WTA MIAMI OPEN OSAKA-SWIATEK FINALE DA SOGNO

WTA MIAMI OPEN OSAKA-SWIATEK FINALE DA SOGNO

WTA MIAMI OPEN OSAKA-SWIATEK FINALE DA SOGNO

1.05K
0

Miami non poteva sognare una finale migliore: stasera, alle 19 ora italiana, Naomi Osaka sfiderà Iga Swiatek sul cemento indoor della città simbolo della Florida. La giapponese, numero uno al mondo per 25 settimane nel 2019 e a lungo nel gotha del tennis femminile, affronta una ventenne che è insieme presente e futuro di questo sport, perché a partire da lunedì, dopo il ritiro di Ashleigh Barty, sarà in cima al ranking e potrebbe farlo da campionessa.

WTA MIAMI OPEN SWIATEK NUMERO UNO

Iga Swiatek arriva a questa finale dopo sedici vittorie consecutive. Il filotto è cominciato a Doha, contro la Golubic ed è proseguito fino al successo di ieri in due set contro la statunitense Pegula: nel mezzo, oltre al trionfo nella capitale del Qatar, c’è stato quello a Indian Wells. Così, dopo aver perso in semifinale agli Australian Open, ha conquistato i primi due Wta 1000 dell’anno e stasera potrebbe prendersi il terzo di fila. Un’impresa sensazionale e il numero 1 è semplicemente la conseguenza di questo magic moment.

WTA MIAMI OPEN SWIATEK INFALLIBILE

Cinque partite, cinque vittorie, zero set persi. Golubic, Brengle, Gauff, Kvitova e Pegula battute una dietro l’altra, con 22 giochi complessivi lasciati alle avversarie. Quello di Iga Swiatek è stato un percorso netto incredibile a Miami, figlio della consapevolezza nei propri pezzi sicuramente cresciuta dopo i due titoli conquistati nelle settimane precedenti. Quella di stasera sarà la sesta finale Wta della sua carriera: ne ha vinte cinque, la prima al Roland Garros del 2020, tutte per 2-0. L’unica sconfitta risale al 2019, quando era ancora minorenne, a Lugano, contro la Hercog.

WTA MIAMI OPEN OSAKA LOTTATRICE RINATA

Naomi Osaka aveva deciso di prendersi una pausa dal tennis alla fine del 2021 ed è per questo che adesso è la numero 77. È tornata, ha subito qualche sconfitta, ma a Miami ha dimostrato di essere tornata la combattente di un tempo, quello che era balzata in cima al mondo vincendo quattro Slam, uno all’anno dal 2018 al 2021, con alternanza tra Us Open e Australian Open. Contro Sharma, Kerber, Riske e Collins non ha perso neppure un set, ha concesso il primo del torneo a Belinda Bencic, ma l’ha superata in rimonta guadagnandosi questa finale. Affronterà la nuova numero uno, che nell’unico precedente contro di lei, nell’agosto del 2019, perse in due set agli ottavi di Toronto. Ma fu una battaglia, finì 7-6 6-4 e già allora si capì dove sarebbe arrivata la Swiatek.

(1050)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE