WTA 250 NOTTINGHAM GIORGI-DART: CAMILA HA UNA GROSSA OPPORTUNITÀ

WTA 250 NOTTINGHAM GIORGI-DART: CAMILA HA UNA GROSSA OPPORTUNITÀ

WTA 250 NOTTINGHAM GIORGI-DART: CAMILA HA UNA GROSSA OPPORTUNITÀ

1.48K
0

 

Da una britannica all’altra: a Camila Giorgi non piacciono le sfide semplici, e allora sull’erba di Nottingham eccola pronta ad andare a caccia dell’ennesimo scalpo d’Oltremanica, con la 26enne Harriet Dart pronta a mettersi sulla sua strada dopo la vittoria al primo turno (6-4 6-3) contro Sonay Kartal, 20 anni, piccolo astro nascente della racchetta.

Ma che contro l’esperta marchigiana poco ha potuto: nonostante qualche patema d’animo in corso d’opera, con qualche break e contro break di troppo a rendere tortuoso il cammino, alla fine i conti sono tornati per una Giorgi che necessitava di un debutto senza troppi affanni, desiderosa di testare la propria attitudine su una superficie nella quale non giocava praticamente da 11 mesi, da quando cioè cedette a Carolina Muchova al secondo turno di Wimbledon.

Quasi un anno dopo, di acqua ne è passata decisamente tanta sotto i ponti: Camila è tornata stabilmente nella top 30 mondiale, decisa anzi ad andare a caccia di un posto tra le prime 20 al mondo, anche se l’assenza di punti in palio al Championship (eredità della decisione dell’organizzazione di non far partecipare atleti russi o bielorussi) priverà il talento di Macerata di un’opportunità ghiotta per recuperare ulteriore terreno.

BATTUTA DA SISTEMARE, MA PER IL RESTO CI SIAMO

Il vero tallone d’Achille mostrato da Giorgi nel debutto sull’erba di Nottingham è stato il servizio, in particolar modo la prima, entrata appena nel 44% dei casi (anche se ha prodotto il 68% dei punti disponibili). Sette doppi falli poi hanno permesso a Kartal di tenersi spesso e volentieri in linea di galleggiamento, approfittando di qualche calo di tensione di troppo della rivale. Una prova con qualche ombra ma che va presa per quello che è, pensando anche al fatto che sono stati ben pochi i giorni avuti a disposizione dall’atleta azzurra per passare dalla terra di Parigi alla superficie che regna sovrana nel mese di giugno.

Contro Harriert Dart sarà tutta un’altra storia: la britannica, attuale numero 114 del mondo (ma con aspirazioni di rientrare nella top 100 mondiale qualora dovesse continuare a fare strada nel torneo), è giocatrice che sull’erba riesce spesso e volentieri ad esaltarsi, tanto da aver mietuto vittime illustri in passato del calibro di Carolina Pliskova ed Emma Raducanu (ma quando ancora era decisamente un’atleta in fasce, ben oltre la posizione 800 al mondo: storia vecchia ormai di tre anni).

Il miglior risultato stagionale la Dart l’ha ottenuto a Indian Wells, quando dopo aver superato tre turni di qualificazione s’è spinta fino agli ottavi, fermata da Madison Keys. Da allora invero ha imboccato una via in netta regressione, tanto da inanellare 6 ko. al primo turno nei 6 tornei disputati da fine marzo in poi prima dell’esordio vittorioso a Nottingham contro la croata Vekic, che pure la sopravanzava di una manciata di posizioni nel ranking mondiale.

OK, IL TABELLONE È QUELLO GIUSTO

Se la Giorgi giocherà come sa fare, difficilmente potrà finire gambe all’aria e fare subito ritorno a casa. L’italiana è la logica favorita di una gara che si preannuncia però equilibrata al netto di qualche passaggio a vuoto palesato nel recente passato dalla giocatrice marchigiana, che ha un bilancio stagionale perdente (8 vittorie a fronte di 9 sconfitte) e che confida proprio nella stagione sull’erba per rilanciarsi definitivamente e proseguire il suo percorso verso l’elite mondiale, dopo aver già cristallizzato a inizio settimana il suo best ranking in carriera.

A motivare Camila c’è anche la consapevolezza di essere capitata dalla parte giusta del tabellone: con l’uscita di scena al primo turno della testa di serie numero 2, cioè Emma Raducanu, la Giorgi rimane la tennista con numero più alto del seeding nella parte bassa, chiamata a tenere a bada le velleità di Riske (che deve completare la gara di primo turno contro Snigur: è avanti 1-0 al momento dell’interruzione) e della serba Tomljanovic, che potrebbe però affrontare solo in semifinale. Giorgi-Dart è in programma sul campo principale come quarto match di giornata, quindi presumibilmente non prima delle 17,30: diretta garantita su SuperTennis TV, ma con orario abbastanza ballerino.

(Credits: Getty Images)

(1478)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE