovare una soluzione all’annosa questione dello storico contratto con Nike (è scaduto, e ci sono aziende pronte a ricoprirlo di milioni pur di averlo, indipendentemente da quando deciderà di dire basta), lui può concentrarsi per puntare al primo titolo nella Mercedes Cup, dove esordirà contro Mischa Zverev. Secondo i bookmaker di SNAI il periodo di inattività cambierà poco le sue potenzialità: un successo finale dello svizzero paga quota 1,65 volte la posta, una quota corretta se si considera che Federer è l’unico dei primi 15 del mondo al via in Germania.

Ma qualche avversario insidioso ci sarà, in primis Nick Kyrgios (8,50), Milos Raonic (9,25) e Lucas Pouille (11,00), senza dimenticare Philipp Kohlschreiber (14,00), che sull’erba di casa è sempre pericoloso e quest’anno sembra tornato particolarmente in palla, dopo un 2017 così così. Da segnalare anche un potenziale quarto di finale da pop corn contro il biondo canadese Denis Shapovalov, uno che in chiave futura sarà meglio tenersi stretto, visto quello che sa fare con la racchetta in mano. Oltre che a Stoccarda, questa settimana il circuito ATP fa tappa anche a ‘s-Hertogenbosch, Olanda, per uno degli storici appuntamenti sull’erba in preparazione ai Championships. La prima testa di serie è Adrian Mannarino, ma a guidare le preferenze dei bookmakers di SNAI c’è un altro francese, il numero due del seeding Richard Gasquet, quotato a 5,50 per il successo finale. Ma l’elenco dei pretendenti al titolo sono tanti: in particolare andrà tenuto d’occhio il lussemburghese Gilles Muller (9,00), che sull’erba sa sempre fare grandi cose (chiedere a Nadal, sconfitto lo scorso anno a Wimbledon), e potrebbe iniziare dai prati a dare un po’ di tono a una stagione piuttosto incolore. Pericolosi anche il padrone di casa Robin Haase (9,50), Fernando Verdasco (10,00) e il giovane greco Stefanos Tsitsipas (10,00). Quest’ultimo è pronto per mettere le mani sul suo primo titolo in carriera, e non sarebbe una sorpresa se ci riuscisse in Olanda.

A ‘s-Hertogenbosch giocano anche le donne, con un WTA International che vede la statunitense Coco Vandeweghe a guidare sia il tabellone sia le preferenze dei bookmakers. Il tennis potente e arrogante della statunitense va a nozze sull’erba, ed è per questo che la sua quota SNAI di 4,75 è fra le più basse dell’intera settimana di tennis, anche in virtù della doppietta siglata in Olanda fra 2014 e 2016. Coco dovrà stare attenta a quegli alti e bassi che sin qui non le hanno ancora permesso di entrare fra le grandissime, ma sull’erba parte una spanna sopra a tutte le avversarie presenti a Rosmalen. Secondo SNAI la principale candidata a romperle le uova nel paniere è l’estone Anett Kontaveit (6,50), vincitrice del titolo nel 2017, e sua potenziale avversaria in semifinale. Più indietro Elise Mertens (10,00) e le sue Alison: Riske (11,00) e Van Uytvanck (13,00). Infine, questa settimana nel Tour maggiore al femminile si gioca anche a Nottngham, dove secondo i bookmakers dovrebbe essere una battaglia a quattro fra Ashleigh Barty (5,25), Johanna Konta (5,50), Magdalena Rybarikova (6,75) e Naomi Osaka (7,00). Partono più o meno tutte con le stesse chance di arrivare in fondo. Ha già salutato la compagnia, invece, la nostra Camila Giorgi: i bookmakers la mettevano al quinto posto, ma è andata al tappeto già all’esordio.

Credits: Getty Images

Gioca responsabilmente!

(28)

Marco Caldara Marco Caldara, bergamasco, classe 1991, giornalista freelance. Si occupa di racchette e palline per Il Tennis Italiano, la rivista specializzata più ... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI