Wimbledon | Berrettini in finale contro Djokovic

Wimbledon | Berrettini in finale contro Djokovic

Wimbledon | Berrettini in finale contro Djokovic

228
0

In lizza per il sesto titolo in quel di Wimbledon, Novak Djokovic affronterà il primo italiano a raggiungere la finale del torneo londinese, il romano Matteo Berrettini.
 

DJOKOVIC, L’IMPLACABILE
Nole è il due volte campione in carica di Wimbledon, vincendo ben 20 partite consecutive al torneo londinese. Il tennista serbo ha anche vinto i Majors che hanno avuto luogo nel 2021, il che lo porta sulla buona strada per completare il Grande Slam. C’è da dire però che Djokovic ha avuto un percorso abbastanza facile in questi quindici giorni: ha perso solo un set contro l’inglese Jack Draper nel turno di apertura. Il numero 1 del mondo ha poi sconfitto Kevin Anderson, Denis Kudla, Cristian Garin e Marton Fucsovics per raggiungere le semifinali, dove ha registrato una vittoria in tre set, tutti al tie-break, contro Denis Shapovalov.

 

IL SOGNO DI BERRETTINI
Matteo Berrettini è stato considerato uno dei principali contendenti fin dall’inizio del torneo. Il 25enne aveva un trend esemplare sull’erba, arrivando a Wimbledon avendo vinto 17 delle sue ultime 19 partite su questa superficie, compreso il titolo al Queen’s del mese scorso. Dopo una prima vittoria di quattro set su Guido Pella, Berrettini è entrato nei quarti di finale eliminando Botic Van De Zandschulp, Ilya Ivashka e Aljaz Bedene. Ha poi eliminato le testa di serie Felix Auger-Aliassime e Hubert Hurkacz in quattro set e ora, coronato il sogno della finale sull’erba londinese, si prepara allo scontro con il numero 1 al mondo.

 

TESTA A TESTA
La finale di Wimbledon è il terzo incontro tra i due tennisti e Novak Djokovic attualmente conduce il testa a testa per 2-0. La coppia si è incontrata l’ultima volta nei quarti di finale del Roland Garros il mese scorso, dove Djokovic ha prevalso in quattro set in gara soffrendo molto e scaricando la tensione con urlo liberatorio nel finale. La battuta di Berrettini lo mise in netta difficoltà, ma il serbo riesce sempre a recuperare anche nelle situazioni più difficili.

 

 

I PRONOSTICI PENDONO DA UN LATO
Sulla carta, Novak Djokovic è il chiaro favorito e anche gli addetti ai lavori pendono nettamente verso la vittoria del campione in carica. In questa edizione di Wimbledon, Nole è sceso in campo in ciabatte, sfruttando i suoi punti di forza in scioltezza e registrando una serie di comode vittorie. Allo stesso tempo Djokovic è stato il miglior returner del torneo e anche il suo servizio è stato molto efficiente.

 

I COLPI DELL’ITALIANO
Matteo Berrettini, da parte sua, ha dimostrato solidità durante il torneo. Lo stile di gioco offensivo dell’italiano è adatto all’erba, ma ha usato le sue armi molto abilmente. Berrettini ha un servizio incredibilmente potente, che spesso lo tira fuori da situazioni difficili. Il suo dritto è un’altra grande risorsa, che non solo esplode colpi vincenti a volontà, ma gli permette anche di aprire il campo e prendere il controllo degli incontri. Tuttavia, la sfida sarà di nervi e la tenuta mentale potrebbe giocare un ruolo importante. L’italiano ha uno stile di gioco che potrebbe mettere in difficoltà il numero 1, così come dimostrato al Roland Garros il mese scorso, manca solo quel pizzico di freddezza in più per sovvertire il pronostico. L’invito di Matteo acomprare dei bei televisori per la gara di domenica ci fa ben sperare in una sfida tiratissima dove il romano esprimerà il massimo del suo potenziale.

 

 

(Credits: Getty Images)

(228)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE