WTA, si gioca a Praga e Lexington

WTA, si gioca a Praga e Lexington

WTA, si gioca a Praga e Lexington

88
0

Seconda settimana del calendario femminile di tennis che vede le protagoniste del circuito WTA impegnate sulla terra rossa e sul cemento americano. Il ritorno al tennis giocato ai massimi livelli ha visto le italiane protagoniste in quel di Palermo con la Giorgi che si è fermata alle semifinali del torneo singolo e con Cocciaretto-Trevisan che hanno perso in finale in doppio. Appuntamento col grande tennis ogni giorno pre match e live su SNAI.it e App Sport SNAI.

A PALERMO VINCE A SORPRESA LA FRANCESE FIONA FERRO

È stato un buon esordio-bis, quello che ha visto finalmente il calendario WTA riprendere dopo il lungo lockdown. Il torneo di Palermo è stato vinto contro ogni pronostico dalla francese Fiona Ferro (numero 44 del mondo) che ha fatto fuori fra le altre due italiane (Errani e Giorgi) prima di trionfare nell’ultimo atto contro la Kontaveit. Peccato per Camila che dopo il colpaccio di eliminare la Yastremska ai quarti e dopo aver vinto 6-2 il primo set contro la Ferro si è sciolta, mettendo in mostra i soliti limiti di gestione della partita.

PRAGA OPEN

Undicesima edizione del torneo che si gioca al TK Sparta Praha con la Teichman che lo scorso anno vinse in finale sulla Muchova. Torneremo a vedere in campo la numero 2 al mondo, Simona Halep, che ha rinunciato a Palermo in quanto avrebbe dovuto mettersi in quarantena se fosse sbarcata in Italia. Riprenderà quindi la sua stagione come testa di serie numero 1 in un seed che vede in lista anche Martic, Mertesn e Yastremska su tutte a dar battaglia. Alexandrova, Pavlyuchenkova e Kudermetova, oltra alla padrona di casa Strycova, completano il seed delle prime 8. Fra i match più interessanti di giornata citiamo la nostra Paolini nettamente sfavorita contro la Mertens, mentre domani big match fra Alexandrova e Kasatkina.

LEXINGTON TOP SEED OPEN

Dal 1997 fino allo scorso anno, questo torneo che si gioca nel Kentucky, era inserito nella categoria ITF. Promosso a torneo WTA, il suo prestigio è destinato ad aumentare visto che in questa edizione la starting list è di primissimo livello: presenti 3 top 20 come Serena Williams, Sabalenka e Konta e altra 5 top 50 come Anisimova, Putintseva, Linette, Stephens e Jabeur. Non saranno presenti all’evento Diyas e soprattutto Muguruza, sostituite da Misaki Doi e Venus Williams. Wild card fra le altre per la Zvonareva. Vista la entry list di così grande livello ci aspettano incroci interessanti fin dal primo turno. Fra i match che vi segnaliamo come i più interessanti ci sono Bouzkova-Konta, e Venus Williams-Azarenka.

Le dichiarazioni di Serena Williams: “Non avrei mai pensato di giocare in condizioni come queste, ma forse il futuro va in questa direzione, con distanziamento sociale e telecomunicazioni. La pandemia mi ha insegnato a non programmare, perché le cose possono cambiare molto velocemente. Penso di giocare i tornei che riusciranno ad andare in scena, senza pormi degli obiettivi a priori. Risolto il problema fisico non è stato tutto troppo diverso dal solito, anche se ovviamente non sono potuta andare in palestra, e forse non ci andrò per parecchio tempo. Fortunatamente non faccio pesi, i miei bicipiti me li ha forniti direttamente la mia mamma, ma mio marito mi ha aiutato a costruire una palestra in casa, così come un campo da tennis. Il campo è una specie di rifugio per me, avrei dovuto pensarci 20 anni fa, ho cercato di chiamare quanti più giocatori possibile ad allenarmi con me, con la scusa che la superficie era esattamente quella dello US Open. Viaggio con circa 50 maschere, non vado da nessuna parte senza, tutti quelli che sono nella ‘Serena bubble’ sono estremamente prudenti, si parla della vita di ognuno“.

 

(Credits: Getty Images)

(88)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE